Venerdì, 30 Luglio 2021
Sport

Pallanuoto, arriva la Pro Recco alla Bianchi: Trieste affronta la squadra più forte del mondo

La partita più attesa da tutti i tifosi. Ma anche la più difficile

Mercoledì 14 dicembre, nella nona giornata di andata del campionato di serie A1 maschile 2016/2017, la Pallanuoto Trieste ospiterà alla “Bruno Bianchi” la Pro Recco, campione d’Italia in carica, vincitrice degli ultimi 11 scudetti e favorita assoluta per la riconquista del tricolore. Si giocherà alle ore 19.30, ingresso gratuito.

È senza dubbio una settimana particolarmente intensa per la squadra sponsorizzata Samer & Co. Shipping. Prima la sfida impossibile con la Pro Recco, poi sabato la delicata e importante trasferta di Torino per l’ultimo impegno agonistico del 2016. E, come spesso accaduto in questo primo scorso di stagione, l’allenatore della Pallanuoto Trieste Stefano Piccardo deve fare i conti con qualche problema di formazione. Ray Petronio infatti si è fermato causa influenza e la sua presenza è fortemente a rischio per il match con i campioni d’Italia. La squadra comunque si è allenata con la solita grande intensità, concentrandosi sì sul Recco, ma pensando anche alla gara di Torino.

«Ci confronteremo con la compagine più forte del mondo e già questo è uno stimolo enorme per tutti noi – spiega Stefano Piccardo – sappiamo anche che dovremo giocare una partita accorta, cercando di sbagliare il meno possibile. Dovremo tenere alta la concentrazione per tutti i 32’, se ti distrai anche solo un istante il Recco è capace di segnarti gol a raffica». I liguri non perdono in campionato da esattamente 2 anni (dicembre 2014 a Brescia) e in questa stagione hanno vinto tutte le partite. L’ultima in ordine di tempo è stata quella di Champions League a Dubrovnik, dove hanno strapazzato lo Jug detentore del trofeo. Tanto per ribadire l’immensa superiorità di questa formidabile compagine. Il piano partita di Stefano Piccardo è ben preciso: «Dobbiamo sfruttare l’occasione di confrontarci con i più forti di tutti per provare alcune situazioni tattiche, che ci potranno tornare molto utili in futuro. Dovremo comunque essere prudenti, gestire il pallone per tutti i 30’’ in attacco ed evitare assolutamente di prestare il fianco alle loro transizioni. Bisognerà prendere meno gol possibile ad uomini pari, mentre in superiorità numerica proveremo a trovare qualche varco nella loro munitissima retroguardia».

Ma, oltre che dal Recco, Piccardo è preoccupato della gestione delle energie. «Dobbiamo guardare in prospettiva e pensare anche alla gara di Torino. Giovedì dovremo recuperare le forze, poi venerdì è prevista la partenza verso il Piemonte. Saranno giorni difficili, è arrivato il momento di dare tutto». Sono due i precedenti tra Pallanuoto Trieste e Pro Recco, con due vittorie dei liguri: 2-10 alla “Bianchi” il 5 dicembre dell’anno scorso, 10-1 nella gara di ritorno giocata a Sori.

Come sempre, la corazzata ligure guarda tutti dall’alto in basso. Come era fin troppo facile prevedere, la squadra affidata in estate ad un tecnico di enorme spessore come Vlado Vujasinovic, ha infilato 8 vittorie nelle prime 8 partite della serie A1 maschile, segnando 112 gol e subendone appena 35, ovvero miglior attacco e miglior difesa del torneo. Altre due perle sono arrivate in Champions League contro Hannover e il fortissimo Jug Dubrovnik. A conti fatti, 10 partite e 10 (larghe) vittorie. La Pro Recco può schierare praticamente due squadre dello stesso identico valore, ovvero del tutto inarrivabile praticamente per chiunque anche a livello europeo. Senza i tesserati di “coppa”, vedi i fuoriclasse Molina, Filipovic e Pijetlovic, in campionato spesso Vujasinovic si affida al turn- over. Alla “Bianchi” non ci sarà il centroboa della nazionale Matteo Aicardi, ancora alle prese con un infortunio.

Mentre molto probabilmente staranno fuori anche Stefano Tempesti e l’attaccante croato Sandro Sukno. In porta dovrebbe giocare Goran Volarevic (anche se i tifosi triestini sperano ovviamente di vedere all’opera il portierone dell’Italia), mentre per quanto riguarda gli esterni i liguri hanno l’imbarazzo della scelta. Due mancini praticamente immarcabili come Dusan Mandic (4 gol nella finale olimpica di Rio vinta dalla Serbia sulla Croazia) e Gonzalo Echenique (arrivato questa estate dal Primorje Rijeka), il talento più cristallino della nazionale di Sandro Campagna Francesco Di Fulvio, i giovani Edoardo Di Somma (fratello minore dell’Alessandro della Pallanuoto Trieste) e l’ex Savona Jacopo Alesiani. Ai 2 metri si alterneranno l’eclettico Alexander Bodegas e Lorenzo Bruni, mentre la marcatura del centroboa sarà affidata al fuoriclasse montenegrino Aleksandar Ivovic.

«Possono ruotare tanti uomini e mantenere inalterata la loro altissima qualità – conclude Piccardo – poi in panchina c’è uno degli allenatori più bravi in assoluto, ovvero Vujasinovic, che certamente non permetterà loro alcuna distrazione».

La sfida tra Pallanuoto Trieste e Pro Recco sarà diretta da Arnaldo Petronilli e Bruno Navarra, entrambi di Roma. Delegato Dante Saeli. Un pezzo di storia dell’handball nazionale seguirà la gara da bordo vasca. Saranno infatti ospiti della Pallanuoto Trieste Giuseppe Lo Duca, presidente e anima della Pallamano Trieste, e Marco Lo Duca, da giocatore vincitore di 9 scudetti e adesso dirigente della società biancorossa.

Turno un po’ particolare il nono del girone di andata. Il 7 dicembre si è giocato l’anticipo tra Canottieri Napoli e Roma Vis Nova, gara finita 11-11. Mentre Ortigia Siracusa-An Brescia è stata rinviata all’1 febbraio 2017, causa l’importante impegno dei lombardi di Sandro Bovo nella finale di Supercoppa Europea con lo Jug Dubrovnik. La giornata si aprirà con l’interessante confronto delle ore 15.00 tra Acquachiara e Torino 81, ovvero il prossimo avversario della Pallanuoto Trieste. Alle 18.00 lo Sport Management, che ha appena conquistato la semifinale di Euro Cup, ospiterà il Bogliasco, mentre alle 19.30 il Posillipo se la vedrà con la Lazio fanalino di coda. Alle 21.00 il derby ligure tra Quinto e Savona.

LA CLASSIFICA Recco in testa a punteggio pieno, Canottieri e Vis Nova hanno una gara in più, Posillipo e Bogliasco una in meno. Pro Recco 24, An Brescia 22, Sport Management 19, Canottieri Napoli 19, Ortigia Siracusa 12, Rn Savona 12, Pallanuoto Trieste 11, Roma Vis Nova 11, Posillipo 10, Acquachiara 9, Torino 81 6, Bogliasco 5, Sc Quinto 1, Lazio 0.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, arriva la Pro Recco alla Bianchi: Trieste affronta la squadra più forte del mondo

TriestePrima è in caricamento