menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prima vittoria casalinga per l'Unione Sportiva Triestina 1918 che si sbarazza della Fermana con un netto 3-0

23.50 - firmate dalla coppia Arma-Mensah le tre reti della serata

L’ottava giornata del girone di andata del campionato di calcio di Serie “C” girone “B” 2017/18 ha proposto in posticipo l’incontro tra l’Unione Sportiva Triestina 2018 e la Fermana. Con una convincente prestazione di tutta la squadra, l’Unione ha finalmente sfatato il tabù “Rocco” superando la Fermana per 3-0. Tra i migliori senz’altro da segnalare Bariti che si è speso molto a centrocampo ed ha propiziato la seconda rete, realizzata da Mensah; coppia d’attacco nuovamente determinante ed autrice delle tre reti della serata, grazie alla doppietta di Arma e dal gol di Mensah, protagonista di alcune accelerazioni su entrambe le fasce; qualche sbavatura in difesa, con qualche palla buttata che ha creato qualche brivido ai tifosi alabardati, risolto in un paio di occasioni da un attento Boccanera. Triestina schierata con il classico 4-4-2: Boccanera tra i pali con difesa composta da Libutti, El Hasni, Aquaro e Pizzul; centrocampo formato da Bariti, Meduri, Porcari e Bracaletti; attacco affidato alla coppia Arma e Mensah. Non molto il pubblico presente: circa 2000 spettatori, compresa una quarantina di tifosi giunti dalle Marche e sistemati in curva Trevisan. La Triestina parte subito all’attacco con Mensah che crea scompiglio sulla fascia sinistra, con la difesa marchigiana costretta a rifugiarsi in corner. Sull’azione d’angolo il signor Perotti vede un tocco di mano in area e decreta il calcio di rigore per la Triestina: tiro dagli undici metri affidato ad Arma che batte Valentini con un preciso tiro sulla sua sinistra. Dopo quattro minuti ospiti vicini al pareggio con Da Silva: Boccanera sceglie bene il tempo per uscire e sventa la minaccia. La Triestina insiste in attacco alla ricerca della seconda rete con gli inserimenti di Mensah che in un’occasione viene fermato con una vistosa trattenuta al limite dell’area che costa l’ammonizione a Sperotto. I ragazzi di mister Sannino costruiscono senza rendersi veramente pericolosi e su un errato disimpegno difensivo consentono una pericolosa ripartenza della Fermana con Da Silva a concludere e Boccanera a chiudere lo specchio e deviare in angolo. Nel finale di tempo Triestina vicina al raddoppio con Aquaro che devia di testa sul palo un angolo battuto da Bariti. Squadre al riposo con meritato vantaggio alabardato. Fermana molto intraprendente nella fase iniziale della ripresa, con Da Silva che calcia male da buona posizione e difesa alabardata in affanno per alcuni minuti. Nel momento forse migliore per la Fermana arriva il raddoppio per la Triestina: ripartenza sulla fascia destra di Bariti che pennella un cross in area per Mensah che si abbassa ed indirizza di testa alle spalle di Valentini. Al 19° Sannino concede a Mensah il meritato applauso del pubblico triestino, inserendo al suo posto Petrella. Quattro minuti dopo cambio del centrocampo alabardato con Acquadro per Bracaletti. Con l’Unione in totale controllo arriva anche la terza rete, ancora con Arma, favorito da un errato disimpegno della difesa marchigiana; il numero 9 alabardato si libera in area con dribbling scaraventando il pallone sotto la traversa. A dieci minuti dalla fine tripla sostituzione ed applausi per Arma, Pizzul ed Aquaro, sostituiti rispettivamente da Pozzebon, Grillo e Codromaz. Non succede praticamente nulla fino al 49°: al triplice fischio del signor Perotti la Curva Furlan può esultare con una coreografica sciarpata, cantando la Bavisela ed applaudendo i giocatori rossoalabardati.

Una limpida vittoria ed un’iniezione di fiducia in vista di un doppio turno lontano dal “Rocco”, rispettivamente con il Bassano ed il Vicenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Nasa: arriva la prima foto panoramica di Marte

social

'Enoteche d'Italia': la guida del Gambero Rosso premia anche Trieste

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento