menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'Edera Hockey Travolge il Fanalino di Coda Arezzo 26 a 3.

E’ obiettivamente difficile raccontare una partita finita 26-3. Quali sono i meriti del vincitore e quali invece i demeriti del perdente? Dal nostro punto di vista l’analisi è molto semplice: l’Edera ha nel proprio roster due extraterrestri di...

E' obiettivamente difficile raccontare una partita finita 26-3. Quali sono i meriti del vincitore e quali invece i demeriti del perdente?

Dal nostro punto di vista l'analisi è molto semplice: l'Edera ha nel proprio roster due extraterrestri di nome Dave Hammond e Josh Laricchia. L'Arezzo no.

In foto l'ederino De Vonderweid e l'aretino Cusleri, due promesse dell'hockey italiano

All'Arezzo non sono bastati due rinforzi del calibro dei fratelli Nahtigal, schierati a sorpresa, per limitare i danni: anzi, se andiamo a verificare il risultato della gara d'andata, ci accorgeremo che i toscani, in quell'occasione senza i due sloveni, pur nella debacle, avevano ottenuto un risultato migliore (2-21).

Senza addentrarci nella cronaca del match, troppo ricca per essere commentata, non possiamo esimerci dal dire che alcune giocate da veri prestigiatori del duo nordamericano sarebbero valse da sole il costo del biglietto.

D'altro canto che dire di una coppia che ha realizzato fin qui 76 gol in campionato, tanti quanti quelli realizzati da tutto il Monleale, squadra seconda in classifica e solamente uno in meno del Vicenza, terza in classifica e squadra costruita per vincere lo scudetto?

Altri numeri: dei 149 gol subiti dalla difesa aretina, 47 sono stati realizzati dall'Edera, dei quali 20 siglati dal solo Hammond. E ancora, con 47 gol il bombardiere canadese ha, da solo, realizzato più marcature dell'Arezzo (34), del Latina (46), dell'Empoli (33) e del Cittadella (46).

Come sostengono gli esperti, probabilmente il duo dei miracoli non basterà per rivincere lo scudetto, il roster al momento è troppo corto, aggiungono, ma chissenefrega.

Poter assistere a certe giocate è un piacere incommensurabile per noi che amiamo l'hockey.

Ritornando alla partita, ottima la prestazione del goalie Peruzzi, non sempre protetto alla perfezione da una difesa nella quale ha esordito da titolare il giovanissimo Ethan Turco, classe '96. Qualche errore di inesperienza da parte sua specialmente quando ha dovuto confrontarsi con Stephan Nahtigal ma positiva nel complesso la sua prestazione così come quella dell'altro giovane, Emanuele De Vonderweid, sempre nel vivo delle azioni e autore di una rete.

Partita di ordinaria amministrazione per il resto del team, attento più che altro ad innescare i due "fenomeni" ed a prodigarsi in consigli per i più giovani del gruppo.

Per quanto riguarda l'Arezzo, è piaciuto in maniera particolare il giovane Massimiliano Cuseri, senz'altro il migliore dei suoi.

Edera - Arezzo 26-3 (p.t. 16-1)

Edera: Peruzzi (p), Chiappetta (p), Frizzera (2), Montanari, Turco, Laricchia (7), Tiinus (3), Hammond (11), De Vonderweid (1), Andreotti (2), Pitacco.

Arezzo: Boschi (p), Rossi (p), Belnava, Lotti, Gori, Montanari Luca, Gaverini, Cuseri (1), Tognozzi, Bini, Patriarchi, Nahtigal Stephan (1), Nahtigal Rok (1).

Classifica:

Edera * 33, Monleale 26, Vicenza 24*, Milano e Asiago 23, Padova* 15, Cittadella* 12, Empoli 6, Latina 3, Arezzo 3.

(*) una partita in meno.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento