Venerdì, 25 Giugno 2021
Sport

Il Principe Trieste supera la Forst Bressanone 36-32 e conquista la testa del proprio girone di Poule promozione

Partita gagliarda dei biancorossi, trascinati da Diego Crespo e Udovicic

La quarta giornata di andata della Poule Promozione ha proposto al Palachiarbola la sentita sfida tra il Principe Pallamano Trieste e la Forst Bressanone, incontro definito il “Derby d’Italia” della pallamano. L’incontro ha rivestito particolare importanza poiché era in palio il primato in questo girone della poule promozione che porterà alla formazione del nuovo girone unico nazionale di serie A 2018/19: vittoria triestina per il sorpasso contro un successo altoatesino avrebbe che porterebbe a quattro punti il divario tra le due squadre. Al termine di un combattuto incontro sono stati proprio i ragazzi di Oveglia ad aggiudicarsi i due punti superando la Forst Bressanone con il punteggio di 36-32, davanti ad un caloroso pubblico con rappresentanza di tifosi giunti dall’Alto Adige. Prima rete siglata dagli ospiti ma con due conclusioni vincenti Crespo Diego ribalta il risultato nel giro di un minuto. Partita giocata con gran velocità con il Principe che trova il vantaggio ma che viene subito ripreso dai biancoverdi, a segno soprattutto con Lazarevic, vera spina nel fianco della difesa giuliana. Il primo alllungo arriva tra l’ottavo ed il dodicesimo minuto con le reti di Diego Crespo, Carpanese e Visintin; Bressanone si riporta sotto con Brzic e Lazarevic. Oveglia decide di difendere a uomo su Lazarevic, affidando il compito a Carpanese. Dopo una bella rete in contropiede dello stesso Carpanese la Forst, complice qualche errore dell’attacco biancorosso, riesce ad impattare con le realizzazioni di Brzic, Dorfmann ed il solito Larazevic (12-12). Nel finale di periodo Hrovatin ed Udovicic vanno a segno per il Principe ma Bressanone resta in scia: le due squadre vanno a riposo sul punteggio di 17-15. Nella ripresa va subito a segno Diego Crespo ma la Forst trova la forza di pareggiare (19-19 al quarto minuto con la rete di Ranalter) per poi rimettere la testa avanti due minuti dopo con lo stesso Ranalter (20-21). Il Principe mantiene due reti di vantaggio grazie ad uno scatenato Diego Crespo assieme ad un preciso Udovic. Tra il diciassettesimo ed il ventesimo minuto la difesa biancorossa chiude tutti gli spazi e dà modo all’attacco di confezionare il break decisivo con due reti di Diego Crespo e la segnatura di Di Nardo. Lazarevic approfitta di un paio di palloni gestiti troppo frettolosamente dall’attacco triestino ma sempre la coppia del gol Udovicic / Crespo ricaccia a quattro lunghezze gli altoatesini. Un doppio intervento di Modrusan nel finale chiude definitivamente la contesa: il rigore messo a segno dal giovanissimo Hrovatin (a cui si devono aggiungere le due reti del primo tempo) a due secondi dalla sirena mette il sigillo a questa magnifica vittoria dei ragazzi di Oveglia che possono così festeggiare la testa della classifica e, con sempre maggiori probabilità, il diritto a partecipare il prossimo anno al girone unico della massima serie.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Principe Trieste supera la Forst Bressanone 36-32 e conquista la testa del proprio girone di Poule promozione

TriestePrima è in caricamento