menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

" Vita da Paz. Storia e Storie di Andrea Pazienza " Oggi alla Libreria Lovat

Facile decretare nuovi geni, spesso disattesi. Più difficile scrivere di un genio vero, come Andrea Pazienza. Lo ha fatto Franco Giubilei, giornalista de La Stampa in  “Vita da Paz – Storia e storie di Andrea Pazienza”, pubblicata da Black Velvet...

Facile decretare nuovi geni, spesso disattesi. Più difficile scrivere di un genio vero, come Andrea Pazienza.
Lo ha fatto Franco Giubilei, giornalista de La Stampa in "Vita da Paz - Storia e storie di Andrea Pazienza", pubblicata da Black Velvet: libro che affida al lettore un ritratto oggettivo e corretto del disegnatore scomparso troppo presto, dopo soli 32 anni di vita intensa e disordinata, gioiosa quanto infernale, fantasiosa ed estrema.

Di Pazienza e del suo mondo Giubilei parlerà. oggi, venerdì 17 febbraio (ore 18,00) alla Libreria Lovat di Trieste (Viale XX Settembre, 20 - ultimo piano dello stabile OVS), dialogando con Roberto Franco dell'Associazione culturale ArteFumetto in una chiave che restituisce all'uomo e al personaggio "Paz" la sua reale grandezza.
Perché su Pazienza - disegnatore scomparso il 16 giugno 1988 - sono state scritte e pubblicate decine e decine di libri, spesso continuando a ristampare all'infinito ogni suo scarabocchio o perpetuando frasi fatte e racconti ammantati di mitologia, dunque pieni di esagerazioni ed inesattezze. E' quindi con autentica ed onesta ma distaccata ammirazione che Giubilei mette da parte il "si dice" e la trasfigurazione da rockstar che Pazienza ha subito già mentre era in vita.
In questo libro a ritrarre "Paz" sono le persone che lo hanno conosciuto, amato, odiato, che con lui hanno lavorato, condiviso droghe e sconvolgimenti emotivi gravi quanto terremoti, che ne hanno ammirato il lato solare e detestato, o inutilmente compatito, quello oscuro. E così la sua storia viene raccontata dalla viva voce di quanti, per motivi professionali e personali, gli sono stati più vicini, dai colleghi fumettisti agli amici intimi alle donne: Milo Manara, Sergio Staino, Michele Serra, Vincino, Scòzzari, Sparagna, Pablo Echaurren, la vedova Marina Comandini, Marcello D'Angelo, i Gaznevada e molti altri. Così, spogliato di auree postmortem che certo non avrebbe gradito, Pazienza si rivela davvero in tutto il suo genio, temperamentoso e totale.
Ingresso libero e gratuito.




Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento