Sport

L'Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste supera l'Aurora Jesi 83-64

22.15 - a due giornate dalla fine della stagione regolare è sempre più vicina la conquista di un posto nei play-off

La tredicesima giornata del girone di ritorno del Campionato di pallacanestro 2015/2016 di serie A2-Est ha proposto al PalaTrieste “Cesare Rubini” l’incontro tra l’Alma-Agenzia per il lavoro Trieste e le Betulline Jesi. Diversi gli obiettivi per le due formazioni: Trieste a caccia dei punti per conquistare i play-off; Jesi per uscire dalla pericolosa zona play-out retrocessione. Alla fine l’Alma Trieste, davanti a circa 3700 spettatori, ha nettamente superato la squadra di coach Maurizio Lasi con il punteggio di 83-64. Dopo un buon inizio ospite i ragazzi di Dalmasson hanno ripreso in mano l’inerzia della gara, controllando la gara mantenendo un vantaggio medio di quindici punti. Nel finale di partita l’Alma raggiunge il massimo vantaggio di venticinque punti (80-55) e consente coach Dalmasson a gettare nella mischia i giovanissimi Andrea Donda ed Enrico Gobbato. Prima dell’inizio dell’incontro l’Amministratore Delegato Ghiacci, accompagnato dal sindaco Cosolini, ha premiato coach Dalmasson per le 200 gare quale allenatore della pallacanestro Trieste. Durante l’intervallo altra premiazione: questa volta è toccato ai protagonisti dello spareggio salvezza (serie A2) vinto 40 anni fa a Bologna 60-57 sulla Pinti Inox Brescia a ricevere in regalo una maglietta celebrativa dell’incontro.

PRIMO QUARTO

Trieste parte con Parks, Bossi, Nelson, Baldasso e Pipitone; Jesi risponde Greene, Hunter, Paci, Santiangeli e Gueye. Muove il tabellino Greene con pareggio di Parks grazie a due liberi realizzati. Buon approccio alla gara da parte della squadra marchigiana  he confeziona un mini-parziale di 6-0, subito interrotto dalla tripla di Bossi. L’Alma comincia a difendere con maggiore efficacia ed ecco che arriva il primo parziale biancorosso, un 10-0 prodotto dalla premiata ditta Parks & Nelson: dal – 5 si passa al +5 interno (15-10). Il divario si amplia con la fantastica inchiodata di Parks in contropiede ed alla tripla di Aristide Landi, recuperato a tempo di record dal problema al ginocchio e pronto a dare battaglia. La bomba di Aristide chiude il primo quarto con Trieste avanti 26-15.

SECONDO QUARTO

L’Alma mantiene a distanza Jesi nella prima metà del periodo con buone iniziative di Pecile, reagendo alla bomba del -8 realizzata da Gueye con un altro parziale di 11-0 firmato Pecile e Parks e condito con le triple di capitan Coronica e di Bossi.  Nel finale quattro liberi realizzati rispettivamente da Santiangeli e Greene mandato le squadre a riposo lungo con il punteggio di 44-30.

TERZO QUARTO

Bossi realizza per i suoi che rispondono colpo su colpo ai tentativi di rientro dei marchigiani: alla tripla di Santiangeli risponde Nelson con la stessa moneta; lo stesso prePrandin che replica dall’arco alla bomba del folletto Greene che cerca di tenere in partita la squadra nero arancio. È ancora “Sunshine” Pecile a trovare canestri importanti con l’aiuto di Landi. Nel finale di quarto Battisti insacca la tripla e l’ex Maganza trova i punti che chiudono il terzo periodo con l’Alma Trieste avanti 65-52.

QUARTO QUARTO

La prima parte del periodo erge a protagonista la coppia Bossi & Pipitone: il playmaker costruisce e fornisce due assist che il centro finalizza; canestro più fallo per il lungo biancorosso, che trasforma anche il libero aggiuntivo. Con i successivi canestri di Bossi e Coronica (su recupero di Pipitone a metà campo) viene costruito un altro break di 11-0 che di fatto mette la gara in ghiaccio: 76-52 a 5.41 alla fine della gara. Ancora Greene da tre punti e pronta replica di Bossi. Nei minuti finali spazio a Donda per Coronica e Gobbato per Bossi. Per Gobbato due rimbalzi in attacco ed un punto grazie ad un tiro libero realizzato. Jesi rientra con un parziale di 9-0 ma Parks con una perentoria schiacciata esalta gli spettatori. L’incontro finisce con la vittoria dell’Alma-Agenzia per il lavoro Trieste sulle Betulline Jesi 83-64 con i ragazzi di Dalmasson che rimangono sul parquet per i classici selfie con i propri tifosi.

Alla fine il tabellino recita: 17 punti e 4 rimbalzi per Parks; 15 punti per Nelson; doppia doppia per Bossi, autore di 13 punti con 10 rimbalzi catturati; nell’ultimo quarto si vede anche Pipitone con 7 punti e 9 rimbalzi. Quasi nove minuti disputati da Landi, con 5 punti realizzati. 11 punti inoltre per Pecile. Per gli ospiti 19 punti di Greene e 17 di Santiangeli. L’ex biancorosso Maganza chiude con 4 punti e 7 rimbalzi.

Con questa vittoria l’Alma mantiene il settimo posto in classifica e si prepara ad affrontare domenica prossima, sempre al PalaTrieste,  l’Europromotion Legnano. Nel frattempo oggi un altro importante passo è stato compiuto verso la conquista dei play-off.     

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alma-Agenzia per il Lavoro Trieste supera l'Aurora Jesi 83-64

TriestePrima è in caricamento