menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

" il Cinema di Lelio Luttazzi" Oggi alla Lovat

Un’antologia musicale davvero imperdibile, quella che sarà presentata, oggi, alla Libreria Lovat di Trieste giovedì 24 novembre (ore 18,00) con tanti amici di un autentico “grande” della musica e del costume italiano del Novecento: Lelio Luttazzi...

Un'antologia musicale davvero imperdibile, quella che sarà presentata, oggi, alla Libreria Lovat di Trieste giovedì 24 novembre (ore 18,00) con tanti amici di un autentico "grande" della musica e del costume italiano del Novecento: Lelio Luttazzi.
Sarà anzitutto Rossana Luttazzi, moglie dell'artista triestino scomparso poco più di un anno fa, a presentare il doppio CD "Il Cinema di Lelio Luttazzi", che raccoglie una selezione delle colonne sonore firmate da Luttazzi nel periodo 1956 / 1976, realizzate digitalizzando per la prima volta i master originali.

Da un'idea di Paolo Mòsele e Rossana Luttazzi,grazie all'accordo con il gruppo Sugar che ha acquisito i diritti dalla Cam, e con la collaborazione della Titanus, della Warner, della Universal e della Carosello è stata realizzata questa preziosa testimonianza del talento di un grande compositore e di un felice momento del cinema e della cultura del nostro paese. Una raccolta appena pubblicata e già premiata: il Meeting degli Indipendenti (MEI), in programma dal 25 al 27 novembre con la sua XV edizione al Medimex di Bari, assegnerà al CD il Premio Speciale MEI Colonne Sonore, che sarà consegnato, domenica 27 novembre, a Rossana Luttazzi accompagnata dal noto giornalista musicale Dario Salvatori.
Prima, però, giovedì 24 novembre, la signora Luttazzi sarà alla Lovat di Trieste con il produttore del cofanetto, Sergio Cossu, il musicista Paolo Mòsele, il direttore della Casa della Musica, Gabriele Centis e i giornalisti Carlo Muscatello (Il Piccolo) e Piero Pieri (RAI): tante voci per raccontare e commentare brani davvero straordinari. E il termine non è certo esagerato, dal momento che tra questi vi sono i soundtracks di film come "Souvenir d'Italie", "Totò Peppino e la malafemmina", "Promesse di marinaio", "Le bellissime gambe di Sabrina", "I due gondolieri", "Risate di gioia", "L'ombrellone" e molti altri, firmati da registi come Dino Risi, Steno, Luciano Salce, Sergio Corbucci, Mario Monicelli. In più, un'autentica "chicca": "Chi siete?" un prezioso brano inedito del 1965, scritto da Lelio Luttazzi e cantato da Mina.
Il CD rappresenta solo una delle molte iniziative realizzate dalla Fondazione intitolata a Lelio Luttazzi, voluta e presieduta da sua moglie Rossana ma sostenuta da tanti amici e testimonial per realizzare e promuovere azioni e progetti rivolti alla diffusione della cultura, dell'educazione e della formazione musicale. La Fondazione intende, in particolar modo, sostenere i giovani che intendono perfezionarsi nel campo della musica e le attività di carattere sociale in cui la musica rappresenta un valore di sostegno e di promozione della persona. Nel segno del sorriso, della verve, dell'elegante riservatezza e, insieme, della gioiosa vitalità che ha ispirato la musica e la vita dell'indimenticabile Luttazzi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Brodo brustolà", antica ricetta della tradizione contadina triestina

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento