menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"la Rabbia del Lupo" Raccolta di Poesie dell'Oncologo Giuseppe Masucci. Oggi Pomeriggio alla Lovat

Martedì 16 aprile alle 18,00 la libreria Lovat di Trieste ospita Giuseppe Masucci per la presentazione del sua raccolta di versi “La rabbia del lupo” (TgBook, 2013).Giuseppe Masucci, oncologo trevigiano che dal 1977 lavora alla ricerca sul cancro...

Martedì 16 aprile alle 18,00 la libreria Lovat di Trieste ospita Giuseppe Masucci per la presentazione del sua raccolta di versi "La rabbia del lupo" (TgBook, 2013).
Giuseppe Masucci, oncologo trevigiano che dal 1977 lavora alla ricerca sul cancro a Stoccolma, presenta la sua seconda raccolta di versi in italiano.
Dopo il felice debutto con il primo suo libro in italiano "Iris color arancio", Masucci offre nuove immagini in versi della sensibilità e della vita di un "cervello in fuga" dall'Italia, medico di successo da molti anni e poeta fin dall'adolescenza. Come afferma egli stesso in una recente intervista: "Il mio lavoro di medico mi mette a diretto contatto con la vita, la vita in tutti i suoi aspetti.
E poi la morte, la morte del paziente, la morte dell'altro.
Tuttavia non è che questo abbia influenzato il mio modo di vedere le cose al 100%, ma sicuramente mi ha dato dei lutti, cosa che mi ha permesso di diventare più umile di fronte a ciò che io chiamo Vera solitudine che è presente nelle mie poesie.
È la solitudine che ogni individuo ha con se stesso e che si porta sempre dietro.
Si nasce soli e si muore soli.
Questa é una cosa che ho capito molto tempo fa.
Quindi posso dire che il mio lavoro mi ha agevolato ad essere più cosciente e sensibile.
Scrivere l'ho sempre fatto, fin da bambino.
Cercare di ordinare il ribollio di sentimenti mettendoli sulla carta. Scrivere è per me una forma di auto psicoterapia.
Fino a che è necessario, poi la poesia si esaurisce o meglio smette la sua fase catartica e si propone come testo in sé, libero da me".


Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Cosa non regalare mai per la Festa della mamma e perché

social

"Buon viaggio 'doc'": l'ultimo saluto di Manuel al medico che gli salvò la vita

social

Festa della mamma: origini e curiosità

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Via libera alle visite agli ospiti delle Rsa: ecco le regole

  • Cronaca

    Covid: in Fvg 90 nuovi casi, nessun decesso a Trieste

  • Cronaca

    Incendio in via Belpoggio: evacuato lo stabile

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento