Domenica, 24 Ottobre 2021
Sport

Pallamano: l'Alabarda Opicina batte in extremis il San Vito - Marano

I gialloneri ritrovano il successo in campionato grazie ad un gol di Gaggero a 30”, dopo un primo tempo passato ad inseguire

Il 2015 dell'Alabarda Onoranze Funebri Opicina si apre con un successo conquistato a fil di sirena; è stata infatti una rete di Gaggero (siglata a 30” dal termine) a decidere il match con il San Vito - Marano Vicentino. 20-19 il risultato finale dell'emozionante contesa, valevole per l'ottava giornata del torneo cadetto, e  disputatasi ancora una volta davanti ad una bella cornice di pubblico. La disamina del match inizia dallo scioglimento dei dubbi di formazione.

Laurini deve fare a meno di capitan Marchionni, Temeroli e in extremis anche di Camarda, ma rispetto all'ultima uscita del 2014 il coach recupera Muran, Gaggero, l'esperto Sardoc e Rongione. Come vice-Benvenuti c'è Alessandro Sala, alla terza presenza stagionale. Rinviato, invece, l'esordio del nuovo innesto Marco Varesano. L'Opicina inizia il match in maniera scolastica; la difesa è ordinata, ma priva della grinta e fisicità che l’ha contraddistinta negli ultimi 24 mesi. In attacco i giochi vengono messi in atto, ma anche dal di fuori si intuisce che i gialloneri non hanno del tutto eliminato le scorie della sconfitta di Malo. Quello che manca a Varesano e compagni è infatti un pizzico di consapevolezza nei propri mezzi, il San Vito - Marano Vicentino intuisce il timore insito nei padroni di casa e prende inizialmente in mano il pallino del gioco. Per tutta la prima frazione a condurre sono proprio i vicentini, ma l'Opicina psicologicamente tiene botta e risponde colpo su colpo; mai infatti gli ospiti riescono a segnare il gol del +2, grazie anche agli interventi di Benvenuti. In attacco a tenere in partita l'Alabarda sono nell'ordine Gaggero, Rongione e Varesano; per quest'ultimo cinque reti nella sola prima frazione, compresa quella del 7-7 di metà gara.

La ripresa inizia con un'Opicina meno timorosa, e più battagliera. Dandri si sblocca e porta per la prima volta i suoi in vantaggio (minuto 32'). Sarà lo stesso numero 7 giallonero a regalare il primo doppio vantaggio nel match (10-8 al 36'). I gialloneri avrebbero in un paio di occasioni la palla del +3, ma il gol non arriva. Il San Vito, compatto e coriaceo, resta aggrappato al match. Gli sforzi dei vicentini vengono ripagati al 46' con il gol del 13-13, ad opera di Locallo. Muran prende per mano i suoi e firma il nuovo break a favore dell'Opicina, che passa a condurre sul 17-15. Benvenuti poco dopo neutralizza un tiro dai 7 metri del predetto Locallo. Lo striscione del traguardo sembra avvicinarsi sempre più per l'Alabarda, ma il San Vito con orgoglio si rifà sotto e impatta a quota 17 (rete di De Marchi). Inzia così una sorta di tempo supplementare da soli 4'. L'esperto Sardoc (positivo il suo impatto nell'arco dell'incontro sia in fase difensiva che offensiva) sigla il nuovo vantaggio. Ciriello in contropiede segna il 19-17, ma anche questa volta l'Alabarda si fa nuovamente rimontare. Coach Laurini spende l'ultimo time-out per organizzare l'ultima sortita offensiva, , quando al termine mancano solamente 100". Attacco che viene felicemente finalizzato da Gaggero con un tiro dalla distanza. Gli ospiti hanno anche la palla del pari-beffa, ma Benvenuti con un guizzo certifica il quarto successo stagionale, il secondo consecutivo tra le mura amiche. L'Alabarda Opicina chiude così il girone di andata a quota 12 punti (sei in più della passata stagione), a contatto con la zona podio.

Per quel che riguarda prettamente la prestazione con il San Vito - Marano Vicentino (a cui va reso l'onore delle armi), va sottolineata la ritrovata tenuta psicologica dei gialloneri, dopo la nefasta trasferta di Malo. Positivo anche l'impatto sul match della panchina, con l'Opicina capace di iscrivere ben 8 giocatori a referto. Ora i giuliani avranno quindici giorni per preparare al meglio il prossimo impegno, quello del 7 febbraio con la capolista Musile.

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA - SAN VITO / MARANO VICENTINO 20-19 (p.t. 7-7)

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Sala, Ciriello 2, Cosoli, Custodio, Dandri 2, De Sanctis, Gaggero 2, Muran 5, Perini 1, Rongione 1, Sabadin, Sardoc, Varesano 6. All. Laurini

SAN VITO / MARANO VICENTINO: Righele, Mocevic, Balasso 3, Locallo 3, Schiavon 1, Ruaro, Cavedon 7, Zaltron, Saccardo, De Marchi 2, Fabris 1, Valenzi, Festa 2, Dalla Riva. All. Stedile

ARBITRO: Dragovic

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano: l'Alabarda Opicina batte in extremis il San Vito - Marano

TriestePrima è in caricamento