Sport

Giochi paralimpici, il triestino Parenzan va a Tokyo: la soddisfazione del sindaco

Saranno 113 gli azzurri che parteciperanno alla massima competizione paralimpica di Tokyo in 15 discipline. La squadra italiana sarà capitanata dai due portabandiera Bebe Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto)

È stato quattro volte campione italiano di tennistavolo paralimpico classe 6, e mercoledì partirà per Tokyo, dove dal 24 agosto al 5 settembre parteciperà ai Giochi Paralimpici. Parliamo dell'atleta da poco diciottenne Matteo Parenzan, ricevuto oggi nel salotto azzurro del palazzo municipale dal sindaco Roberto Dipiazza.

Un sentito "in bocca al lupo", da parte del sindaco, al giovane concittadino: “non mancherai di farti onore e di portare alto anche il nome della nostra Trieste”. “Ti ho visto giocare, so quanto ti alleni e quanta passione e impegno ci metti – ha detto Dipiazza – e sono convinto che porterai a casa un bel risultato”. Il primo cittadino ha consegnato a Parenzan la medaglia del Comune di Trieste, con l'auspicio di un altro incontro dopo la competizione. Il riconoscimento è stato riservato anche a Giorgia Marchi, atleta paralimpica di nuoto, che per un concomitante allenamento non ha potuto essere presente all’incontro in municipio. Saranno 113 gli azzurri che parteciperanno alla massima competizione paralimpica di Tokyo in 15 discipline. La squadra italiana sarà capitanata dai due portabandiera Bebe Vio (scherma) e Federico Morlacchi (nuoto).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giochi paralimpici, il triestino Parenzan va a Tokyo: la soddisfazione del sindaco

TriestePrima è in caricamento