L'Alma supera nel finale Treviglio 83-72: approda ai quarti di finale dei playoff

Al termine di un entusiasmante testa a testa prevale la maggiore lucidità ed energia dei ragazzi di Dalmasson

All’Alma Arena si è disputato il quinto – e decisivo - incontro  degli ottavi di finale dei playoff promozione tra l’Alma Pallacanestro Trieste e la Remer Treviglio: biancorossi giuliani per difendere il fortino dell’Alma Arena e passare ai quarti; biancoblù lombardi per tentare una missione quasi impossibile, quella di eliminare Trieste a domicilio. Davanti ad 5132 spettatori, compreso un centinaio di tifosi ospiti ed al termine di una vera e propria battaglia sportiva l’Alma ha avuto ragione di Treviglio nei minuti finali superandola 83-72 grazie alle due triple cercate e trovate da Cavaliero. In sala stampa coach  Dalmasson ha sottolineato come questa qualificazione sia stata alquanto sofferta ma anche che vittorie di questo genere contribuiscono ad accrescere l’esperienza della squadra. In queste gare da dentro o fuori l’aspetto mentale è fondamentale e noi siamo stati bravi a mantenere la lucidità nei momenti finali, reggendo l’urto di Treviglio. Per coach Vertemati onore a Trieste per la vittoria ma un plauso ai suoi ragazzi per aver condotto la partita nei binari a loro più congeniali, trovando difficoltà in attacco e in difesa solamente negli ultimi minuti a causa dell’energia sprigionata dal quintetto biancorosso. Al termine della partita va segnalato lo scambio di applausi tra i giocatori trevigliesi e tutta l’Alma Arena, che ha sportivamente ricambiato.  Scorrendo il tabellino troviamo Cavaliero con 23 punti, Parks con 22 punti e 7 rimbalzi ed a seguire Green con 8 punti. Per Treviglio 19 punti di Sollazzo e 13 di Sorokas.

PRIMO QUARTO

Quintetto triestino composto da Parks, Green, Pecile, Cavaliero e Da Ros; formazione lombarda schierata con Sorokas, Marino, Marini, Rossi e Sollazzo. I primi due punti sono stati della Remer con un gancetto Rossi, al quale ha risposto subito Cavaliero con una tripla. La tensione si è subito manifestata, con le difese che hanno prevalso sugli attacchi ed iniziale imprecisione al tiro su entrambi i fronti. Incontro in bilico con minimo vantaggio esterno grazie ad un canestro più libero realizzato da Sorokas (9-11). Parziale biancorosso di 6-0 con i liberi di Parks e quattro punti consecutivi di capitan Coronica che con due penetrazioni ha battuto la difesa lombarda. Ancora Coronica a tenere alta la causa biancorossa mentre Treviglio ha segnato dalla distanza con Genovese e Cesana, impattando alla prima sirena (17-17).

SECONDO QUARTO

Cittadini ha realizzato due liberi con pareggio immediato da parte di Sollazzo. Dopo l’importante tripla di Prandin parziale di 5-0 ospite firmato Marini e Genovese. Grande risposta biancorossa con un controparziale di 7-0 con Parks e Cavaliero. Per Treviglio ha mosso il tabellino Cesana segnando 4 punti consecutivi per i suoi; per contro Cavaliero, grazie a due liberi realizzati ed una situazione di canestro e libero aggiuntivo sfruttata alla perfezione ha dato respiro alla formazione giuliana. Treviglio è stata abile a ricucire nuovamente con un 5-0 targato dai soliti Sorokas e Sollazzo, con Bossi e Da Ros a ribattere. Nel finale sfida fra lunghi con i canestri rispettivamente di Cittadini e di Rossi sulla sirena: squadre negli spogliatoi con Trieste avanti 41-38.

TERZO QUARTO

I biancorossi ha fatto tanta fatica ad attaccare la difesa trevigliese ed anche la serata al tiro non è stata delle migliori; in questo periodo per Trieste ha segnato solamente la coppia USA mentre sulla sponda di Treviglio Sollazzo si è caricato la squadra sulle spalle portandola, con l’ennesima tripla, sul 47-51. Alcune decisioni arbitrali opinabili hanno fatto infuriare il pubblico dell’Alma Arena e sono costate un fallo tecnico alla panchina triestina. Con il canestro di Nwohuocha la Remer ha trovato il massimo vantaggio (50-57) ed è da questo momento che è iniziato il recupero biancorosso che, grazie ad un parziale di 5-0 ha chiuso il terzo quarto sotto di 2 punti (55-57).

QUARTO QUARTO

Trieste è pervenuta alla parità grazie ai due punti di Prandin. Treviglio ha trovato ancora energia in Cesana e Marini che hanno prodotto un nuovo parziale di 5-0 che ha dato respiro ai biancoblu lombardi. L’operazione sorpasso biancorosso è coronata grazie ad un parziale di 9-2 propiziato da un Green che si è ritrovato al momento giusto e da Cavaliero che ha infilato la tripla che ha fatto esplodere l’Alma Arena (68-66). Da Ros ha il braccino corto  e fa 0 su 2 dalla lunetta, consentendo alla premiata ditta Sollazzo & Sorokas di ribaltare nuovamente le sorti dell’incontro (68-70). Gli ultimi due minuti sono stati disputati in una bolgia infernale, con il pubblico a spingere la squadra triestina che ha stretto ancor di più le maglie difensive lasciando tiri difficili a Treviglio ed ha propiziato il break decisivo ispirato da Parks ma finalizzato con le due triple di Cavaliero. Nei secondi finali Parks ha chiuso la partita con un buon 3 su 4 a cronometro fermo e Bossi ha messo il sigillo realizzando sulla sirena la tripla dell’83-72 finale. Si ricomincia già lunedì 15 maggio, affrontando in trasferta l’Orsi Tortona che ha eliminato in gara 5 e non senza difficoltà, la Dinamica Generale Mantova.

Potrebbe interessarti

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

  • Pomodori secchi, proprietà benefiche e preparazione in casa

  • Usi e benefici della lavanda, come coltivare la pianta dal profumo incantevole

I più letti della settimana

  • Addio agli aloni su finestre e specchi, come lavare i vetri di casa

  • Schianto mortale a Sant'Andrea: 54enne perde la vita

  • Ristoranti di pesce nel mirino, 55 mila euro di multe, nove denunce e cinque chiusure

  • Quattrocento posti per diventare operatore socio sanitario, al via i corsi gratuiti

  • Polli: "Non fuggono dalla guerra, sono palestrati", ma è una foto del cantante Tequila Taze

  • Come lavare i cuscini in modo corretto, consigli utili

Torna su
TriestePrima è in caricamento