menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pallacanestro Trieste, sconfitta al fotofinish a Mantova

90 a 83 è il risultato finale di una partita mozzafiato. Nonostante il recupero la squadra biancorossa non è riuscita a conquistare la vittoria

Un arrivo in volata contraddistingue la seconda partita di campionato della Pallacanestro Trieste 2004: è la Dinamica Mantova a spuntarla al termine, con il 90-83 finale contraddistinto da un bel recupero giuliano negli ultimi dodici minuti di gara, quando il -21 che si era materializzato al “PalaBam” al 28’ sembrava aver indirizzato anticipatamente il match nelle mani dei virgiliani. Ritmi blandi nei primi tre minuti, con la Dinamica avanti per 4-0 con due canestri firmati rispettivamente da Di Bella e Moraschini. I primi punti giuliani arrivano da un appoggio al tabellone di Landi, a cui seguono due schiacciate di Parks e Zahariev e una tripla di Pecile: arriva in questo modo il primo vantaggio giuliano al 6’ sull’8-9, momento in cui Mantova trova un acuto con il 5-0 di parziale targato Ndoja-Moraschini (13-9).

I virgiliani vanno sul +6 col 2/2 di Simms in lunetta, prima di due triple di fila imbucate da Landi per il 15-15: la parità sul parquet rimane inalterata sino allo scadere di quarto, quando una tripla di Hurtt consegna il 20-17 al 10’ in favore dei padroni di casa. E’ più che discreto l’inizio triestino di seconda frazione, con i biancorossi che restano agganciati alla Dinamica sul 22-21 del 12’ (schiacciata di Parks e due liberi di Canavesi). Nonostante una nuova “bomba” segnata da Hurtt, Trieste resta molto concentrata in attacco, trovando buone azioni in pitturato e guadagnando due gite in lunetta con Zahariev e Parks (3/4 globale). Mantova abbozza una prima accelerata, con i tre punti di fila di Di Bella e una conclusione dai 6 metri e 75 di Amici, tuttavia i giuliani limano momentaneamente lo svantaggio con la tripla di Zahariev (37-32 al 18’).

Gli ultimi due minuti sono favorevoli a Mantova, abile a piazzare un break di 8-2 con Moraschini e Gergati, quest’ultimo dalla lunga distanza: il massimo svantaggio triestino della prima metà di gara arriva proprio a ridosso della seconda sirena, sul 45-34. Nonostante una partenza di terzo quarto ad handicap, con il 51-36 Dinamica grazie al 2+1 di Di Bella, Trieste ha un sussulto con il parziale di 5-0 firmato da Canavesi prima (buon tiro dall’angolo) e dalla tripla di Pecile (51-41). Nel momento migliore giuliano della frazione, la Dinamica scappa però nuovamente via nel punteggio: sono Ndoja e Hurtt a mettere dodici punti in tutto, per il +18 virgiliano al 26’. Sembra essere questo lo strappo decisivo per le sorti della partita, col 66-45 di due minuti più tardi, tuttavia gli ospiti sono abili a ricucire progressivamente buona parte del gap, sfruttando l’asse Pecile-Parks: prima il break di 10-1 nel finale di quarto (67-55), poi un ulteriore parziale di 10-0 in favore di Trieste, sino al -2 sul 67-65. Di Bella e Ndoja ridanno ossigeno a Mantova dopo molti minuti a secco in attacco, è quindi Hurtt a regalare otto lunghezze di vantaggio ai padroni di casa sul 75-67.

Con Parks costretto a uscire per cinque falli al 35’ e il 3/3 ancora di Ndoja dalla linea di carità, la Dinamica torna in doppia cifra di vantaggio sull’80-69: Trieste non demorde, trova la tripla con Landi per il -8 e si avvicina ulteriormente agli avversari con il 2+1 di Zahariev (81-77 a 2’12’’ alla fine). Il punteggio resta in bilico sino a 30’’dall’ultima sirena, quando Di Bella infila una “bomba” assieme a due liberi, imbucati qualche secondo più tardi: è in questo modo che la Dinamica distanzia definitivamente una Trieste volenterosa, ma ancora troppo a corrente alternata.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Ricette tipiche della Carnia: i Cjarsons

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Il Fvg resta in zona arancione

  • Cronaca

    Covid: i guariti superano i contagi, in calo terapie intensive e isolamenti

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento