Sport

Memorial Gianni Cudicio, oltre 200 partecipanti al via

Foto Roberta Radini

Sabato scorso si è disputato il Memorial Gianni Cudicio ed il Gruppo Sportivo San Giacomo per questa 8ª edizione ha voluto cambiare il percorso rispetto al passato, per la prima volta appoggiandosi alla struttura “Le Foglie del Carso” di Trebiciano. Il tracciato di 6,5 km, prevalentemente su sterrato e quasi sempre ondulato, ha trovato il favore di oltre 200 partecipanti. Ricordiamo che la gara era valida per il circuito del Trofeo Provincia di Trieste come punteggio di Società.

Dopo lo scatto bruciante di un atleta che ha percorso un chilometro da leader, salvo poi essere inghiottito dal gruppo, le posizioni si sono iniziate a definire, con Alessandro Zacchigna della Sportiamo affiancato da Matteo Bianchini. Il giovane della Trieste Atletica, fresco di matura, era comprensibilmente poco allenato e dopo un paio di chilometri ha iniziato a pagarne le conseguenze, andando a perdere terreno. Moreno Mandich, portacolori della Sportiamo come il battistrada, è un mezzofondista veloce a cui non si addicono sicuramente questi terreni; non a caso ha recentemente conquistato l’argento nella staffetta 4x400 categoria SM40 ai campionati italiani master tenutisi ad Arezzo. Lo stesso Mandich e poco dopo anche Riccardo Remualdo della Pool Sport hanno superato uno stanco Bianchini, che alla fine ha dovuto accontentarsi della quarta posizione (25’01”), lasciando il podio a Zacchigna, vincitore in 24’01”, seguito da Mandich (24’14”) e Remualdo, al suo primo podio in una gara FIDAL (24’51”). Quinto, anche lui al suo miglior piazzamento in carriera, Davide Spinelli della Promorun, a conclusione di una bella performance in progressione (25’18”).

Sportiamo protagonista anche in campo femminile, con Giulia Schillani che non teme la rivalità di atlete più giovani del CUS piuttosto che della forte staranzanese Alessandra Lena, in forza all’Atletica Buja. La Schillani ha trionfato piuttosto agevolmente con il tempo di 25’57”, giungendo 11ª assoluta. Le cussine Chiara Ruzzier e Gaia Tomassini, allenandosi sempre assieme, hanno anche seguito una condotta di gara analoga fino a quando, nel finale, la Ruzzier ha cambiato passo andando a riprendere la Lena, che così ha commentato: «Non mi ero non nemmeno accorta di averla dietro, e quando l’ho fatto era ormai troppo tardi». Pertanto le prime cinque donne sono risultate Giulia Schillani (25’57”), Chiara Ruzzier (26’40”), Alessandra Lena (26’46”), Gaia Tomassini (27’28”) ed infine, dopo una piccola rimonta, Amina Bizmana della Trieste Atletica (28’35”).

Per la classifica di Società, primi i “padroni di casa” del San Giacomo con 27 presenze, secondo il Val Rosandra (23) e terza la Bavisela (18).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Memorial Gianni Cudicio, oltre 200 partecipanti al via

TriestePrima è in caricamento