Lunedì, 18 Ottobre 2021
Sport

L'Alma Pallacanestro Trieste supera la Bondi Ferrara 82-66 e mantiene saldamente la quarta posizione in classifica

I ragazzi di Dalmasson solamente nel finale hanno avuto la meglio sul rimaneggiato ma caparbio quintetto ferrarese

La 13ª giornata del girone di ritorno del campionato di pallacanestro – serie A2-Est Citroën ha visto affrontarsi all’Alma Arena le formazioni dell’Alma Pallacanestro Trieste e la Bondi Ferrara. Trieste per mantenere le zone alte della classifica, Ferrara per conquistare la salvezza senza passare dai playout. 4075 spettatori, compresa una trentina di tifosi giunti da Ferrara. Scorrendo il tabellino si segnalano i 20 punti e 10 rimbalzi di Parks ed i 17 punti di Green, senza scordare i 14 punti e 7 rimbalzi di Da Ros e gli 8 importanti punti di Baldasso nonostante lo 0/3 dalla lunga distanza. Per gli ospiti 19 punti di Bowers e 13 di Moreno. In sala stampa coach Adriano Furlani ha lodato la prestazione della sua squadra, rimasta in partita per quasi trentacinque minuti. Per Eugenio Dalmasson l’approccio alla partita è stato troppo “leggero”, ne è dimostrazione il consistente numero di falli commessi. La cosa più importante di questa sera è stata la conquista dei due punti ma nelle prossimne occasioni la squadra deve affrontare le partite con maggior cattiveria.   

PRIMO QUARTO

L’Alma è partita con Parks, Bossi, Green, Da Ros e Cittadini; la Bondi Ferrara ha risposto con Mastellari, Molinaro, Bowers, Moreno e Pellegrino. Inizio di marca ferrarese con la tripla di Molinaro ed il libero di Pellegrino; risposta biancorossa con Green. Altro tiro pesante di Ferrara con Mastellari ma Cittadini ha risposto con la medesima moneta. L’Alma ha quindi recuperato parzialmente lo svantaggio con due punti di Da Ros e con l’azione da quatto punti di Green (tiro dall’arco con fallo subito e libero aggiuntivo). La Bondi ha mantenuto un minimo vantaggio grazie ai canestri di Bowers e le soluzioni da sotto di Pellegrino. Nel finale di periodo è pero arrivato il break biancorosso con parziale di 11-0 e +9 per Trieste (24-15). Il libero di Molinaro ha chiuso il primo quarto sul punteggio di 24-16.

SECONDO QUARTO

Due punti da sotto di Baldasso hanno dato il primo vantaggio in doppia cifra per i giuliani. Trieste ha segnato con il contagocce e non è riuscita a scardinare la difesa a zona avversaria, complice una cattiva percentuale nel tiro dalla distanza, con parecchi errori anche a campo aperto: Ferrara ha così rosicchiato man mano lo svantaggio grazie ai Pellegrino, Bowers ed ai tiri pesanti di Moreno (51-47). Con un altro parziale di 10-2 firmato in gran parte da Bowers, la Bondi ha recuperato quasi tutto il divario (37-35) ma è stato Parks, con una caparbia azione sotto canestro con la conquista di due rimbalzi in attacco ed il successivo canestro più fallo, a ricacciare indietro Ferrara. Analogamente a quanto successo nel primo quarto, un libero su due realizzato da Moreno ha mandato le due squadre al riposo lungo con vantaggio interno (40-36).

TERZO QUARTO

Alla ripresa del gioco, è stato positivo l’approccio dell’Alma, che ha confezionato un parziale di  7-0 firmato Prandin, Pecile (tripla) e Parks. La reazione di una caparbia Ferrara non si è fatta attendere: controbreak di 7-0 con Trieste ancora in difficoltà nell’attaccare la zona e Moreno ancora ispirato dalla distanza. Due buone soluzioni di Bowers ed i liberi di Mastellari  hanno ridato fiato a Ferrara, nuovamente avanti (55-56) con Cittadini ha messo dentro il libero del 56-56, punteggio con il quale si è chiuso in terzo periodo di gioco.

QUARTO QUARTO

La tripla di Mastellari fa esultare i tifosi biancoazzurri sistemati in curva; dopo i due punti di Da Ros, la Bondi ha trovato ancora pronto Bowers (58-61). A questo punto i ragazzi di Dalmasson si sono resi conto che dovevano alzare l’intensità nel gioco, considerato che Ferrara aveva cominciato ad accusare la fatica per le ridotte rotazioni possibili (l’indisponibilità di gettare nella mischia l’acciaccato Cortese e la rottura – in settimana – del rapporto tra Roderick e la società). Ne è scaturito un decisivo parziale di 21-0, propiziato all’inizio da alcune pregevoli giocate di Baldasso, proseguito con un canestro di Da Ros sulla sirena e con i sette punti consecutivi di uno straripante Green e chiuso ancora con la tripla di Da Ros. Ad un minuto e mezzo dalla fine giusto spazio ai giovanissimi Gobbato e Ferraro, con il canestro finale di Prandin che ha posto il sigillo alla tredicesima vittoria consecutiva stagionale tra le mura amiche dell’Alma Arena.   

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Alma Pallacanestro Trieste supera la Bondi Ferrara 82-66 e mantiene saldamente la quarta posizione in classifica

TriestePrima è in caricamento