rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Sport

Maurizio Micheli e Tullio Solenghi al Bobbio (ad aprile) con "l'Apparenza Inganna"

Arriva finalmente anche nella nostra regione la nuova produzione della Contrada-Teatro Stabile di Trieste, “L’apparenza inganna”, che sarà ospite di alcuni teatri del circuito dell’Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia da giovedì 15 a...

Arriva finalmente anche nella nostra regione la nuova produzione della Contrada-Teatro Stabile di Trieste, "L'apparenza inganna", che sarà ospite di alcuni teatri del circuito dell'Ente Regionale Teatrale del Friuli Venezia Giulia da giovedì 15 a domenica 18 marzo.

Forti di una commedia che sta spopolando da mesi in tutta Italia, Maurizio Micheli e Tullio Solenghi - al terzo anno di collaborazione con lo Stabile privato triestino dopo le due fortunate stagioni di "Italiani si nasce" - portano in scena nella duplice veste di protagonisti e curatori dell'adattamento "L'apparenza inganna", tratta dall'omonimo testo di Francis Veber.

La vicenda del protagonista, Pino Tricarico, contabile diligente e uomo mite senza qualità, prende l'avvio dal suo licenziamento ad opera del direttore del personale, Ercole Spadoni, collega violento e volgare che lo ha sempre deriso considerandolo un'emerita nullità. Questa ennesima tegola che si abbatte sul poveretto, oltre al divorzio dalla moglie di cui è ancora innamorato e al fatto che il figlio non lo consideri minimamente, lo porta a contemplare il suicidio. Fermato in tempo dal vicino di casa, sarà proprio quest'ultimo ad escogitare uno stratagemma per salvargli il posto di lavoro: fingersi gay (così che la dirigenza non proceda con il licenziamento per paura di mobilitare le associazioni omosessuali).
Tricarico, dapprima riluttante, accetta di buon grado il nuovo ruolo generando una serie di reazioni esilaranti, prima fra tutte quella rudemente omofoba di Spadoni. In breve, però, la sua nuova identità gli procura un insospettabile successo su tutti i fronti e ribalta completamente le sue sorti, in ufficio, nella società e anche nella vita privata, trasformandolo da oscuro contabile a icona del movimento omosessuale.

Accanto a Maurizio Micheli nel ruolo di Tricarico e Tullio Solenghi in quello di Spadoni, si muove in scena la stessa compagine di "Italiani": Massimiliano Borghesi, Paolo Gattini, Adriano Giraldi, Fulvia Lorenzetti, Matteo Micheli, Marzia Postogna e Enzo Saturni.
Le scenografie de "L'apparenza inganna" sono state ideate da Alessandro Chiti, mentre i costumi sono di Andrea Stanisci, le musiche di Massimiliano Forza, arrangiate da Fabio Valdemarin, e il disegno luci di Bruno Guastini. Firma la regia Tullio Solenghi.
Nuova produzione della Contrada-Teatro Stabile di Trieste, "L'apparenza inganna" ha debuttato a metà gennaio a Faenza, raccogliendo applausi e consensi, fra le altre, nelle piazze di Milano, Torino, Bologna, Bari, Napoli e Trento.
In questa prima incursione in Friuli Venezia Giulia, organizzata in collaborazione con l'ERT, lo spettacolo sarà in scena giovedì 15 marzo all'Auditorium Aldo Moro di Cordenons (ore 21.00), venerdì 16 al Teatro Comunale Ristori di Cividale del Friuli (ore 20.45), sabato 17 al Teatro Italia di Pontebba (ore 21.00) e domenica 18 al Teatro Mons. Lavaroni di Artegna (ore 20.45).
Quindi "L'apparenza inganna" proseguirà per il suo ultimo mese di tournée nelle Marche, in Veneto, Toscana e Liguria - a fine marzo a Firenze, ai primi di aprile a Genova - ritornando nella nostra regione a metà aprile, dove lo spettacolo concluderà il suo primo anno di tournée dal 13 al 22 al Teatro Orazio Bobbio di Trieste.
Informazioni: 040.390613; contrada@contrada.it; www.contrada.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maurizio Micheli e Tullio Solenghi al Bobbio (ad aprile) con "l'Apparenza Inganna"

TriestePrima è in caricamento