menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Priscilla, un Trionfo al Rossetti

Non è più necessario andare a Londra per vedere spettacoli come 'Priscilla la Regina del Deserto'. Dopo il successo ottenuto a Milano e a Roma, il musical (per la regia di Simon Phillips) approda sul palscenico del Politeama Rossetti ed è un...

Non è più necessario andare a Londra per vedere spettacoli come 'Priscilla la Regina del Deserto'. Dopo il successo ottenuto a Milano e a Roma, il musical (per la regia di Simon Phillips) approda sul palscenico del Politeama Rossetti ed è un trionfo a 360°.

'Priscilla' commuove, diverte e coinvolge lo spettatore dai primissimi minuti. Spettacolo evento della scorsa stagione teatrale, l'edizione italiana del musical resterà a Trieste fino al 26 maggio chiudendo la programmazione 2012-2013 del Teatro Rossetti.

Impossibile non cantare, difficilissimo restare fermi al proprio posto.

'Priscilla' fa venire voglia di ballare, di battere le mani seguendo il ritmo di hits evergreen come 'It's raining men', 'I say a little prayer for you', 'Don't leave me this way', 'Like a virgin', 'I will survive', "Holiday", Like a prayer", e 'Always on my mind'. Le canzoni più belle degli anni '80 regalano al pubblico una colonna sonora incandescente coronata, ovviamente, dalla mitica 'Finally'.

Di altissimo livello il cast italiano capeggiato dai tre protagonisti Simone Leonardi nella parte di Bernadette, Antonello Angiolillo che interpreta il ruolo di Tick/Mitzi e l'irresistibile Mirko Ranù nei panni dell'irriverente e viziata Adam/Felicia.

Tratto dall'omonimo film australiano del 1994, la storia si concentra sull'avventura di Tick, Bernadette e Adam, tre eccentrici artisti che decidono di lasciare la noia di Sidney per portare il proprio spettacolo di Drag Queen nell'entroterra austrialiano. Il viaggio diventa simbolo di una ricerca sia di se stessi che di qualcosa al di fuori da convidere assieme.

Felicia ha il sogno di cantare tutta vestita di piume le canzoni di Madonna, il personaggio è coinvolto in una ricerca spirituale non dichiarata nel testo. Il padre lo ha abbandonato e la madre è molto ricca e così Felicia vive di cose materiali ('Material girl') ma vuole scavare nel suo profondo. Completo nel ruolo di Bernadette, elegante signora di cinquant'anni, è Simone Leonardi. Quello di 'Bernie' è probabilmente il ruolo più bello di Priscilla ma anche quello più complesso.

Bernadette ha una componente molto dolce, vivace e allegra ma è anche un personaggio tormentato, non è tanto un ritratto complesso di una vecchia Drag Queen quanto di una persona che ha fatto una scelta coraggiosa, quella di cambiare sesso superando tutte le difficoltà e sfidando i pregiudizi altrui ma anche incoraggiando gli altri due amici.

Lo si evince quando Tick resta colpito dalla scritta 'froci di merda' con la quale i tre si ritrovano imbrattato lo scintillante bus rosa (7 tonnellate per oltre 7 metri di lunghezza) dopo aver trascorso una bellissima serata di un night. Tutti sembrano divertirsi ma alla luce di un nuovo giorno Tick, il padre del gruppo, ci rimane molto male.

Tick (Antonello Angiolillo) vuole ricongiungersi al figlioletto (che lo accetterà con molta naturalezza) ma vede che la società lo giudica ancora per quello che è mentre l'episodio scivola su Bernadette che ne ha viste di tutti i colori e che, con fermezza e senza autocompatimento, riesce a risollevare le sorti per Tick e poi per Adam/Felicia quando verrà picchiato da un rozzo avventore di un pub.

'Bernie' riesce sempre a sopravvivere a tutte le situazioni con nonchalance, solo all'amore non sa resistere e quando sente di provare di nuovo una pulsione amorosa per Bob (interpretato da Nicola Ciulla) si sente disarmata. Nel musical non mancano allusioni sessuali, battute a doppio senso, messaggi molto forti ma il filo conduttore di tutta la sceneggiatura è la non autocommiserazione. L'obiettivo sembra essere quello di sdoganare, con ironia e ilarità, certi tabù regalando risate a non finire dense di contenuto.

Tra glitter, piume fucsia, musica e colori "Priscilla" è una scommessa vinta.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento