Domenica, 16 Maggio 2021
Sport

L'Unione Pareggia in Extremis a Gemona... Vince l'Ufm

Una giornata potenzialmente da fuochi d’artificio si trasforma nell’inatteso allungo dell’Ufm che espugna Azzano Decimo, mentre l’Unione non va oltre l’uno a uno sul campo di un’arcigna Gemonese, vedendo così la capolista fuggire a +4. I padroni...

Una giornata potenzialmente da fuochi d'artificio si trasforma nell'inatteso allungo dell'Ufm che espugna Azzano Decimo, mentre l'Unione non va oltre l'uno a uno sul campo di un'arcigna Gemonese, vedendo così la capolista fuggire a +4.

I padroni di casa si affidano ai guizzi del capitano Marco Rossi, unico elemento in pratica a stazionare nella metà campo alabardata, mentre il resto dei compagni si sistema pressoché stabilmente sui 25/30 metri, creando un vero e proprio muro davanti a Tusini. Mister Costantini deve fare a meno di diversi giocatori, lanciando Da Ros al posto di Venturini, confermando Di Carlo con l'altro 'under' Lapaine basso a destra, rispolverando Paolucci accanto a Sangiovanni in cabina di regia con Franciosi e Muiesan chiamati a pungere in attacco.

L'avvio sembra incoraggiante, meno di un minuto e Franciosi fugge sulla destra, il suo cross dal fondo risulta però troppo lungo per Muiesan e Di Carlo in area piccola. Gli alabardati fanno la partita, la Gemonese serra le fila ma, almeno in avvio, qualche spazio lo concede. Triestina ad un passo dal vantaggio al 14' quando Muiesan, dopo un pregevole lavoro ai 18 metri, indovina un mancino secco che esce di poco a lato con Tusini fuori causa.

Il momento sembra propizio, ma ad andare in vantaggio sono i padroni di casa al minuto 18: lancio lungo dalle retrovie, Marco Rossi scatta alle spalle di tutti i difensori, la posizione sembra chiaramente di fuorigioco ma la terna lascia giocare, il capitano friulano non si lascia pregare e fredda Del Mestre in uscita con un preciso rasoterra sul palo lungo. Vane le proteste di capitan Vianello e compagni, l'Unione si ritrova immeritatamente sotto ma, a parte un immediato tentativo di Da Ros dal limite fuori di un soffio, subisce nei minuti successivi il colpo inferto dalla Gemonese, faticando da lì in poi nella costruzione di manovre efficaci anche a causa della manica piuttosto larga dell'arbitro Cappelletto, estremamente clemente nei confronti del gioco maschio dei padroni di casa.

Si arriva così alla mezz'ora, ad una conclusione debole di Stampetta risponde un'inzuccata altrettanto debole di Muiesan, la gara si fa sempre più spigolosa ed i ragazzi di Cortiula, lasciati fare, ne approfittano senza farsi tanto pregare. Il primo tempo non regala altro, solo un sinistro fiacco di Marco Rossi su azione confusa in area, oltre ad una punizione di Sangiovanni controllata da Tusini senza patemi. Arriva l'intervallo con la Gemonese sorprendentemente avanti, molto cinica in attacco e decisamente tonica quando si tratta di fermare il possesso alabardato, con mezzi spesso oltre il limite.

La ripresa parte subito con un botta e risposta, corner corto di Sangiovanni con Vianello messo giù in area sul primo palo, Cappelletto lascia correre. Capovolgimento di fronte e la squadra di Cortiula sfiora il clamoroso raddoppio: azione insistita di Cadò sulla sinistra, rimpallo vinto prima con Lapaine poi con Piscopo, ingresso in area da sinistra e diagonale che termina a lato di pochissimo sull'uscita disperata di Del Mestre. Passano i minuti, diminuisce il tempo a disposizione mentre la tensione si fa sempre più elettrica, con colpi proibiti e momenti di tensione anche tra le due panchine. Dentro Monti per Da Ros, ci prova Franciosi su punizione dai 18 metri, la palla però gira distante dai pali di Tusini.

Al 19' ci si mette pure la sfortuna, quando il palo su un mancino da fuori di Sangiovanni strozza in gola l'esultanza dello straordinario pubblico alabardato, caloroso ed incessante anche col punteggio negativo. A rendere ancor più difficile la gestione mentale della rimonta arriva l'annuncio del vantaggio Ufm sul campo dell'Azzanese, l'Unione risente forse inconsciamente della 'notiziaccia' concedendo ai padroni di casa la possibilità del raddoppio in contropiede, ma Del Mestre con un balzo felino arpiona il pallone sull'inserimento in piena area di Cadò. Nell'ultimo quarto d'ora dentro Venturini per Paolucci, tutto per tutto a caccia almeno del pari, risultato comunque più che legittimo considerando la storia del match. Uno a uno solo sfiorato al 33', quando Lapaine sottomisura arriva con una frazione di secondo di ritardo su un invitante cross di Cipracca.

Cortiula se possibile si copre ancor di più, togliendo elementi a centrocampo per aggiungere altri difensori. Il muro non scricchiola particolarmente, un paio di mischie vengono sbrogliate dal coraggioso Tusini, lo storico successo per i padroni di casa sembra a portata di mano, almeno fino all'inizio dei cinque minuti di recupero. Al 90' infatti arriva il pareggio alabardato: azione insistita sulla destra, centro teso nel cuore dell'area di rigore, batti e ribatti clamoroso con nove elementi della Gemonese in pratica sulla linea di porta per aggiungersi a Tusini, Venturini dal dischetto indovina tuttavia l'unico pertugio disponibile, la palla si insacca ed arriva il sacrosanto pareggio. Il recupero trascorre con il vano assalto dei ragazzi di Costantini, a caccia di un successo in extremis che purtroppo non arriva.

Finisce così un pomeriggio maledetto per la Triestina, in una giornata difficile da digerire sotto tanti punti di vista, al termine di una gara comandata dall'inizio alla fine, ma nella quale stava per prevalere la grinta dei padroni di casa al cospetto del superiore tasso tecnico alabardato. Il discorso primo posto non è chiuso, ma l'Ufm oggi pomeriggio ha inconfutabilmente sferrato una stoccata chirurgica in chiave primo posto.

GEMONESE CALCIO - UNIONE TRIESTINA 2012 1-1 (I°t. 1-0)

MARCATORI: Marco Rossi 18'pt, Venturini 45'st

GEMONESE CALCIO (4-5-1): Tusini; Zucca, Mini, Candussio, Persello; Cargnelutti (Bortolotti 72'), De Baronio (Canci 77'), Dri, Stampetta, Cadò; Marco Rossi (94' Max Rossi). A disp: Dominici, Frosh, Casarsa, Serafini. All. Cortiula

UNIONE TRIESTINA 2012 (4-4-1-1): Del Mestre; Lapaine, Piscopo, Vianello, Cipracca; Da Ros (Monti 57'), Paolucci (75' Venturini), Sangiovanni, Di Carlo; Franciosi, Muiesan. A disp: Zetto G., Sessi, Hasler, Kalin, Marcuz. All. Costantini

ARBITRO: Cappelletto (Sez. Treviso). ASSISTENTI: Versamento (Pordenone) e Mauro (Udine)

NOTE: Spett. 1000 circa, con folta rappresentanza da Trieste. Recupero: 0' e 5'. Angoli: 11-0 per la Triestina. Ammoniti: Candussio, Mini, Stampetta (Gem), Paolucci, Venturini (Ts)

Emilio Ripari per www.unionetriestina2012.com (clicca per entrare nel sito ufficiale)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'Unione Pareggia in Extremis a Gemona... Vince l'Ufm

TriestePrima è in caricamento