Sport Muggia

“Next Off”: la Scienza tra Arte, Musica e Sociale - il Programma di Oggi (sabato)

«Un’ulteriore opportunità di incontro e riflessione sull’energia creativa» spiega l’Assessore comunale all’Educazione Antonella Grim Nel grande “campus” di Trieste Next 2013 proseguono domani (sabato) e domenica anche gli incontri e gli eventi...

«Un'ulteriore opportunità di incontro e riflessione sull'energia creativa» spiega l'Assessore comunale all'Educazione Antonella Grim

Nel grande "campus" di Trieste Next 2013 proseguono domani (sabato) e domenica anche gli incontri e gli eventi di "NEXT OFF", "scienza tra arte, musica e sociale", l'iniziativa promossa dal Comune di Trieste, più specificamente rivolta alla "scienza tra arte, musica e sociale", in sinergia con alcune importanti realtà del territorio attive nel "contemporaneo": Consulta Giovanile, Centro Iniziative Culturali Z04, Art Projects Association, Dolomiti Contemporanee, Etrarte, Cappella Underground, Trieste Contemporanea, Chamber Music, Panorama Giustinelli, Zoe Food e Bere Bene.

«Un'ulteriore opportunità di incontro e riflessione sull'energia creativa con la quale - come spiega l'Assessore comunale all'Educazione Antonella Grim - abbiamo voluto approfondire ulteriormente il programma di "Trieste Next", creando interessanti novità con performances artistiche, spettacoli musicali e di valenza sociale, dedicate anche ai bambini e ai giovani grazie alla partecipazione 'in rete' di enti e associazioni che operano sul territorio, ognuno "collegandosi" al tema dell'acqua, fil rouge del grande 'laboratorio scientifico' di Trieste Next 2013».

Qui di seguito gli appuntamenti di sabato 28 settembre di questa speciale "tappa" di "NEXT OFF":

- ore 14, Piazza Verdi, inaugurazione di "REPERTI"
Nel giugno del 2013 gli artisti delle associazioni artistico-culturali di Trieste - Centro Iniziative Culturali Z04 e Art Projects Association, APA - hanno recuperato diversi oggetti dal fondale del Canale di Ponterosso grazie alla collaborazione dell'associazione Trieste Sommersa Diving. Gli oggetti sono stati conservati e "bonificati" per creare un'installazione che interpreti l'acqua come elemento di trasparenza e di sostenibilità ambientale, con interventi su ciò che non si vedeva più a causa dell'affondamento in mare, rovesciando in tal modo il sistema di riferimento ove la dualità dell'acqua viene proposta come conservatrice di oggetti "morti" che possono, però, risorgere a nuova e diversa esistenza. L'opera, legata insieme da interventi di fiber art e realizzata da Giuliana Balbi, Patrizia Bigarella, Raffaella Busdon, Qing Yue e Franco Rosso, rappresenta una trasformazione profonda che ripropone il tema della rinascita, del rinnovamento, del riciclo, ove una sedia posizionata innanzi all'installazione invita a riflettere su temi che toccano non soltanto ciò che viene prospettato esteriormente, ma forse anche ciò che attiene al proprio ciclo esistenziale. Dopo l'inaugurazione, l'artista Qing Yue presenterà FISH WATCHING, una breve performance-sfilata con ragazze e ragazzi che indossano abiti creati, ricliclati e dipinti dalla stessa, in tema col mare.

- ore 17, atrio della Camera di Commercio, piazza della Borsa, presentazione de "INSIEME ARTISTICAMENTE: L'ACQUA E LA TUTELA AMBIENTALE"
È l'acqua e la tutela ambientale il tema trattato dai soci-pittori di Coop Consumatori Nordest nella 4^ edizione della mostra di pittura "Insieme artisticamente". Le opere esposte offrono un momento di riflessione sull'importanza di questo "bene" così prezioso e così spesso poco considerato e valutato: la pittura diventa così un messaggio che ognuno può interpretare personalmente, facendone non solo un godimento ma anche una ricchezza. Alla mostra, partecipano non solo i soci-pittori di Coop Nordest, ma anche di Legambiente e del WWF, tutti accomunati dalle stesse finalità. L'esposizione vuole essere anche un contributo da offrire a tutta la cittadinanza in occasione dell'"Anno dell'Acqua".

- ore 17, Aquario Marino, presentazione di "UPOKEIMENON"
Frutto della partnership tra Dolomiti Contemporanee e Trieste Next, l'esposizione collettiva Upokeimenon vede impegnati tredici giovani artisti contemporanei. Il corpo principale dell'esposizione viene realizzato nel Nuovo Spazio espositivo di Casso. Importante e significativa la sezione della mostra che si svolge all'interno dell'Aquario Marino di Trieste. Qui due artisti, Daniela Di Maro e Dimitri Giannina, hanno sviluppato una riflessione volta a collegare la regione dolomitica, originatasi molti milioni di anni fa in ambiente marino, e la specifica identità della struttura dell'Aquario. Le opere prevedono l'utilizzo di diversi media quali installazioni, video, performance. Maggiori informazioni sulle opere in mostra a Casso e Trieste su www.dolomiticontemporanee.net. (N.B.: questa presentazione, già in programma presso Panorama Giustinelli, è stata spostata all'Aquario per lasciare spazio alla performance dell'artista Dimitri Giannina dal titolo H2-ON, aperta al pubblico).

- ore 18, via Giustinelli 13, presentazione del progetto "PANORAMA SITE SPECIFIC"
Gli interventi artistici per PANORAMA SITE SPECIFIC sono il risultato di una selezione che suggerisce un dialogo fra l'opera e l'ambiente che la ospita. Le installazioni di Mattia Campo Dall'Orto, Alessandro D'Isanto, Cristina Gori, Michela Gregoretti, Stefano Katunar, Giulia Marsich, Emmanuele Panzarini e Lara Trevisan si mettono in relazione dichiarata con la città che le osserva, oltre le ampie vetrate panoramiche di Panorama Giustinelli, "appartamenti con vista" che diventano il nuovo spazio vitale dell'opera che "abita" il contesto. Il visitatore diventa l'ospite inatteso che osserva le relazioni che nascono fra un tableau vivant della città e i "nuovi abitanti" di questi residenze. Curatrici del progetto sono Susan Petri (Progetto ARTEFATTO) e Elena Tammaro (ETRARTE). Seguirà, alle ore 18.30, l'incontro curato dall'Associazione ETRARTE dal titolo CREATIVITÀ E RIUSO SOCIALE DEGLI SPAZI, spazi dismessi come magneti delle energie creative presenti sul territorio e incubatori di progettualità sociale. Il dibattito verrà moderato da Francesca Agostinelli, critico d'arte e giornalista, e vedrà gli interventi di Maria Campitelli, Presidente del Gruppo 78, Gianluca D'Incà Levis, curatore di Dolomiti Contemporanee, Andrea Dapretto ed Elena Marchigiani, Assessori del Comune di Trieste rispettivamente al Demanio, Patrimonio, Lavori Pubblici e alla Pianificazione Urbana, Mobilità e Traffico, Edilizia Privata e Ileana Toscano, Presidente dell'Associazione Kallipolis.

- ore 20, piazza dell'Unità, Agorà della Scienza, conversazione e proiezione su "I GIORNI DEI MOSTRI E DELLE ASTRONAVI"
Nel 50° anniversario del primo Festival della Fantascienza di Trieste, La Cappella Underground/Trieste Science+Fiction Festival propongono una conversazione tra Fabio Pagan, giornalista scientifico ed esperto di fantascienza, e Daniele Terzoli direttore di Trieste Science+Fiction, kermesse che dall'anno 2000 ha raccolto il testimone della manifestazione originaria. Per l'occasione sarà proiettato il documentario d'epoca, incentrato sul Festival e prodotto nel 1965, "I giorni dei mostri e delle Astronavi" di Italo Soncini. Il Festival del Film di Fantascienza è stato la prima manifestazione cinematografica di rilevanza internazionale organizzata nel Friuli Venezia Giulia. Fu fondato nel 1963 da un gruppo di giornalisti e critici, scrittori ed esperti della materia provenienti in parte dall'esperienza della Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia e in parte dal settore della stampa del capoluogo giuliano, sotto l'egida dell'Azienda Autonoma di Soggiorno e Turismo di Trieste e con base logistica al Castello di San Giusto. Attraverso una formula che includeva nel programma lungometraggi di fiction provenienti da tutto il mondo (in corsa per il premio Asteroide d'Oro), cortometraggi, documentari, filmati di animazione, rassegne retrospettive, mostre d'arte ed esposizioni scientifiche, il Festival si consolidò come un appuntamento centrale delle estati triestine, proiettando il capoluogo giuliano tra i mondi del futuro e traghettando verso la città, nell'arco di venti edizioni fino al 1982, grandi personalità del cinema e della letteratura come Forrest J. Ackerman, Brian Aldiss, Carroll Baker, Arthur C. Clarke, Roger Corman, Umberto Eco, Harry Harrison, Antonio Margheriti, Frederik Pohl, Bertrand Tavernier.

- ore 21, piazzetta di Via delle Mura, "NEXT CONTINENTAL BREAKFAST"
Si tratta di un'azione performativa di Emanuela Marassi, curata da Trieste Contemporanea in collaborazione con Etrarte e il Comune di Trieste. Interpretata dall'attrice triestina Sara Alzetta con le musiche elettroacustiche di Pietro Polotti ed i costumi concepiti e realizzati da Fiora Gandolfi, la performance è una rielaborazione del lavoro performativo della Marassi presentato nel 2005 al Castello di Lubiana e tratta il dramma dell'insufficienza di risorse idriche. Emanuela Marassi è un'artista triestina formatasi sotto la guida del grande costruttivista sloveno August Cernigoj. Espone dagli anni '70 in mostre in Italia e all'estero. Tra le sue ultime importanti presenze a Trieste la mostra Beauty al Museo Revoltella (2007) e la mostra Ramemare al Museo Carà di Muggia (2013). Sara Alzetta è un'attrice triestina, interprete sensibile e poliedrica nel teatro e nel cinema. Da alcuni anni si è avvicinata alla sperimentazione video e alle arti visive in generale, lavorando come performer per diversi artisti. Pietro Polotti insegna Musica elettronica al Conservatorio "G. Tartini" di Trieste. Ha svolto attività di ricerca sul design del suono in ambito interattivo presso le Università di Verona e lo IUAV di Venezia. È parte del Gamelunch group (www.soundobject.org). Nel 2008, ha iniziato con Maurizio Goina dando il via al progetto EGGS sulla sonificazione interattiva del gesto (www.visualsonic.eu). Fiora Gandolfi, giornalista, disegnatrice, fotografa e performer. Vive in una casa ancorata fra tre canali, come un Burchiello, nel centro assoluto di Venezia.

E ancora, nell'ambito del programma "TRIESTE NEXT PER I RAGAZZI E I BAMBINI"

- alle ore 9.30, in piazza dell'Unità, l'ASS n. 1 "Triestina", con il Comune di Trieste e ARPA FVG, presenta il questionario sull'acqua rivolto ai ragazzi e alle ragazze dei Ricreatori comunali, per parlare di acqua come determinante della salute delle persone e dell'ambiente, e presentare i progetti sul territorio.

- alle ore 12, in piazza dell'Unità, la stessa ASS n. 1 "Triestina", in collaborazione con il Comune di Trieste e con il patrocinio di Federsanità, affronta il tema delle ristorazioni collettive in termini di salute individuale e sostenibilità ambientale, con particolare riguardo al ruolo multifunzionale del "ristorante scuola" (la nutrizione e l'educazione alimentare, la sostenibilità sociale, ambientale e etica, le tutela delle culture locali e delle tradizioni) e alla dieta sostenibile secondo la FAO. A seguire degustazioni di sane e golose centrifughe a base di frutta e verdura a cura di Zoe Food.

Foto di Gabriele Persi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Next Off”: la Scienza tra Arte, Musica e Sociale - il Programma di Oggi (sabato)

TriestePrima è in caricamento