Pallacanestro Trieste, dialogo con un investitore svizzero

L'interesse è stato divulgato questa mattina dalla stessa società con una nota. "Non vi sono al momento, decisioni o indirizzi strategici, ma a fronte di un incontro cordiale, approfondito e concreto, sono moderatamente ottimista" così Gianluca Mauro

ll presidente della Pallacanestro Trieste Gianluca Mauro ha avuto ieri un incontro con Astmar SA, società svizzera che sarebbe interessata ad investire nel basket triestino. La società svizzera, rappresentata dall'avvocato Alessandro Carbone, è stata fondata a Lugano nel 2015 da Fabio Massa e, come si legge sul sito moneyhouse, è attiva nel ramo di "esercizio di società partecipate". 

Secondo il portale delle piccole e medie imprese della Confederazione Elvetica "la società anonima (SA) è, con 112’518 società, la forma giuridica prediletta, questo perché offre vantaggi in termini di responsabilità e prescrizioni sul capitale anche alle piccole imprese". 

Le parole di Mauro

“L’incontro del 12 luglio - ha dichiarato Gianluca Mauro - va considerato come un primo passo, un’occasione di approfondimento tra le parti. Non vi sono, come è naturale, al momento, decisioni o indirizzi strategici, ma a fronte di un incontro cordiale, approfondito e concreto, sono moderatamente ottimista".

"Ritengo, in ogni caso, che sia estremamente positivo per la Pallacanestro Trieste rientrare nella sfera di interesse di società di questo rango, business e visione: è un concreto segnale che il lavoro svolto in questi anni dalla Pallacanestro Trieste è stato di buona levatura e deve necessariamente essere uno sprone a continuare a lavorare ancora meglio, con l’entusiasmo di sempre” così il presidente della PT. 

Continua invece la corsa all'abbonamento. E' di ieri la notizia che la società ha venduto 1.200 abbonamenti. “Questo conferma il concreto supporto e il valore dei nostri tifosi” ha concluso Mauro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Riccardo Scamarcio in piazza Unità: battibecco con Telequattro e poi le scuse

  • Incidente in strada nuova per Opicina: due minorenni feriti, uno grave

  • Terribile schianto in Slovenia, morto sul colpo un triestino di 89 anni

  • Class action contro il "Sogno del Natale", molti triestini chiedono il rimborso dei biglietti

  • Strada nuova per Opicina, terzo schianto in meno di 24 ore

  • Atti osceni in luogo pubblico in corso Saba: nei guai 58enne

Torna su
TriestePrima è in caricamento