Sport

Pallanuoto, sfida durissima della Trieste a Napoli per affrontare il Posillipo

Serie A1 maschile alla piscina "Scandone" di Napoli, dove la Pallanuoto Trieste cercherà il risultato in una sfida durissima con il Posillipo

Trasferta dura contro una squadra di grande blasone. Sabato 21 gennaio, nella dodicesima (penultima) giornata di andata della serie A1 maschile 2016/2017, la Pallanuoto Trieste sarà di scena nella piscina “Felice Scandone” di Napoli per affrontare il Posillipo quinto in classifica. Inizio fissato alle ore 16.00.

QUI PALLANUOTO TRIESTE: È stata una settimana di intensi allenamenti per la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping. Prima sotto il piano fisico, con 3 doppie sedute in 3 giorni, poi sotto quello tattico, con l’allenatore Stefano Piccardo che ha analizzato tramite supporto video assieme al gruppo i punti di forza del Posillipo, per dopo provare alcune situazioni di gioco nell’allenamento del giovedì a Capodistria. Gli alabardati partiranno perNapoli nel primo pomeriggio di venerdì, mentre in serata è prevista una breve rifinitura alla “Scandone”.

Per conquistare un risultato positivo al cospetto di una delle formazioni meglio attrezzate dell’intera categoria servirà una prestazione praticamente perfetta e Stefano Piccardo ne è pienamente consapevole. «Dal punto di vista fisico stiamo nel complesso bene – spiega il tecnico ligure – ci siamo allenamenti con la giusta intensità per preparare al meglio una partita che si preannuncia davvero insidiosa. Il Posillipo ha tanti giocatori di classe e qualità, in più affrontarli in casa loro renderà tutto più complicato. Per noi questa sfida rappresenta un banco di prova importante. Arriviamo da due vittorie, Torino e Lazio, però spesso abbiamo faticato dal punto di vista del gioco. A Napoli sarà diverso, loro sono una squadra di livello superiore e dovremmo limitare al massimo errori e distrazioni».

Piccardo potrà contare su tutti i suoi elementi al meglio della condizione, contro il Posillipo in ogni caso bisognerà disputare una gara accorta e di grande concentrazione. «Il nostro piano partita è abbastanza semplice – continua l’allenatore della Pallanuoto Trieste – per prima cosa non dovremo regalare gol facili, ad esempio come accaduto sabato con la Lazio. In difesa poi dovremo essere bravi a chiudere sui 2 metri ma allo stesso tempo a non lasciare troppo spazio ai loro tiratori. E non sarà facile. Davanti poi servirà precisione e cinismo». Insomma, bisognerà giocare la partita perfetta, o quasi. Sono due i precedenti tra Posillipo e Pallanuoto Trieste, entrambi risalenti allo scorso campionato: doppio successo dei partenopei, per 4-9 alla “Bianchi” e 11-10 a Napoli.

QUI POSILLIPO: La squadra allenata da Mauro Occhiello vive senza dubbio un ottimo momento di forma. Il Posillipo infatti è reduce da 4 vittorie consecutive in campionato a cavallo della sosta, l’ultima sconfitta in A1 maschile è datata 26 novembre (contro la Pro Recco) e sabato scorso è arrivato un limpido successo (7-10) nel derby con l’Acquachiara. I partenopei hanno cambiato pelle rispetto all’anno passato, persi due campioni come Valentino Gallo e Andro Buslje, si sono mossi con intelligenza sul mercato. Dall’Olympiakos vice-campione d’Europa per club sono arrivati il difensore Georgios Dervisis e l’attaccante Angelos Vlachopoulos, dal Partizan Belgrado l’astro nascente della waterpolo serba Gavril Subotic.

L’impianto di squadra si basa comunque su diversi elementi italiani di valore. Vedi il portiere Tommaso Negri, un’assoluta sicurezza tra i pali, il centrovasca Paride Saccoia, l’attaccante Vincenzo Renzuto Iodice, il mancino Nicola Cuccovillo, il centroboa ex Acquachiara Luca Marziali. Ai 2 metri giostrerà il gigantesco nazionale montenegrino Filip Klikovac, mentre sugli esterni i pericoli maggiori arriveranno senza dubbio da Subotic (terzo realizzatore del campionato con 24 reti all’attivo) e Vlachopoulos (15 gol personali). Un impianto di squadra davvero invidiabile e che ha permesso al Posillipo di fare strada anche in Euro Cup, almeno fino ai quarti di finale, dove è stato fermato dallo Jadran Herceg Novi.

«Hanno tantissima qualità sugli esterni –analizza Piccardo – riescono a trovare con continuità la soluzione giusta e gestiscono con maestria le situazioni di superiorità numerica. A boa poi c’è Klikovac, che è sempre difficile da contenere. Dovremo essere bravi e disciplinati in ogni zona del campo per provare a reggere il confronto».

GLI ARBITRI: La sfida tra Posillipo e Pallanuoto Trieste sarà diretta da Castagnola e Savarese, delegato De Chiara.

COME SEGUIRE LA PARTITA: Come sempre la pagina Facebook della società alabardata (www.facebook.com/pallanuototrieste) dalle ore 16.00 pubblicherà tutti gli aggiornamenti live sul match della “Scandone”.

LA GIORNATA: Turno ricco di partite interessanti questo penultimo di andata. Si inizia alle ore 15.00, con la quarta forza del campionato Canottieri Napoli che renderà visita ad un Bogliasco sempre temibile quando gioca in casa. Trasferta difficile anche per il Savona (settimo, 1 punto dietro la Pallanuoto Trieste) in Sicilia con l’Ortigia Siracusa. Alle 18.00 si affronteranno Acquachiara (il prossimo avversario degli alabardati) e Roma Vis Nova in una gara dal pronostico aperto, mentre alla Monumentale andrà in scena un autentico spareggio salvezza tra Torino 81 e Sc Quinto. L’unica gara dall’esito praticamente scontato appare quella del Foro Italico Lazio-Sport Management. Il match-clou di giornata comunque è quello di Albaro tra la Pro Recco prima in classifica e l’An Brescia seconda forza del torneo.

LA CLASSIFICA: La Pro Recco svetta a punteggio pieno, An Brescia, Posillipo, Ortigia Siracusa e Bogliasco hanno una partita in meno. Pro Recco 33, An Brescia 28, Sport Management 25, Canottieri Napoli 23, Posillipo 19, Pallanuoto Trieste 17, Rn Savona 16, Roma Vis Nova 14, Acquachiara 12, Ortigia Siracusa 12, Bogliasco 6, Torino 81 6, Lazio 3, Sc Quinto 2.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, sfida durissima della Trieste a Napoli per affrontare il Posillipo

TriestePrima è in caricamento