Pallanuoto, dal 3 al 10 aprile alla Bianchi le selezioni per le Olimpiadi di Rio

12 squadre nazionali che in 42 incontri previsti si contenderrano 4 posti per le Olimpiadi di Rio de Janeiro

Dal 3 al 10 aprile, in 8 giorni di gare e ben 42 incontri, Trieste ospiterà il Torneo di qualificazione Preolimpico di pallanuoto, dal quale usciranno le 4 nazionali che parteciperanno Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016. Venerdì 1 aprile nella sala matrimoni del Comune si è svolta la conferenza stampa di presentazione dell'importante evento, alla quale sono intervenuti il sindaco Roberto Cosolini, l'assessore allo Sport Edi Kraus, Gianni Lonzi per la FINA TWPC, il commissario tecnico della Nazionale italiana Sandro Campagna, il vicepresidente regionale del Coni Francesco Cipolla e il presidente del Comitato organizzatore Franco Del Campo, presenti anche il presidente del Consiglio comunale Iztok Furlanic e il consigliere Mario Ravalico.

12 le nazionali che si contenderanno i 4 posti per Rio. Italia, Kazakistan, Sudafrica, Spagna, Germania, Olanda nel gruppo B; Ungheria, Canada, Russia, Francia, Romania e Slovacchia nel gruppo. 42 incontri di livello, tra 9 formazioni europee e 3 extra europee, per approdare ad una qualificazione non facile e scontata, soprattutto in considerazione del valore delle squadre presenti, a partire da Italia, Spagna e Ungheria. Concentrato il c.t. Sandro Campagna, che considera il Polo Bruno Bianchi come uno tra i migliori impianti al coperto d'Europa, e sottolinea come le squadre impegnate nel Preolimpico di Trieste siano sul livello di quelle già qualificate (Serbia e Montenegro).

Soddisfazione nelle parole di benvenuto del sindaco Roberto Cosolini e dell'assessore allo Sport Edi Kraus, che evidenziano il valore assoluto dell'evento sportivo, anche come ulteriore volano per la promozione turistica e d'immagine della città a livello internazionale. Con una stima prudenziale, a Trieste per il Preolimpico di pallanuoto sono attese almeno 500-600 persone, per un fatturato che si dovrebbe aggirare tra gli 800 mila e un milione di euro, al quale si aggiunge un valore di promozione per la città a livello mediatico, con immagini tv, foto e articoli.

Una crescita turistica importante e continua per la città, sempre più legata efficacemente a grandi eventi sportivi e musicali.
«La verità -conclude il sindaco Cosolini- è che questo Torneo Preolimpico, oltre ad essere un bellissimo evento sportivo, è un affare, che proietta nuovamente Trieste a livello internazionale, per farla conoscere sempre più e attrarre nuovi turisti e visitatori. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cinque metodi naturali per un piano cottura brillante

  • Schianto in moto a Prebenico, morto giovane di 38 anni

  • Nudo e ubriaco prende il sole al Cedas davanti a tutti

  • Grave trauma cranico dopo una "lite" tra ragazzi: 22enne in prognosi riservata

  • Delirio in piazza Libertà: sacco lanciato tra auto in corsa e urla senza senso

  • Malore fatale al Molo G: deceduto uomo di 77 anni

Torna su
TriestePrima è in caricamento