Invasione di campo e insulti: Bologna sanzionata dal giudice. Le tifoserie si scaldano in vista di gara-5

Ammenda di 1000 euro e squalifica del campo per due gare. La "Fossa dei Leoni 1970 - Fortitudo Bologna" chiede 600 posti all'Alma Arena o minaccia la trasferta anche senza biglietti

Costa caro il comportamento dei propri tifosi alla Fortitudo Kontatto Bologna: i continui insulti a Cavaliero, la presenza di un tifoso sotto canestro a 12" dal termine e l'invasione, con spintoni e insulti ai giocatori triestini, da parte di circa 300 sostenitori locali, sono finiti nel mirino del giudice sportivo: «Ammenda da 1000 euro per le offese collettive del pubblico a un tesserato (Cavaliero) e squalifica del campo per 2 gare per l'invasione di campo (presenza di un tifoso sotto canestro) e successiva invasione collettiva a fine gara con circa 300 tifosi in campo, alcuni dei quali hanno spintonato e offeso tesserati della squadra ospite».

Se la tensione di lunedì 5 giugno era palpabile, giovedì 8 giugno l'Alma arena diventerà una vera e propria bolgia infernale, sperando che le forze dell'ordine riescano a prevenire disordini tra tifosi. Tifosi che già si scaldano sui social con la pagina Facebook Fossa dei Leoni 1970 - Fortitudo Bologna che chiede «che per la trasferta di gara 5 a Trieste ci venga concesso il quantitativo di 600 biglietti (pari al 10% della capienza dell'impianto come da regolamento FIP,) e che ci venga data conferma di questi entro sera (oggi, 6 giugno, ndr), così da avere il tempo materiale per organizzare la trasferta. Se non ricevessimo risposta, chiediamo a tutto il popolo Fortitudo di recarsi ugualmente a Trieste senza biglietto per seguire la partita nei locali del luogo e poter stare più vicini alla squadra». Inevitabili poi il dialogo più o meno civile tra i supporter bolognesi e quelli triestini. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Dito medio e "dentro no son proprio andà", pluripregiudicato di Muggia ai domicilari

Torna su
TriestePrima è in caricamento