menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
AA

AA

L'Alma Pallacanestro Trieste soffre ma nel finale si impone su Bergamo Basket 2014 per 85-76

22.40 - confortanti le prestazioni di Bowers e Janelidze, vista l'assenza di Matteo Da Ros. Green determinante nell'ultimo quarto dopo un inizio sottotono.

Dopo le due sconfitte rimediate, seppur di misura, in Romagna rispettivamente contro Forlì ed Imola, l’Alma Pallacanestro Trieste era chiamata a riprendere il suo cammino in campionato affrontando, per la quarta giornata di ritorno del campionato di pallacanestro di Serie A2 “Old Wild West” girone “Est” 2017/18, la formazione del Bergamo Basket 2014 che occupa l’ultima posizione in classifica in compagnia di Roseto. Priva di Matteo Da Ros la formazione triestina si è imposta su Bergamo 85-76 al termine di un incontro equilibrato con Trieste che ha lasciato troppa libertà a Bergamo nel primo tempo per poi risolvere la partita solamente nell’ultimo quarto grazie ad un ritrovato Green. Di sostanza la prestazione di Bowers, autore di 20 punti, otto rimbalzi, sette assist, sei stoppate e 37 di valutazione. Da sottolineare anche i 18 punti del guerriero Janelidze e discorso a parte per Green: zero punti fino a metà del terzo quarto, il numero 5 biancorosso si è sbloccato nel finale chiudendo con 18 punti ed 8 rimbalzi. Rilevante l’apporto di Fernandez in cabina di regia con 10 punti e 9 assist. Per gli ospiti 22 punti ed 8 rimbalzi di Hollis e 19 punti per Solano. In sala stampa le impressioni di coach Ciocca sono positive nonostante la sconfitta: la squadra è rimasta in partita fino ad un minuto e mezzo alla fine, ha lottato applicando quanto studiato in allenamento. Buono l’inserimento di Hollis nei giochi della squadra. L’autostima c’è ma è assolutamente necessario ritornare alla vittoria già domenica prossima nel confronto contro l’Assigeco Piacenza. Per coach Dalmasson la squadra ha risposto nel modo migliore dopo aver concesso a Bergamo di tirare con il 70% da tre punti nei primi due quarti. È comunque soddisfatto della prestazione di tutta la squadra che ha saputo gestire e portare a casa una vittoria dopo una lotta punto a punto, anche in previsione della difficile trasferta di Bologna di giovedì prossimo.

Davanti a poco meno di 5000 spettatori l’Alma schiera inizialmente il quintetto formato da Fernandez, Green, Baldasso, Janelidze e Bowers: Bergamo si presenta con Solano, Ferri, Fattori, Sergio ed Hollis. La prima tripla è targata Sergio; dall’altra parte Janelidze schiaccia in tap in il canestro del 2-3. Replica bergamasca con Hollis, sempre dalla lunga distanza. I ragazzi di Dalmasson recuperano alcuni palloni con una buona difesa e producono un parziale di 8-0 con la tripla di Baldasso ed i punti di Janelidze e Bowers (11-6). Bergamo rientra con un controparziale di 5-0 firmato Hollis e Fattori. Dopo il canestro di Bowers Bergamo mette nuovamente la testa avanti con un’altra tripla di Hollis ed i liberi di Solano (13-16). La nuova situazione di parità arriva con la tripla di Bowers e il libero realizzato da Cittadini. Ancora il numero 55 biancorosso protagonista con tre punti consecutivi ma la tripla di Ferri fissa il punteggio finale del primo quarto sul 21-21. Nel secondo quarto parziale iniziale di 4-0 per la formazione lombarda ma i biancorossi reagiscono alla grande con un 9-0 dalla distanza grazie ai due tiri pesanti di Fernandez ed a quello di Bowers 38-31. La difesa triestina lascia però troppa libertà a Bergamo negli scarichi fuori area e Solano ed Hollis vanno a nozze rispondendo ancora da oltre l’arco (38-39). Canestro più fallo subito da Janelidze che però non trasforma il libero supplementare. Nell’ultimo minuto del secondo quarto gite in lunetta per Solano e Ferri che chiudono con un complessivo 5 su 6 a cronometro fermo: al riposo lungo il vantaggio è esterno (40-44). Nel terzo periodo Bergamo allunga con Solano e Trieste stringe i denti andando a segno con Janelidze che lotta sotto i tabelloni e con Bowers, determinante in difesa (due stoppate nel primo quarto) e proficuo in attacco. I primi punti di Green giungono più o meno a metà del periodo. Dopo i punti di Fattori è seguita un’azione biancorossa che ha fatto scattare in piedi il pubblico triestino: terza stoppata di Bowers e ribaltamento di fronte con assist per Green che inchioda la schiacciata del 50-52. Un parziale di 5-0 da parte di Bergamo, con il solito Solano dalla distanza, complicano le cose in casa Alma che però ritrova Green con una tripla fondamentale ed i liberi di Cavaliero. Il terzo quarto si chiude con Bergamo avanti 57-55. Dopo il canestro di Sanna si rivede il Green dei tempi migliori che prende per mano la squadra realizzando 7 punti consecutivi con un alley-oop di Fernandez che infiamma l’Alma Arena (62-59). Un canestro più libero aggiuntivo di Hollis ed i punti di Solano mettono in apprensione il pubblico che però continua ad incitare la squadra. Un caparbio Janelidze ed ancora Green riportano in vantaggio l’Alma ma un freddo Hollis dalla lunetta ritrova ancora la parità (70-70). Nell’azione successiva fondamentale la tripla di Cavaliero che trasforma anche il libero supplementare; Trieste recupera in difesa e Bowers mette i punti del +6 (76-70). Dopo il canestro di Ferri, Janelidze trova dall’angolo la tripla e poi ancora Bowers per il massimo vantaggio biancorosso (81-72). Bergamo rientra parzialmente con i quattro punti di Hollis e Solano ma la partita è ormai in ghiaccio e rimane solamente il tempo per vedere i due liberi di Fernandez e la spettacolare schiacciata di Green che fissa il risultato finale decretando la vittoria dell’Alma per 85-76 su Basket Bergamo 2014. Due punti importanti in vista della trasferta di giovedì prossimo nell’infuocato palazzetto di Piazzale Azzarita contro la Fortitudo Bologna di coach Boniciolli.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

La ricetta della torta mimosa per festeggiare le donne

social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento