menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli Autori di "Pecoranera" e "Ufficio di Scollocamento" Oggi alla Lovat

Due autori, due libri. Ma, soprattutto due scelte di vita impegnative e liberatorie.Sono gli ingredienti dell’appuntamento di oggi, giovedì 17 maggio (ore 18,00) alla Libreria Lovat di Trieste, quando il Lovat Lab ospiterà un momento di...

Due autori, due libri. Ma, soprattutto due scelte di vita impegnative e liberatorie.
Sono gli ingredienti dell'appuntamento di oggi, giovedì 17 maggio (ore 18,00) alla Libreria Lovat di Trieste, quando il Lovat Lab ospiterà un momento di riflessione proposto da Arci Trieste per incontrare Simone Perotti e Devis Bonanni che - dialogando con la giornalista Giulia Basso - racconteranno le loro straordinarie esperienze di "vivere altrimenti", di "vite diverse", o solamente di vite legate a ritmi e a esigenze più sostenibili, in tutti i sensi.

Simone Perotti ha già raccontato la sua scelta di cambiare vita (senza essere ricco di famiglia o vincere al SuperEnalotto) nel suo "Adesso basta - Lasciare il lavoro e cambiare vita", il fortunato "Manuale sul downshifting" in cui ha raccontato una storia vera, la sua, sciorinando dubbi e percorsi nascosti, i momenti di difficoltà e gli entusiasmi, il sogno e il progetto.
Perché lasciare il lavoro e cambiare vita è una scelta che può rivelarsi fatale, oppure costituire la realizzazione del sogno di una vita.
Dallo scorso 3 maggio è nuovamente in libreria con "Ufficio di scollocamento. Una proposta per ricominciare a vivere", firmato con paolo Ernani e pubblicato da Chiarelettere, dove illustra un'idea elementare: il lavoratore infelice e frustrato, che si sente un estraneo in gabbia, è anche poco produttivo ed aiutarlo a scollocarsi è un vantaggio per la collettività e un'occasione per la persona.

Non è un discorso da salotto, è un tema politico.
Gli autori si rivolgono, così, ai sindacati, alla classe dirigente, alle associazioni degli imprenditori, a chi oggi dibatte sull'articolo 18, per dire una cosa semplice: lavorare e basta, produrre e basta, crescere e basta, a qualunque costo, è distruttivo. Cambiare rotta è indispensabile e urgente. L'ufficio di scollocamento è un'iniziativa pensata per generare benessere e per ricominciare a vivere.

Come ha fatto Devis Bonanni, che ha recentemente raccontato la sua avventura in "Pecoranera" (Bompiani 2012).
A vent'anni (ora ne ha 27), ha compiuto una scelta di vita coraggiosa e controcorrente, ha detto anche lui il suo "Adesso basta" e ha lasciato ogni comodità, ogni oggetto, ogni regola, ogni scelta imposta ma anche ogni pensiero legato alla modernità, per trasferirsi in un borgo isolato della Carnia.
Un ragazzo nato in Friuli e che oggi nelle montagne friulane trova protezione e rifugio.
Il suo libro, Bonanni descrive il suo stile di vita legato all´idea della decrescita e contemporaneamente incentrato sull´auto-produzione del cibo come segnale di indipendenza e riconnessione con la natura in modo molto pratico.
Non descrive, quindi, un modello da adottare a scatola chiusa ma un esperimento cucito sulla sua pelle, dal quale è possibile prendere spunto.
E iniziare un'avventura di vita "altra", diversa da quella imposta dalla società dei consumi.


Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Risi e bisi: la ricetta

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Johnson&Johnson in Fvg: oltre 3500 dosi in arrivo il 15 aprile

  • Cronaca

    Covid: giù ricoveri e tasso di positività, boom di guariti

  • Cronaca

    Malore fatale in casa a 65 anni: ritrovato quattro giorni dopo

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento