Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

La Triestina si aggiudica per 4-2 l'importante sfida salvezza con il Giorgione.

16.50 - Dopo il 2-0 del primo tempo, scoppiettante ripresa con le reti di Rocco e Milicevic che hanno risposto alle due reti su altrettanti rigori del Giorgione.

Il "Rocco" finalmente caldo applaude con convinzione i ragazzi di Ferazzoli, autori di una positiva prestazione casalinga, fondamentale per riaprire il discorso della salvezza diretta. La difesa alabardata si è ben disimpegnata, respingendo con ordine le folate degli attaccanti veneti, che sono riusciti a realizzare solamente dal dischetto, di cui il secondo decretato don generosità dal signor Palermo di Bari. In attacco il tridente ha punto (due reti di Manzo, poi Rocco e Milicevic) con Proia in palla che ha condotto con autorità il centrocampo, servendo buoni palloni per le punte. Prossima domenica appuntamento a Pedavena contro l'Union Ripa la Fenadora per rendere sempre più concreta la possibilità di evitare i playout.

PRIMO TEMPO

Al 2° minuto prima azione per gli alabardati con un tiro da fuori di Proia, sul fondo. Giorgione pericoloso al 6° con un calcio di punizione battuto forte in area ma respinto in angolo dalla difesa triestina. Nessuno sviluppo dal corner. 14°: bell’anticipo di Proia a metà campo che imbecca subito Rocco: il tiro dell’attaccante alabardato è bloccato in uscita da Bevilacqua. Al 28° la Triestina passa: appoggio di Proia sulla sinistra per Rocco che mette in mezzo: Manzo tira ed infila a fil di palo alla destra di Bevilacqua. Un minuto dopo raddoppio alabardato ancora con Manzo che dal limite scocca un tiro che il portiere riesce solamente ad alzare ma non quanto basta per evitare il gol. Al 37° viene ammonito Baggio per gioco scorretto. Un minuto dopo qualche brivido in area alabardata, con Di Piero costretto ad uscire di testa per chiudere un contropiede del Giorgione. Al 41° ancora pericoloso il Giorgione con un tiro da fuori di Vugo, respinto da Di Piero. Dall’altro versante incursione velocissima di Rocco che mette in mezzo ma non c’è nessun alabardato pronto a raccogliere. Al 44° ammonito Episcopo per un brutto fallo su Proia e Piscopo per proteste. Un minuto di recupero. Al 46° l’arbitro manda le due squadre a riposo. Applausi per la prestazione dei ragazzi di Ferazzoli.

SECONDO TEMPO

Al 4° minuto Rocco cerca di portare scompiglio in area veneta ma la difesa mette in angolo: nessuno sviluppo sul corner. All’11° la Triestina sostituisce Manzo, uscito tra gli applausi, con Giordano. Il Giorgione sostituisce Prosdocimi con Zanin e Giacomazzi con Eberle. AL 16° occasione per gli alabardati su punizione di Proia, una sorta di corner corto: il tiro in area viene respinto con apprensione dalla difesa veneta. Al 21° una punizione, ancora battuta da Proia, viene deviata in angolo da Bevilacqua. Sul corner susseguente Bevilacqua respinge alto di pugno, riprende Rocco che di testa mette in rete. Inutile la respinta di Bevilacqua, con il pallone che aveva interamente superato la linea di porta. Al 25° palo di Episcopo. Un minuto dopo rigore concesso al Giorgione; batte Vigo che spiazza Di Piero con un preciso tiro alla sua sinistra.  Al 28° quarta rete per la Triestina con Milicevic che recupera una palla al limite dell’area  e batte Bevilacqua con un preciso rasoterra. Al 29° altro rigore per il Giorgione per presunto atterramento in area di un attaccante veneto. Il tiro di Mattioli viene ben respinto da Di Piero ma il pallone viene ripreso dallo stesso Mattioli che appoggia in rete. Al 31° la Triestina sostituisce Milicevic con Celli. Un minuto dopo ammonito Crosato per sgambetto. Proteste del pubblico triestino per un precedente fallo su Proia non fischiato.  Al 37° Triestina vicina alla rete con Proia: il suo tiro dal limite è di poco alto sopra la traversa. Al 41° palo anche per gli alabardati, al termine di un’incursione di uno scatenato Rocco: il tiro del numero 11 triestino è deviato sul palo da un difensore del Giorgione. Al 43° la Triestina sostituisce Proia con Aquilani. Applausi anche per Proia da tutto il “Rocco”. Tre minuti di recupero assegnati dall’arbitro Palermo di Bari. Al 48° l’arbitro fischia la fine dell’incontro: abbracci della panchina alabardata e ragazzi tutti sotto la curva Furlan a raccogliere gli applausi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Triestina si aggiudica per 4-2 l'importante sfida salvezza con il Giorgione.

TriestePrima è in caricamento