Trieste "schianta" Cremona, Dalmasson: "Orgoglioso degli uomini che alleno"

Il coach della Pallacanestro Trieste in sala stampa dopo la convincente prova contro la Vanoli. "Sono orgoglioso del pubblico che ci ha aiutato in modo clamoroso". L'abbraccio fraterno con il triestino Daniele Cavaliero

Eugenio Dalmasson

"Dico solo due cose che mi vengono dal cuore: sono orgoglioso degli uomini che alleno e del pubblico". Le parole sono quelle del coach della Pallacanestro Trieste, Eugenio Dalmasson al termine della partita che ha visto i biancorossi vincere di 17 punti contro la Vanoli Cremona. "Tra la gente di Trieste e la squadra negli ultimi tre anni si è costruita un'empatia clamorosa. La gara di oggi era importante per mille motivi, ma il pubblico ci ha dato una grossa mano fin dai momenti prima della palla a due". 

L'abbraccio con Cavaliero

Il basket a Trieste oggi ha vissuto con ogni probabilità una delle pagine più belle della sua recente storia. Alla fine del match Dalmasson è stato "fotografato" in un abbraccio fraterno con Daniele Cavaliero. "Chi è di Trieste queste cose le vive in maniera particolare - ha aggiunto il coach - e assieme a Coronica e agli altri che hanno contribuito alla cavalcata dell'anno scorso, siamo stati quelli che abbiamo sofferto di più". 

Oggi potevamo parlare noi

"Siamo stati coinvolti con l'anima e con il cuore - così ancora Dalmasson - ed è normale aver sofferto, fa parte del nostro lavoro". "Durante la settimana avevamo letto e ascoltato tanto e tutto. Oggi era il primo momento in cui dovevamo e potevamo parlare noi. E l'abbiamo fatto nell'unico modo che conosciamo, vale a dire giocare, bene, a basket". 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Piano cottura ad induzione: vantaggi, costi e consumi

  • Topi, muffa e sporcizia in un bar di via Carducci: sequestrati gli alimenti

  • In carcere 18enne per l'accoltellamento di scala dei Giganti, parte della gang del "Kalashnikov"

  • Gang del "Kalashnikov", la Polizia Locale incastra "Kappa"

  • Incidente sulla curva Faccanoni: un ferito

  • Giovanni Gargiulo è Mister Trieste 2019

Torna su
TriestePrima è in caricamento