Sport

Pallamano, quadrangolare “Hmt", terzo posto finale per l'Alabarda Opicina

Per la squadra di coach Laurini, in crescita rispetto alla vernice con lo Jadran Kozina, un ottimo banco di prova contro tre avversarie (Emmeti, Secchia e Leno) di pari categoria

L’Alabarda Onoranze Funebri Opicina chiude al terzo posto il quadrangolare “HMT di Mestrino, alle spalle dei padroni di casa dell’Emmeti (imbattuti nella kermesse) e alla Pallamano Secchia. Per la squadra di coach Laurini, in crescita rispetto alla vernice con lo Jadran Kozina, un ottimo banco di prova contro tre avversarie (Emmeti, Secchia e Leno) di pari categoria. Il tutto nonostante le assenze del terzino olandese Van Den Dungen, del pivot titolare Temeroli e del jolly Perini.

Inizio incoraggiante di competizione, ma non surrogato dai risultati per l’Alabarda. Nel primo incontro i gialloneri, tengono egregiamente l campo contro il quotato Secchia (8-8 il parziale al minuto 15); nel finale però gli emilani (forti di una condizione atletica migliore) piazzano la fuga, imponendosi sul 23-15. Nel secondo match l’Alabarda Opicina affronta il Leno e si sblocca. I ragazzi di coach Laurini sfoderano una prova encomiabile contro i bresciani (anch’essi neopromossi nella seconda lega nazionale), contraddistinta da un’eccellente fase difensiva (in luce tra i pali Benvenuti). Sul campo sfida estremamente equilibrata. L’Alabarda parte forte (1-4), ma successivamente viene ripresa e sorpassata allo scoccare del quarto d’ora. Sotto per 12-10, l’Opicina torna a condurre grazie alle rete di Leone, Dandri e Campagnolo. Successivamente è Varesano a regalare nuovamente il +2, ma i bresciani riescono ad impattare a 16” dal termine; sul successivamente ribaltamento di fronte l’Alabarda conquista un rigore, che viene trasformato con freddezza dal capitano Marchionni (16-15 il finale). Ancora una stop per i giuliani, invece, nella sfida conclusiva con i locali dell’Emmeti (avversari in campionato dell’Opicina alla seconda giornata). Match nella quale l’Alabarda accusa un vistoso calo fisico. Il Mestrino tocca il +9 al 15’, ma i giuliani con orgoglio riescono a contenere il distacco finale  dai più tonici veneti, chiudendo sul 19-12.

«Bilancio a mio avviso positivo. A tratti abbiamo fatto intravedere incoraggianti passi in avanti, specialmente in fase di non possesso» il bilancio di coach Laurini sull’intenso quadrangolare in terra veneta. «Sicuramente un test utile per affinare condizione e amalgama. La partita con il Leno sicuramente può considerarsi un’eccellente punto di partenza» sono invece le parole del capitano di lunga data Gabriel Marchionni.

PALLAMANO SECCHIA – ALABARDA ON. FUNEBRI OPICINA       23-15

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Sala, Brinza 1, Ciriello 3, Custodio, Campagnolo, Dandri 3, De Sanctis, Marchionni 1, Leone 2, Rongione, Varesano C. 5, Varesano M.

All. Laurini

ALABARDA ON. FUNEBRI OPICINA – HANDBALL LENO    16-15

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Sala, Brinza 1, Ciriello, Custodio, Campagnolo 1, Dandri 2, De Sanctis, Marchionni 3, Leone 4, Rongione, Varesano C. 5, Varesano M.

All. Laurini

EMMETI MESTRINO – ALABARDA ON. FUNEBRI OPICINA 19-12

ALABARDA ONORANZE FUNEBRI OPICINA: Benvenuti, Sala, Brinza 4, Ciriello, Custodio, Campagnolo, Dandri 2, De Sanctis 2, Marchionni, Leone 1, Rongione 1, Varesano C. 1, Varesano M. 1. All. Laurini

TORNEO HMT – LA CLASSIFICA: EMMETI MESTRINO 9 punti, EMMETI MESTRINO 6 punti, ALABARDA ON. FUNEBRI OPICINA 3 punti, HANDBALL LENO 0 punti

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallamano, quadrangolare “Hmt", terzo posto finale per l'Alabarda Opicina

TriestePrima è in caricamento