Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Pallacanestro: Alma batte Treviglio con un green magistrale (FOTO)

Trieste si qualifica ai quarti di finale, aggiudicandosi anche il terzo confronto della serie con la Remer e chiudendo anticipatamente

L’Alma Trieste si qualifica ai quarti di finale, aggiudicandosi anche il terzo confronto della serie con la Remer Treviglio e chiudendo anticipatamente: i biancorossi offrono un’altra grande prestazione, convincendo in trasferta e mettendo in vetrina un Green (6/10 da due, 1/2 nelle bombe, 8/8 ai liberi, 14 rimbalzi, 7 recuperi e 40 di valutazione) extra lusso. Al PalaFacchetti, coach Dalmasson opta per il turnover con Baldasso e Coronica, facendo rientrare in campo Juan Fernandez dopo la “pausa” di GaraDue: dall’altra parte, i lombardi ripropongono Voskuil al posto di Easley.
Trieste parte subito bene, con l’accoppiata Green – Cavaliero a colpire da tre e Bowers che realizza un canestro: è 11 – 4 biancorosso, ma dall’altra parte il giovane Mezzanotte tiene in vita la Remer con sette punti praticamente consecutivi. La formazione di coach Dalmasson è vivace a rimbalzo, specialmente in attacco, e questo procura innumerevoli seconde possibilità che Trieste sfrutta al meglio: Green è attivissimo in questo frangente e da una sua riapertura arriva la bomba di Bowers che costringe Vertemati al time out (8 – 17 a 4’36’’ dalla prima sirena). Sempre “Green Airlines” è protagonista, con un paio di recuperi che portano l’Alma ad aumentare progressivamente il divario: Cittadini entra e segna quattro punti praticamente di fila, mentre il team locale sbaglia tutto, anche dalla lunetta. Il primo quarto è esclusivo territorio dell’Alma, che chiude sul 13 – 30 e in apertura di seconda frazione tocca anche il +22, dopo un fallo antisportivo fischiato a Voskuil su Janelidze.
Coach Dalmasson ha però la sua bella gatta da pelare, che risponde al nome di “falli commessi”: il reparto lunghi è in emergenza sotto questo punto di vista, anche perchè entrambe le squadre vanno ben presto in regime di bonus. Pecchia (4/6 da due, 1/2 nelle triple, 7 rimbalzi e 7 falli subiti) cerca di caricarsi sulle spalle la squadra trevigliese: le sue iniziative in penetrazione fruttano il 25 – 39, ma è brava l’Alma a rintuzzare ogni tentativo di rimonta, prima con un pregevole gioco a due Cavaliero – Bowers e poi con una rubata con lay up di Green. Più diciotto per Trieste (25 – 43) a 3’40’’ dall’intervallo lungo: continuano, però, i problemi di falli dei biancorossi, con Janelidze che commette la sua quarta penalità. Treviglio prova a recuperare con la bomba di Marino e un canestro di Borra, che chiudono il secondo quarto sul 36 – 47.
La ripresa parte con Green protagonista: Cavaliero e Da Ros servono assist pregevoli per i voli dell’americano, che sconquassa i ferri del PalaFacchetti (38 – 55). L’Alma è attentissima sulle linee di passaggio e sulle palle vaganti: la squadra locale riesce a vivere minuti di recupero con il suo momento migliore quando Frazier (6/17 dal campo, 10/13 in lunetta) segna una bomba e capitan Rossi converte un rimbalzo offensivo (43 – 55), ma poi su un contatto fra lo stesso capitano trevigliese e Prandin si accende un nuovo parapiglia. Contatto fra i giocatori di ambo le formazioni, poi Voskuil entra in campo direttamente dalla panchina: risultato? Espulsione dell’USA di Vertemati, con Prandin e Cavaliero che segnano i liberi e Green che va a segnare il 43 – 61. Il folletto Frazier cerca di mettersi in proprio e si accende: sei punti di fila del playmaker classe ’95 portano Treviglio sul meno dodici a fine terzo quarto.
L’ultima frazione inizia con uno scambio di canestri tra Fernandez e Frazier: l’accoppiata con Mussini e “Lobito” funziona alla grande, tanto che Trieste continua a condurre in doppia cifra. La Remer cerca il recupero in ogni maniera, ma contro quest’Alma c’è poco da fare: semigancio di Da Ros e bomba di Cavaliero ed ecco che i triestini si allontanano nuovamente (59 – 76). Gli ultimi minuti sono un tripudio biancorosso, con il seguito di tifosi che festeggia la qualificazione ai quarti di finale e passerella conclusiva anche per Schina e Deangeli: il play classe 2001 fissa il rotondo +20 che sancisce il 3 – 0 e regala l’ennesima perla di questo campionato.

TREVIGLIO – TRIESTE 62 – 82
Remer Treviglio: Pecchia 12, Dincic, Marino 5, Palumbo 2, D’Almeida, Mezzanotte 8, Rossi 5, Voskuil, Planezio, Frazier 23, Borra 7. All. Vertemati
Alma Pallacanestro Trieste: Fernandez 4, Green 23, Mussini 8, Schina 2, Deangeli, Janelidze 2, Prandin 9, Cavaliero 13, Da Ros 7, Bowers 8, Loschi, Cittadini 6. All. Dalmasson ?Parziali: 13-30; 36-47; 49-61
Arbitri: Cappello di Porto Empedocle (AG), Boscolo di Chioggia (VE) e Mafie di Preganziol (TV)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallacanestro: Alma batte Treviglio con un green magistrale (FOTO)

TriestePrima è in caricamento