menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Il Fanatic nella storia della Barcolana

Quando c’è un buon progetto la barca non tramonta mai: è il caso del Fanatic, imbarcazione di 54 piedi nata orami 20 anni fa’ da costruttori danesi

Quando c’è un buon progetto la barca non tramonta mai…è il caso del Fanatic, imbarcazione di 54 piedi nata orami 20 anni fa’ da costruttori danesi. L’imbarcazione nel corso degli anni è stata oggetto di modifiche sostanziali tra chiglia e timone che l’hanno portata verso la modernità. Un’imbarcazione che fa parte della storia Barcolana con 4 titoli e altri bei piazzamenti in altre quindici edizioni della regata. E che ha avuto altre vittorie e buoni piazzamenti da trofei fuori porta. Fino ad arrivare alla scorsa estate in cui il Fanatic, ora di Piero Peresson, ha avuto un profondo restyling che lo ha trasformato in una grande deriva da corsa.

Il 15 giugno scorso è stato, così, presentato da Guido Benci, presidente Società Triestina Sport del Mare, l’ambizioso Progetto Fanatic nato tra la sinergia degli armatori della barca e la STSM appunto. La collaborazione punta allo sviluppo del vivaio della STSM, in modo da non disperdere atleti di valore ma farli crescere rimanendo sempre all'interno della società. Sedici gli atleti che regatano sotto i colori della STSM.

Il nuovo Fanatic Sailing Team ha già iniziato la sua avventura con la Muggia-Portorose-Muggia e la 34a Ice cup a Lignano dove ha vinto su tutti. Oggi si appresta a spiegare le nuove vele nella regata più amata da tutti dove il suo nome è già scritto. Gli Eventi del Fanatic per la Barcolana 50

Venerdì 12 Mattinata L’equipaggio del Fanatic accoglierà gli allievi della scuola G. Pollitzer per svelare i segreti del’ imbarcazione ai giovanissimi scolari.

Venerdì 12 Pomeriggio Gemellaggio tra il Fanatic e Zerocould un TP52 dalle caratteristiche simili al Fanatic. Per celebrare l’evento le due imbarcazioni daranno spettacolo per gli amanti della vela, in un Match Race davanti a P.zza dell’ Unita.

Sabato 13 mattinata Continua l’impegno di Fanatic e dei suoi armatori per i ragazzi, ospitando i giovani atleti delle scuole vela della Triestina Sport del Mare e del Laguna

Sabato 13 Pomeriggio Allenamento dell’equipaggio Fanatic con a bordo i velisti senior della Triestina Sport del Mare. CAMPIONATO ITALIANO OPEN CLASSE EUROPA In tre favolose giornate di vento e sole, la Società Triestina Sport del Mare, per il secondo anno consecutivo, archivia con successo l’organizzazione del campionato italiano classe Europa.

La scelta di puntare sempre sul campo di regata posto al largo di Punta Grossa ha consentito lo svolgimento regolare di tutte e 9 le prove previste a partire da venerdì 2 giugno (tre per ciascuna giornata). Quasi 60 gli atleti in mare nelle successive giornate di sabato 3 e domenica 4 giugno essendosi unite anche le flotte delle classi Laser, per le regate valevoli al fine del campionato zonale di categoria. Siamo partiti il venerdì con una brezza di 6-9 nodi, rinforzata tra gli 8 e i 13 nodi nella giornata di sabato.

La domenica abbiamo concluso con un libeccio che andava dai 10 ai 17 nodi ed un’ onda formata che ha consentito meravigliose planate nelle andature di lasco e di poppa per i concorrenti, ma che ha rappresentato un patimento per lo staff delle imbarcazioni di assistenza, per i posa boe, ed i membri dell’impeccabile e professionale Comitato di Regata che erano ancorate sul posto. Alla fine, con ben 6 prime posizioni, si laurea campione italiano assoluto uno smagliante Leonardo Passinetti (C.N. Fanese) seguito dal campione uscente, l’intramontabile Paolo Sain (SVOC) e da Giulia Ceschiutti (STV) che è anche la nuova campionessa femminile avendo preceduto Laura Foglia (STSM) e Elisa Degrassi (STV).

Terzo posto maschile per il capo flotta Alan Travaglio (STSM), a cui va il merito di essere riuscito a dare nuovo vita e slancio a questa classe velica. Per quanto riguarda invece le flotte Laser queste le classifiche: tra i 4.7 vittoria per Lorenzo del Re (YCA) seguito da Alessandro Delusia (SVOC) e da Christian Vicig (STV), prima tra le femmine Livia Tomavino (SNL) Tra i Radial vince Matija Succi (CDVM) seguito da Filippo Safret (SVBG) e da Isabella Flippo (SVOC) Tra gli Standard si impone Michele Meotto (YCL) seguito da Elia Stocco (SNPJ) e da Alessandro Brezovec

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Fondo Ambiente Italiano: eletto il luogo più bello d'Italia

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento