menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"la Signora dei Canestri". Nidia Pausich Oggi alla Libreria Lovat

NIDIA PAUSICH ALLA LOVAT DI TRIESTE8 MARZO IN LIBRERIA CON UNA DONNA STRAORDINARIACon Luciana Montelatici e Silvano Focarelli, alle ore 18,00 Appuntamento fuori programma, alla Lovat di Trieste, per ricordare con l'energia e la simpatia di una...

NIDIA PAUSICH ALLA LOVAT DI TRIESTE
8 MARZO IN LIBRERIA CON UNA DONNA STRAORDINARIA
Con Luciana Montelatici e Silvano Focarelli, alle ore 18,00

Appuntamento fuori programma, alla Lovat di Trieste, per ricordare con l'energia e la simpatia di una donna straordinaria la data dell'8 marzo.
Per la giornata internazionale della donna, alle ore 18,00 sarà ospite della libreria di viale XX Settembre la campionissima triestina Nidia Pausich: la sempre giovane ultrasettatene che dopo aver vinto tutto quel che si poteva vincere ancora oggi trascorre molte ore in palestra ad allenare bambini (soprattutto quelli meno fortunati) racconterà la sua storia di carattere e vitalità tutta femminile votata allo sport.


Entusiasmo e calore umano sono le caratteristiche principali di questa vera e propria icona del basket italiano, con i suoi otto scudetti vinti, il titolo di miglior giocatrice del campionato ottenuto per ben 10 anni e quello di capitana della Nazionale per 12 anni, durante i quali ha partecipato a otto campionati europei e un mondiale.

Insignita nel 2008 del premio Italia Basket Hall of Fame e nell'autunno scorso del premio della Fip come migliore giocatrice degli anni '60, Pausich sarà alla Lovat con Silvano Focarelli - noto cronista e radiocronista di basket - autore del libro "La signora dei canestri" (GS Printing, 2012), nel quale narra "Vita e carriera di Nidia Pausich": una carriera costellata da grandi successi, ma anche da qualche mesto rimpianto, nella vita sportiva come in quella privata.

Una biografia nella quale la vivacità narrativa di Focarelli si arricchisce della coinvolgente testimonianza della campionessa che con il suo consueto temperamento colora le vicende, non solo sportive, della sua vita.

In una recente intervista al Piccolo la travolgente Nidia ha dichiarato: "Ho giocato a Torino, Udine, Vicenza, vivo a Treviso ma a chi mi chiede da dove vengo ho sempre risposto: sono triestina. Mi sono sempre vantata delle mie origini. Sono cresciuta a San Giacono, in via della Guardia. Ho cominciato a giocare a basket al ricreatorio Pitteri. Non riesco a immaginarmi uno più triestino patoco di chi è sangiacomino".


Una triestina "doc" che nel racconto reso a Focarelli non ha dimenticato la sua città, magari anche con qualche tiratina d'orecchie, ma sempre con grande passione e attaccamento, come Pausich racconterà durante l'appuntamento cui, oltre a Silvano Focarelli, parteciperà anche Luciana Montelatici, sua playmaker di fiducia quando allenava in serie A femminile e ora sua alter ego a Treviso nel progetto di basket integrato dedicato ai bambini disabili.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Torta rustica di polenta e verdure: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento