L'Alma è ancora viva! Soffre nel finale ma supera la Vanoli 91-86, riaprendo la serie.

00:30 - un immenso Dragic ed un altrettanto fantastico Cavaliero conducono l'Alma alla vittoria

PRESENTAZIONE

Terzo atto dei quarti di finale dei playoff scudetto del campionato di pallacanestro “Postemobile” 2018/19: l’Alma, dopo le sconfitte nelle prime due sfide disputate a Cremona, si trova “costretta” a recuperare tutte le forze disponibili per cercare la vittoria ed allungare la serie; lo farà con il sostegno del caloroso pubblico che anche questa sera inonda di rosso gli spalti dell’Allianz Dome: sono infatti 5247 gli spettatori presenti. Le due compagini sono le stesse delle prime due partite, con la squadra condotta da Dalmasson che deve ritrovare Wright e Dragić che hanno disputato due gare un po’ sottotono. Per la squadra lombarda di coach Sacchetti da porre particolare attenzione a Crawford, Diener e naturalmente al “nostro” Michele Ruzzier.

COMMENTO E SALA STAMPA

Trieste, grazie alle prestazioni individuali di Dragić e Cavaliero, supera la Vanoli Cremona 91-86 e tiene viva la serie, conquistando l’opportunità di pareggiare le sfide sabato sera, sempre all’Allianz Dome. Ancora una positiva prestazione per Matteo Da Ros mentre Wright, dopo una positiva stagione regolare, continua a fare fatica: solo 6 punti, frutto di 1 su 9 al tiro e 3 liberi realizzati. 26 punti di Dragić, 16 per Cavaliero, 10 per Da Ros e Sanders. Per gli ospiti Crawford sugli scudi: controllato nel primo tempo (5 punti all’attivo) si è scatenato nei secondi due quarti chiudendo con 26 punti; altri quattro giocatori in doppia cifra: Mathiang 14 punti, Ricci 13 punti Diener e Stojanovic 10 punti.

In sala stampa Sacchetti esordisce così: «stando ad inseguire non puoi più sbagliare niente. Prima abbiamo concesso cose troppo facili. Chi vince ha sempre ragione». Prosegue dicendo che si è trattato di una partita un po’ diversa rispetto a quelle di Cremona. Adesso bisogna ecuperare le energie in vista della partita di sabato. Conclude affermando che «Trieste è una squadra di livello e dobbiamo concedere meno di quello che abbiamo concesso questa sera».

Per l’Alma prende la parola il presidente Gianluca Mauro: «Complimenti ai ragazzi, allo staff ed al pubblico. Questa è la vittoria dei ragazzi e dello staff». Stranamente Dalmasson non si presenta in sala stampa ed è uno dei protagonisti della serata, Daniele Cavaliero, a commentare la gara: «complimenti a Cremona che non ha mollato un secondo. Siamo contenti, abbiamo fatto meno palle perse e meno assist. La voglia di spenderci l’uno per l’altro ci ha portato alla vittoria. Cremona ha segnato canestri difficili ma, a differenza delle prime due gare in cui loro avevano il controllo, la storia questa sera si è ribaltata e quindi la mente è ora rivolta a gara quattro». Afferma infine di fare un po’ di fatica a livello difensivo ma di avere un grande aiuto da parte dei compagni.

CRONACA

PRIMO TEMPO

L’Alma schiera questo quintetto iniziale: Wright, Da Ros, Sanders, Knox e Dragić; la Vanoli risponde con Saunders, Diener, Mathiang, Crawford e Aldridge. Primi punti di Cremona con la schiacciata di Mathiang alla quale risponde Dragić. Canestro più libero aggiuntivo per Da Ros che vale il 5-2 dopo due minuti di gioco. Efficace la difesa giuliana che, con tripla di Dragić si porta sul 14 -6. Bomba di Cremona ma altro canestro più libero di Da Ros. Secondo fallo di Knox a 2.40 alla fine del quarto: al suo posto entra Mosley. Con due triple di Dragić Trieste allunga (23-12) e dopo i due punti di Cremona è Sanders a colpire dall’arco, con immediato timeout chiesto da Sacchetti. Dopo la buona iniziativa di Ruzzier spettacolare alley-oop di Fernandez per Mosley. Il primo quarto si chiude 28-16 tra i convinti applausi del pubblico e con 13 punti messi a referto da Dragić. Il secondo quarto si apre con la tripla di Fernandez, al quale replica Ricci. Un paio di errori in attacco da parte di Trieste riportano Cremona sotto ma ci pensa l’asse Peric-Dragić a riportare il vantaggio interno in doppia cifra (37-27) a 4.16 all’intervallo lungo. Prolungata azione biancorossa con canestro di Cavaliero allo scadere dei 24 secondi. Tripla siderale di Stojanovic alla quale però replica Wright dall’angolo per il 44-30 a 1.45 alla seconda sirena. Ancora Stojanovic dalla media e timeout per Dalmasson ad un minuto esatto alla fine del secondo periodo. Dopo una palla persa in attacco, Sanders si riscatta rubando palla a centro campo per la schiacciata sulla sirena che vale il 47-34, punteggio finale a metà gara.

SECONDO TEMPO

Tripla iniziale di Crawford con canestro pesante di Dragić; ancora dall’arco Stojanovic con il successivo canestro da sotto di Da Ros. Devastante Dragić dall’arco. Sull’altro fronte Crawford si procura un canestro più libero aggiuntivo. Sfida a suon di bombe tra Dragić e Crawford. La tripla di Cavaliero entra ed esce e Cremona con Diener e Stojanovic si riporta sotto (64-57) a 3.30. Un dubbio fallo di Dragić su Crawford manda su tutte le furie il pubblico: Crawford segna 2 liberi su 3 e la Vanoli è a -5. Importante canestro in entrata da parte di Cavaliero, che fa esplodere l’Allianz Dome con la successiva bomba che vale il 69-60 a 1.28 alla terza sirena. Cavaliero assoluto protagonista dell’ultimo minuto di periodo con due triple, l’ultima allo scoccare del 10° minuto del terzo quarto, che si chiude con Trieste avanti 75-62. Tripla di Ricci all’inizio dell’ultimo periodo, alla quale risponde Peric con un canestro da sotto. Due rimbalzi in attacco per Cremona con tripla di Crawford ma immediata risposta dall’arco da parte di Strautins. Quarto fallo di Cavaliero che torna in panchina, sostituito da Sanders. Ancora una palla vagante per gli ospiti che puniscono l’Alma con l’ennesima bomba di Crawford. La tripla di Ricci riporta la Vanoli a -7 ma Sanders riconduce l’Alma in doppia cifra con una bomba frontale per l’83-73 a 4.42 alla fine. Ancora Ricci chirurgico dalla distanza. Due possessi sprecati dalla formazione giuliana e Diener riporta sotto la Vanoli: 83-79 a 1.37 alla fine; Dalmasson chiama timeout per riordinare le idee; al rientro in campo appoggio a canestro fondamentale da parte di Fernandez. Trieste recupera in difesa ma realizza un libero su due tentativi, mentre Crawford martella ancora dalla distanza, riaprendo l’incontro: 86-84 a 18 secondi alla chiusura. Fernandez non chiude la partita realizzando uno solo dei liberi a disposizione. Dall’altro lato Crawford sbaglia dalla lunetta mentre si apre una discussione al tavolo su un presunto tape-in di Cremona sul secondo libero di Crawford: dopo l’esame del video gli arbitri assegnano solamente il punto del tiro libero e coach Sacchetti chiama time-out a 12.2 secondi alla fine. Fallo sistematico e Peric, freddo dalla linea della carità, riporta a tre i punti di vantaggio per i biancorossi, con nuovo minuto chiesto da Cremona per disegnare l’azione di attacco. Saunders perde banalmente il pallone e Cavaliero tramuta in due punti i liberi conquistati. Trieste vince 91-86 e riapre la serie tra i convinti applausi del pubblico. Appuntamento a sabato sera per gara-4.  

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento