Mercoledì, 29 Settembre 2021
Sport

Pallanuoto, Trieste Sfiora l'Impresa con il Verona

SERIE A2 MASCHILE: TRIESTE SFIORA L'IMPRESA, GLI ALABARDATI SI ARRENDONO SUL CAMPO DELLA CAPOLISTA La Pallanuoto Trieste sfiora una clamorosa impresa e nella 1° giornata di ritorno del campionato di serie A2 maschile si arrende a Monza, sul campo...

SERIE A2 MASCHILE: TRIESTE SFIORA L'IMPRESA, GLI ALABARDATI SI ARRENDONO SUL CAMPO DELLA CAPOLISTA

La Pallanuoto Trieste sfiora una clamorosa impresa e nella 1° giornata di ritorno del campionato di serie A2 maschile si arrende a Monza, sul campo della capolista Sport Management Verona, per 9-7.

Prestazione ampiamente positiva quella degli alabardati, che prima sbandano al cospetto delle folate della squadra nettamente più forte del torneo, poi però con carattere e determinazione quasi riescono a finalizzare una rimonta che sarebbe stata straordinaria.

E, nonostante la preventivabile battuta d'arresto in terra lombarda, nella corsa al secondo posto in classifica cambia poco: il Rn Sori cade clamorosamente con il Lavagna, mentre risale il Quinto, che si impone non senza difficoltà sul campo dell'Imperia. La volata play-off è ancora tutta da decidere, ma questa Pallanuoto Trieste ha le carte in regola per recitare un ruolo di primissimo piano.

Splendido l'impianto di Monza, moderno e molto confortevole, ma scarso il riscontro di pubblico per il big-match del girone Nord. La Pallanuoto Trieste, come capitato all'andata sul neutro di Vicenza, parte male, non finalizza alcune ghiotte occasioni in attacco e in difesa commette un paio di errori che i fuoriclasse del Verona non perdonano. Lapenna sblocca la situazione dalla posizione di centroboa, poi il capocannoniere Luongo e Ivovic confezionano il 3-0 di fine 1° periodo.

Trieste accorcia con Petronio, 3-1 ad inizio 2° periodo, ma i padroni di casa trascinati da un Lapenna scatenato continuano a macinare gioco. A 4' dal cambio di campo è già 6-1 per la squadra di "Gu" Baldineti, Krizman addolcisce il passivo (6-2), ma la gara sembra saldamente in mano agli scaligeri. La Pallanuoto Trieste però non ha nessuna intenzione di arrendersi e nella seconda metà di partita cambia letteralmente marcia.

La difesa trova la giuste contromisure alle bocche da fuoco dello Sport Management e in attacco Petronio azzecca tutte le traiettorie. Nel 3° periodo inizia la rimonta, confezionata da un gol di Ray e dalle pregevoli segnature in superiorità di Giacomini e Namar: 7-5, gara riaperta. A inizio 4° periodo però la capolista si riporta sul +3 con Ivovic, che finalizza una generosa doppia superiorità numerica.

Passa 1' e Luongo fallisce il rigore del possibile +4, una sorta di "regalo" che Petronio trasforma nella doppietta che porta la Pallanuoto Trieste sull'8-7 a 2'30'' dalla fine. Con l'inerzia tutta per gli alabardati, un'altra generosa espulsione permette al Verona di gestire una superiorità numerica, finalizzata da Razzi nel gol del 9-7 a 1'40'' dalla fine.

E' la rete che praticamente chiude i conti, Trieste sciupa l'ultimo possesso con l'uomo in più e il Verona festeggia l'undicesima vittoria su dodici partite disputate. "Però siamo contenti per la prestazione offerta dalla squadra - afferma il direttore sportivo Andrea Brazzatti - abbiamo giocato con ordine e quasi stavamo per coronare una bellissima rimonta. Peccato solo per qualche errore evitabile, che quando giochi contro avversari di questa caratura non ti puoi permettere. Ma, nonostante perdere non faccia mai piacere, possiamo dire che va bene così. Restiamo molto fiduciosi in vista dei prossimi importanti impegni". A partire dal confronto casalingo di sabato prossimo con il Rn Sori, secondo in classifica.

SPORT MANAGEMENT VERONA - PALLANUOTO TRIESTE 9-7 (3-0; 3-2; 1-3; 2-2)

SPORT MANAGEMENT: Prian, Luongo 2, Binchi, Spaziano, Alì, Conti, Ivovic 2, Di Fulvio, Lapenna 4, Boldrini, Razzi 1, Lanfranchi, Massa. All. Baldineti

PALLANUOTO TRIESTE: Jurisic, Vitiello, Petronio 4, Ferreccio, Giorgi, Krizman 1, Podgornik, Covi, Namar 1, Berlanga, Spadoni, Lagonigro, Giacomini 1. All. Marinelli

Arbitri: Ruscica e Sponza

NOTE: usciti per limite di falli Binchi (V) nel 3° periodo, Namar (T) e Henriques Berlanga (T) nel 4° periodo; nel 4° periodo Luongo ha fallito un rigore (traversa); superiorità numercihe Sport Management 5/14 + 1 rigore, Pallanuoto Trieste 5/11; spettatori 100 circa

Gli altri risultati (1° giornata di ritorno): Rn Imperia - Sc Quinto 7-8, Rn Camogli - Andrea Doria 8-5, Pallanuoto Brescia - Chiavari 10-15, Rapallo - Torino 81 14-15, Rn Sori - Lavagna 90 4-13

La classifica: Sport Management Verona 34, Rn Sori 25, Sc Quinto 25, Pallanuoto Trieste 22, Lavagna 90 22, Rn Camogli 19, Torino 81 19, Chiavari 15, Pallanuoto Brescia 15, Andrea Doria 9, Rn Imperia 7, Rapallo 0

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pallanuoto, Trieste Sfiora l'Impresa con il Verona

TriestePrima è in caricamento