Sport

La Pallamano Principe Trieste soffre ma costruisce nel finale la vittoria sulla Forst Bressanone per 26-20

22.45 - rimangono invariate le prime quattro posizioni in classifica

La terza giornata del girone di ritorno del campionato di pallamano  di Serie A 2016/2017 – Prima Divisione Nazionale – Girone A ha proposto quello che nell’ambiente della pallamano viene definito “Il Derby d’Italia”, ovvero la sfida tra la Pallamano Principe Trieste e la Forst Bressanone; davanti ad un folto pubblico, con un manipolo di tifosi giunti dalla città altoatesina, la formazione biancorossa triestina ha avuto la meglio sui biancoverdi altoatesini con il punteggio di 26-20. Privi di Cosic per un lungo periodo, questa sera Hrvatin ha trovato in Carpanese (cinque reti) un importante terminale offensivo.  Buon inizio per il Principe che costruisce un primo vantaggio grazie anche ad alcune eccellenti parate di Thomas Postogna. Complice qualche imperfezione giuliana in fase offensiva, nel giro di due minuti è arrivata la reazione della Forst, capace di mettere la testa avanti grazie ad un break di tre reti. I ragazzi di Hrvatin hanno difficoltà nel contenere il terzino Lazarevic che è andato a segno con continuità, mantenendo i suoi in vantaggio: 6-8 a sei minuti dalla fine del primo tempo. L’inserimento di Carpanese ha prodotto i suoi frutti: sue due delle tre realizzazioni che hanno consentito al Principe di recuperare sulla Forst chiudendo il primo tempo in parità (9-9), con le difese che hanno prevalso sugli attacchi. Alla ripresa dei giochi il Principe ha cercato di difendere con maggiore efficacia sulle incursioni di Lazarevic ma senza successo, considerato che la Forst ha ripreso in mano l’inerzia della gara, costruendo nuovamente un vantaggio di due reti (13-15) fino all’undicesimo minuto. La svolta della partita è arrivata da una situazione di doppia superiorità numerica (sanzionato anche Lazarevic) a favore del Principe che viene sfruttata appieno grazie ad un break di 3-0 con reti di Carpanese, Anici ed il tiro di rigore di Oveglia (16-15 al 13.38); dopo il pareggio firmato da Slanzi i ragazzi di Hrvatin hanno trovato la maniera di bloccare Lararevic organizzando una difesa individuale prima di Radojkovic e successivamente di Muran. Tra i pali si è distinto anche Modrusan che, con alcuni decisivi interventi, ha dato il la alla riscossa biancorossa, culminata con il parziale di 4-0 costruito da Radojkovic (2 reti), Pernic e Carpanese. Il solito Lazarevic ha bloccato il tentativo di fuga biancorossa, che però è successivamente riuscito con un altro parziale di 3-0 che ha dato il massimo vantaggio ai biancorossi quando mancavano cinque minuti alla sirena finale (24-18). Partita in totale controllo per Visintin & Co., con Modrusan che ha anche neutralizzato il tiro di rigore di Lazarevic, e con la rete di Anici nel minuto finale che ha sancito la vittoria giuliana per 26-20. Nulla cambia in testa alla classifica con il Principe che mantiene la terza posizione con sei punti di vantaggio sull’Alperia Merano. Il campionato si ferma ora per circa un mese: appuntamento a sabato 21 gennaio 2017 con la trasferta a Cassano Magnago. Buon anno a tutti!

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Pallamano Principe Trieste soffre ma costruisce nel finale la vittoria sulla Forst Bressanone per 26-20

TriestePrima è in caricamento