"Chat a due Piazze" al Bobbio dal 21/1 al 30/1

Vent’anni dopo il successo di “Taxi a due piazze”, debutta alla Contrada il sequel di Ray Cooney “Chat a due piazze”.Vent’anni dopo il successo di “Taxi a due piazze” – l’esilarante storia del tassista bigamo che si alterna pericolosamente fra due...

Vent'anni dopo il successo di "Taxi a due piazze", debutta alla Contrada il sequel di Ray Cooney "Chat a due piazze".
Vent'anni dopo il successo di "Taxi a due piazze" - l'esilarante storia del tassista bigamo che si alterna pericolosamente fra due mogli - Ray Cooney firma il sequel della vicenda con "Chat a due piazze", in scena al Bobbio da venerdì 21 a domenica 30 gennaio.

Tutto va a gonfie vele per Mario Rossi, che vive da vent'anni con la moglie Barbara in Piazza Irnerio? e allo stesso tempo con la moglie Carla in Piazza Risorgimento! Mario non ha semplicemente due mogli: ha proprio due vite e due famiglie distinte fra le quali riesce a barcamenarsi sfruttando la sua professione di tassista.

Seguendo una precisa pianificazione di orari e turni di lavoro, e grazie anche al lavoro delle rispettive mogli, Mario riesce a nascondere la verità per anni, facendo sì che nessuna delle due signore Rossi immagini neanche lontanamente l'esistenza dell'altra.
Da entrambe le mogli ha anche avuto due figli adorabili, Alice da Barbara e Giacomo, avuto con Carla. La vita gli sorride, il suo segreto è al sicuro, fino al giorno in cui i suoi figli si conoscono in chat su internet. Sorpresi dalle coincidenze (hanno entrambi un papà con lo stesso nome e che fa il tassista, guarda un po'!), i due ragazzi decidono di incontrarsi?

A questo punto il povero Mario, con l'aiuto dell'amico Walter, cercherà con ogni mezzo di impedire questo incontro per mantenere il segreto della sua doppia vita. Quel che ne segue è una progressione di equivoci, coincidenze e bugie che, con un ritmo infernale, ci porteranno ad un finale inaspettato. Come in tutte le farse di un maestro della comicità come Ray Cooney, vizi e debolezze umane danno lo spunto per creare un meccanismo irresistibile di situazioni esilaranti che finiranno per implodere una dopo l'altra.

"Chat a due piazze" è il seguito "ai temi di Facebook" del famosissimo "Taxi a due piazze" (Run for your wife, nell'originale inglese), campione di incassi in tutto il mondo, portato in scena in Italia da Johnny Dorelli nel 1986 e poi ripreso nel 2000 dal figlio Gianluca Guidi, al quale è stata affidata la regia di questa nuova commedia.

Autore, attore, produttore e regista, Ray Cooney è una delle figure più poliedriche e prolifiche del teatro inglese; fondatore del "Theatre of Laughter Company" assieme ad altri nomi di spicco del teatro anglosassone, Cooney vanta proprio con "Run for your wife" oltre 3500 repliche che hanno sbaragliato i botteghini del West End londinese. Grazie a Garinei e Giovannini, Cooney è diventato celebre anche in Italia con la prima edizione di "Taxi a due piazze" e con "Se devi dire una bugia, dilla grossa" (anch'essa interpretata da Dorelli).

Già diventato un altro campione di incassi a Londra e a Parigi, "Chat a due piazze" arriva ora in Italia nella versione di Luca Barcellona, prodotta da Artù in collaborazione con Chromo Film srl e Lea Martino. A dar vita al personaggio del tassista bigamo troviamo Fabio Ferrari, con Lorenza Mario e Miriam Mesturino nei ruoli delle due mogli e la partecipazione speciale di Raffaele Pisu. Gianluca Ramazzotti interpreta l'amico del tassista, mentre i due figli sono interpretati da Antonio Pisu e Claudia Ferri.
La regia dello spettacolo è firmata da Gianluca Guidi, le scenografie sono di Nicola Cattaneo, i costumi di Elena Palella e le musiche di Riccardo Biseo.

Sesto spettacolo in abbonamento della Stagione di Prosa della Contrada, "Chat a due piazze" debutta venerdì 21 gennaio alle 20.30 e rimane in scena fino a domenica 30 con i consueti orari del Teatro Bobbio: serali 20.30, martedì e festivi 16.30, lunedì riposo.

Parcheggio gratuito all'interno della Fiera di Trieste (ingresso principale in Piazzale De Gasperi) per tutte le recite.
Prevendita dei biglietti, prenotazione dei posti e cambi turno presso la biglietteria del Teatro Orazio Bobbio e del TicketPoint.

Prevendita On Line: Circuito VivaTicket by Charta (vivaticket.it).
Informazioni: 040.390613; contrada@contrada.it; www.contrada.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fondo milanese si "disfa" delle sue proprietà, venduti 1300 metri quadrati alle Torri

  • ​Impermeabilizzazioni edili, come rendere il terrazzo sicuro e resistente senza spendere troppo

  • Chiude il "Caffè dei libri": il tribunale dichiara il fallimento

  • Cade in acqua con la gamba fratturata: salvato "per miracolo" in porto

  • Auto con 5 persone si cappotta a Santa Croce: tre minori al Burlo

  • “Era il ‘Bronx’, oggi è un gioiello” l'evoluzione di borgo San Sergio per i residenti (FOTO)

Torna su
TriestePrima è in caricamento