Sport

L'Alma sfiora il colpo esterno: Treviso si impone 77-75 nella supersfida del Palaverde (FOTO)

Buona prestazione complessiva dei biancorossi, con un super Pecile nell'ultimo quarto

La prima partita del 2017 per l’Alma Pallacanestro Trieste è coincisa con la prima giornata del girone di ritorno del campionato di pallacanestro serie A2-Est Citroën 2016/2017 ed ha visto i giocatori biancorossi impegnati al Palaverde di Villorba (TV) contro la De’ Longhi Treviso: all’andata, nella prima giornata di campionato, era stata Treviso ad espugnare l’allora PalaTrieste – unica formazione per il momento a riuscirci in questo campionato 2016/2017 – grazie ad un superlativo Davide Moretti nel finale,  ma anche il più ottimista dei tifosi biancorossi non avrebbe potuto immaginare che la partita di ritorno potesse rappresentare una sfida di alta classifica, con l’Alma già qualificata per la Final Eight di Coppa Italia nonostante la partita ancora da recuperare contro la Bondi Ferrara. Alla fine di un incontro combattuto dal primo all’ultimo secondo, la De’ Longhi Treviso è riuscita a spuntarla di misura 77-75 grazie soprattutto ad un fondamentale rimbalzo in attacco di Perry sul libero sbagliato da Rinaldi. In sala stampa coach Pillastrini da un lato si è detto soddisfatto di aver portato a casa una vittoria contro Trieste, una delle migliori formazioni incontrate in questo campionato ma si è altresì rammaricato per alcuni passaggi a vuoto da parte della sua squadra. Per coach Dalmasson è contata la maggior esperienza di Treviso, più abituata di Trieste a gestire queste sfide di alta classifica; di esperienza si è parlato anche a proposito di una domanda sulla partita a tratti incolore di Green, probabilmente autolimitatosi nell’azione dall’ambiente caldissimo del Palaverde e che invece ha esaltato nel finale l’indubbiamente più esperto Andrea Pecile. Praticamente tutto esaurito il Palaverde con 5344 spettatori, tra i quali un centinaio di tifosi biancorossi.  

L’Alma Pallacanestro Trieste è partita con il seguente quintetto: Parks, Bossi, Green, Prandin e Da Ros; la De’ Longhi Treviso ha risposto con  Perry, Moretti, Fantinelli, Ancelotti e DeCosey. Moretti ha iniziato da dove aveva concluso a Trieste, mettendo a referto per i suoi i primi 4 punti dell’incontro. L’Alma, grazie a due triple di Bossi e Green ha messo la testa avanti (4-6) ed ancora con un parziale di 6-0 firmato Da Ros e Green ha allungato sul 14-8; pronta la reazione dei padroni di casa che ha rimesso in parità la sfida con un controparziale di 8-0. La tripla di Bossi a fil di sirena ha coronato un’articolata azione d’attacco biancorossa: il primo quarto si è quindi concluso con l’Alma avanti 19-16. L’inizio del secondo quarto è stato decisamente meglio interpretato dalla De’ Longhi che, con un parziale di 7-0 confezionato dalla coppia Perry-DeCosey ha riportato i biancazzurri di casa sul +4. A questo punto fondamentale è stata la tripla del “Citta” che ha di fatto bloccato il tentativo di fuga della formazione veneta. Infatti Trieste, grazie anche a una buona difesa ed alla bomba di Baldasso ha nuovamente ripreso il comando dell’incontro (29-28). Nel finale di quarto Treviso ha allungato ancora con un parziale di 7-0 propiziato dai 5 punti di Fantinelli ma la tripla finale di Parks ha mandato le squadre a riposo con vantaggio interno di 43-38.  All’inizio del periodo i due punti di Parks hanno riportato sotto l’Alma ma l’inerzia della gara è rimasta nelle mani della De’ Longhi, che ha allungato con un nuovo parziale di 8-0. Trieste non si è però data per vinta ed ha replicato a sua volta con un controparziale di 8-0 confezionato da Parks e Cittadini, costringendo coach Pillastrini a chiamare time-out sul vantaggio interno di 51-48. I punti di Saccaggi hanno ridato ossigeno ai biancazzurri veneti, subito ripresi dalla tripla di Parks ed i due punti del Pec che hanno riportato sotto l’Alma (55-53) alla penultima sirena. Nell’ultimo quarto la De’ Longhi è partita subito con decisione: tripla di Fantinelli e punti di Saccaggi e Negri: Treviso ha perciò tentato l’ennesima fuga ma non ha fatto i conti con Pecile che, nei momenti più caldi della gara, ha saputo prendere in mano la squadra segnando, assieme a Green, i punti che hanno tenuto i ragazzi di Dalmasson incollati ai biancazzurri ma che soprattutto è stato abilissimo a procurarsi i tre tiri liberi che ha insaccato riportando a soli due punti lo svantaggio biancorosso quando mancavano poco più di 36 secondi alla sirena finale. Palpitante l’epilogo: Fantinelli ha segnato il canestro del +4; dall’altra parte Green ha trovato una tripla incredibile che ha riportato i suoi a -1; sono seguiti i liberi trasformati con freddezza da Moretti mentre Parks ha realizzato solamente uno dei liberi concessi. Negli ultimi 10 secondi sono continuati i viaggi in lunetta: questa volta è stato Rinaldi a fallire entrambi i liberi ma Perry ha recuperato un rimbalzo in attacco di importanza assoluta, costringendo al fallo la difesa biancorossa. Anche Perry ha però sentito la tensione del momento (1 su 2) ma, purtroppo per i colori biancorossi, ha fatto peggio Green (0/2) ed il destino ha affidato ancora a Moretti il ruolo di giustiziere di Trieste (77-72 ad un paio di secondi dalla fine); la tripla di Baldasso che si è insaccata sulla sirena ha decretato la vittoria della De’ Longhi Treviso per 77-75, tra un tripudio di sciarpe biancazzurre. Sono usciti comunque a testa alta i ragazzi di Dalmasson, tra gli applausi del centinaio di spettatori giunti a sostegno della squadra.

Il tabellino parla di 21 punti e 9 rimbalzi per Parks, 11 punti per Pecile, dei quali 9 realizzati nell’ultimo quarto e 10 punti per Da Ros e Green. Per i padroni di casa 15 punti sono arrivati da Moretti, 12 da Fantinelli, 11 da Perry e 10 da DeCosey.

Per l’Alma impegno già martedì 10 gennaio a Ferrara per il recupero dell’incontro non disputato con la Bondi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alma sfiora il colpo esterno: Treviso si impone 77-75 nella supersfida del Palaverde (FOTO)

TriestePrima è in caricamento