Il primo atto della semifinale playoff è dell'Alma, che supera la De' Longhi Treviso 84-78 (FOTO)

Grande prestazione di squadra per i biancorossi, trascinati da Green in gran spolvero (29 punti)

Si è svolta all’Alma Arena gara1 di semifinale playoff stagione 2017/18 “Old Wild West” tra l’Alma Pallacanestro Trieste e la De’ Longhi Treviso. Eccezionale cornice di pubblico con 5948 spettatori compresi poco meno di 300 tifosi giunti dalla città della Marca. Al termine di una gara combattuta, i ragazzi di coach Dalmasson si sono imposti con il punteggio di 84-78 dopo aver recuperato nel terzo quarto uno svantaggio che si era allargato fino al -9 (38-47). Grande prestazione complessiva di squadra con Green superlativo (29 punti con 12 su 15 al tiro ed 8 rimbalzi), seguito da Da Ros con 12 punti conditi da 7 assistenze. Chiudono in doppia cifra anche Mussini (11 punti) e Bowers e Fernandez (10 punti). Per gli ospiti 17 punti di Antonutti ed 11 punti ciascuno per Imbrò e Swann.  In conferenza stampa coach Pillastrini rileva come Trieste abbia messo in difficoltà Treviso grazie ad un’efficace difesa. Alla De’ Longhi è mancata soprattutto un’efficace circolazione di palla ed ha inoltre subito alcuni canestri facili nel finale. Per Trieste si presenta in sala stampa Marco Legocvich che sottolinea come tutti i giocatori scesi in campo abbiano dato il proprio contributo attraverso un’efficace circolazione di palla, giocando con grande pazienza. Nel terzo quarto abbiamo accusato il colpo ma, grazie anche alla spinta del pubblico, abbiamo reagito con personalità e carattere. A Matteo Da Ros è piaciuta l’intensità messa in campo e la pronta reazione della squadra al momento di difficoltà del terzo quarto. Siamo appena alla prima partita e non dobbiamo pertanto montarci la testa, ma abbiamo bisogno di acquisire maggiore attenzione nella fase difensiva.

L’Alma schiera il seguente quintetto iniziale: Green, Mussini, Prandin, Da Ros e Bowers; Treviso replica con Brown, Sabatini, Musso, Antonutti e Fantinelli. Primi punti di Antonutti a cronometro fermo; tripla di Bowers. Mini allungo trevigiano con Brown e la tripla di Antonutti con i biancorossi che rispondono subito con Mussini e la tripla di Bowers (8-7). Due punti per Brown e per Green, ai quali fa seguito un 2 su 2 di Sabatini dalla lunetta. Tripla di Prandin e due punti di Da Ros per il nuovo vantaggio giuliano (15-11). L’ingresso in campo di Swann lascia il segno con sei punti consecutivi dello statunitense. Entra Cavaliero con una maschera protettiva e fa 0-2 al tiro. Treviso non è precisa ai liberi (3 su 6) mentre Da Ros e Green mettono a referto i punti che valgono il -1 alla fine del primo quarto (19-20). All’inizio del secondo periodo Green impatta con un libero. Il punteggio resta fermo sul 20-20 per quasi quattro minuti ed è Antonutti a muovere il punteggio con due liberi. Il match si ravviva con la tripla di Fernandez alla quale risponde Antonutti. I due liberi di Mussini ed un alley-oop di Da Ros per Green ridanno il vantaggio ai ragazzi di Dalmasson. Il canestro di Fantinelli e due sanguinose palle perse che innescano ancora l’entrata di Fantinelli ed il contropiede con schiacciata di Lombardi consentono a Treviso un nuovo vantaggio (27-30); la bomba di Green è in un certo senso vanificata dal canestro più libero aggiuntivo di Bruttini. Il finale di quarto vede Trieste andare a canestro con Mussini e Da Ros mentre Treviso confeziona un altro canestro con libero aggiuntivo di capitan Fantinelli. I liberi messi a segno da Sabatini a pochi secondi mandano le squadre al riposo lungo con vantaggio per la squadra ospite 36-40. N3l terzo periodo il canestro di Da Ros riporta sotto la formazione giuliana che però subisce il primo parziale importante della gara: 7-0 confezionato da Sabatini, Musso e Fantinelli. Trieste reagisce con 8 punti di Green che risponde alla sua maniera ai 5 punti consecutivi di Musso (46-52). Trieste ragiona in attacco e va a segno con la tripla di Fernandez ed il canestro con elevato coefficiente di difficoltà messo da Cavaliero. Nella bolgia dell’Alma Arena la tripla di Imbrò risulta alquanto indigesta ma il cuore di Trieste è grande e si chiama soprattutto Alessandro Cittadini che si procura un canestro più libero aggiuntivo che fa esplodere l’Alma Arena. L’inerzia rimane nelle mani dei biancorossi che vanno a segno con Fernandez ma che vengono riportati sulla terra da un altro tiro dalla distanza di Imbrò. Un altro canestro di esperienza da parte di Cittadini vale il 60-58, punteggio con il quale si chiude il terzo quarto. È ossigeno puro la tripla di Mussini ad inizio dell’ultimo periodo; ancora Cittadini ed un grande canestro di Da Ros mettono punti tra Trieste e Treviso, con coach Pillastrini obbligato a chiamare time-out per cercare di stoppare il gran momento dell’Alma. Quattro punti consecutivi di Swann rimettono in scia la De’ Longhi (67-63). La coppia americana di Trieste tiene ben salde le redini del gioco biancorosso, rispondendo all’ennesima tripla di Imbrò ed al canestro più libero supplementare di Bruttini. Due giocate di Green, facili all’apparenza, danno il +9 quando manca circa un minuto alla sirena finale. Cinque punti consecutivi di Antonutti non bastano a Treviso per operare un difficile recupero: i liberi messi a segno da Fernandez fissano il punteggio sull’84-78 finale. Appuntamento a martedì, ore 20.30, sempre all’Alma Arena per gara-2 di questa sentitissima ed appassionante sfida.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • MSC Crociere e Fincantieri svelano la nave più grande mai costruita in Italia

  • Trovato senza vita il 58enne triestino scomparso in Istria

  • Scomparso in Istria un triestino di 58 anni

  • Schianto tra moto e scooter in via Fabio Severo: tre feriti a Cattinara

  • Virtus Verona-Triestina 3 a 2 | Le pagelle: brutti e imprecisi, si salva solo Granoche

  • "Estetique B&B" apre in via San Nicolò, la seconda sfida dei 23enni Kevin e Matteo

Torna su
TriestePrima è in caricamento