menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Museo Revoltella. Ultimi Giorni di Apertura della Mostra "Trieste-Suez. Storia e Modernità nel Voyage en Egypte di Pasquale Revoltella"

Ci sarà tempo fino a domenica 4 novembre per visitare la mostra al Museo Revoltella di Trieste (ogni giorno ore 10-18, chiuso il martedì). Sabato 3 novembre alle ore 16 i visitatori potranno approfittare dell'ultima visita guidata gratuita...

Ci sarà tempo fino a domenica 4 novembre per visitare la mostra al Museo Revoltella di Trieste (ogni giorno ore 10-18, chiuso il martedì). Sabato 3 novembre alle ore 16 i visitatori potranno approfittare dell'ultima visita guidata gratuita, compresa nel prezzo del biglietto, a cura dei Servizi Educativi del Museo. Ottima l'affluenza registrata fino ad ora con oltre 8.500 presenze registrate, per una media di circa 107 persone al giorno. L'esposizione è realizzata dal Comune di Trieste e dal Museo Revoltella, con il contributo della Provincia di Trieste e della Fondazione CRTrieste, per ricordare il 150° anniversario del viaggio compiuto nell'inverno 1861-1862 da Pasquale Revoltella, il fondatore del Museo, per effettuare un sopralluogo al Canale di Suez, assieme a una delegazione triestina. Una mostra che è stata il punto di partenza anche per lo studio e la catalogazione di materiale inedito attinente a questo progetto e presente nelle collezioni museali triestine. Un'occasione preziosa tanto che queste ricerche, che proseguiranno anche a mostra conclusa, sono state raccolte e sono in corso di pubblicazione.

Il viaggio è il tema centrale di questa esposizione, diretta Maria Masau Dan e coordinata da Susanna Gregorat. I ricordi del viaggio in Egitto di Revoltella, iniziato il 28 ottobre 1861 con il piroscafo del Lloyd Austriaco "Neptun" fino ad Alessandria e proseguito con la ferrovia e in carovana scortata da beduini fino a Suez, sono stati raccolti con tanta dovizia di particolari da Louis Corboz in un diario tenuto giornalmente, che il visitatore trova in mostra.

Ma anche viaggi immaginari, quelli nel passato più remoto compiuti dagli archeologi e dagli esploratori, e viaggi raccontati per immagini dagli illustratori e dai fotografi. Viaggi "diplomatici" nelle capitali europee, Parigi e Vienna, faticosi per l'impegno delle trattative ma anche per le interminabili giornate passate a bordo delle carrozze. Dell'ampia dotazione di vetture a cavalli posseduta da Pasquale Revoltella sembra sia sopravvissuta solo la carrozza, esposta per la prima volta dopo un accurato restauro insieme alle livree dei suoi cocchieri.

La mostra non parla solo di viaggio, ma ci accompagna per mano, grazie anche alle ricche spieghe a cura di Vanja Strukelj e Luisa Crusvar e a un percorso che si snoda nei tre piani della dimora di Revoltella seguendo un andamento cronologico, alla scoperta della Trieste dell'Ottocento, nuova Porta d'Oriente, che ambiziosa guarda all'Egitto. Si addentra nello spirito dell'epoca e in quella che fu per il barone Revoltella la sua "magnifica ossessione", ovvero la costruzione del Canale di Suez, valorizzando la ricca documentazione sull'argomento presente nelle collezioni del Museo. E infine, grazie ai numerosi interventi audio e video, sottolinea l'analogia fra gli anni di Pasquale sottolinea l'analogia fra gli anni di Pasquale Revoltella, dominati dalla fiducia nel progresso della tecnica, nell'illimitata capacità dell'uomo di superare i suoi limiti e dal frenetico dinamismo di una società "universale", e l'età contemporanea caratterizzata dalla rivoluzione culturale della tecnologia digitale.

Ingresso: ? 6,50 intero, ? 4,50 ridotto

INFO: tel. 040/6754350 - biglietteria@comune.trieste.it - www.museorevoltella.it

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento