rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Sport

"Rigassificatore a Trieste: Ambiente, Sicurezza, Territorio" giovedi' Pomeriggio all'Units

"Rigassificatori a Trieste: ambiente Sicurezza Territorio”. Giovedì 10 maggio 2012 alle ore 17.00 presso l'Aula Ugo Morin, Edificio H2bis di via Valerio 12/1 a Trieste, incontro pubblico del Tavolo Tecnico Rigassificatori Trieste (ora Tavolo...

"Rigassificatori a Trieste: ambiente Sicurezza Territorio".
Giovedì 10 maggio 2012 alle ore 17.00 presso l'Aula Ugo Morin, Edificio H2bis di via Valerio 12/1 a Trieste, incontro pubblico del Tavolo Tecnico Rigassificatori Trieste (ora Tavolo Tecnico Transnazionale) con gli studenti dell'ateneo su invito del Dipartimento di Matematica e Geoscienza dell'Università degli Studi Trieste per spiegare il funzionamento di un impianto di rigassificazione, esaminare le normative sulla sicurezza e illustrare le novità tecnologiche in tema di GNL.

Dopo l' incontro a Zagabria con il ministro croato dell'ambiiente Mirela Holj, il Tavolo Tecnico Rigassificatori Trieste incontrerà gli studenti di alcune Facoltà scientifiche dell'Università degli Studi di Trieste. Nell''incontro "Rigassificatori a Trieste Ambiente Sicurezza Territorio", rivolto agli studenti universitari e aperto a tutta la Cittadinanza, su invito del Dipartimento di Matematica e Geoscienza dell'Università degli Studi di Trieste, sarà spiegato il funzionamento di un impianto di rigassificazione, verranno esaminate le normative sulla sicurezza e illustrate le novità tecnologiche in tema di GNL.



Gli argomenti trattati nel dettaglio dai relatori (scelti per le specifiche competenze tra la ventina di docenti e ricercatori dell'Università di Trieste, dell'OGS e del CNR che si sono prestati gratuitamente e a titolo personale ad esaminare la progettazione del rigassificatore di Zaule per conto del sindacato Vigili del Fuoco della UIL, promotore del Tavolo) saranno:

PRINCIPI DI FUNZIONAMENTO DEI RIGASSIFICATORI A TERRA E MARE, AMBIENTE E SICUREZZA INDUSTRIALE E DEI CITTADINI, BONIFICA DEL TERRITORIO, METEREOLOGIA, OCEANOGRAFIA NEL GOLFO DI TRIESTE, MERCATO DEL GAS E RIGASSIFICAZIONE GNL, NUOVE TECNOLOGIE.

Interverranno: Giovanni Nedoclan (Chimica/Università degli Studi di Trieste), Carlo Franzosini (Biologia Marina/ Riserva di Miramare), Marina Zweyer (Biologia/ Università degli Studi di Trieste), Gianrossano Giannini (Fisico nucleare e subnucleare/ Università degli Studi di Trieste), Bruno Della Vedova (Geologia e Geofisica/ Università degli Studi di Trieste, Dipartimento Ingegneria Civile Ambientale), Fulvio Crisciani (Fluidodinamica Geofisica/Dirigente di Ricerca CNR), Giorgio Trincas (Propulsione Navale - Progetto NAVI/ Università degli Studi di Trieste), Marino Valle (Sicurezza antincendio e infrastrutture energetiche) e Radoslav Nabergoj (Manovrabilità, posizionamento dinamico/ Prof. Idrodinamica Navale, Università degli Studi di Trieste).

Adriano Bevilacqua, coordinatore del Tavolo e segretario regionale della Uil Vigili del fuoco, modererà l'incontro, che sarà introdotto da Alessandro Logar, prof. associato di algebra del Dipartimento di Scienze Matematiche dell'Università degli Studi di Trieste.

"L'incontro - spiega Adriano Bevilacqua, coordinatore del Tavolo e segretario regionale della Uil Vigili del fuoco - risponde alla necessità popolare di avere un'informazione scientifica corretta". I tecnici del TTRT esprimeranno le proprie valutazioni circa la compatibilità ambientale e i rischi antropici legati alla realizzazione di un impianto di rigassificazione nell'area dell'Alto Adriatico, proponendo soluzioni alternative.

Tra gli obiettivi del Tavolo Tecnico c'è anche la volontà di generare una struttura scientifica transazionale in grado di poter affrontare le problematiche energetiche dei Paesi dell'Alto Adriatico.

Con l'ingresso degli studiosi appartenenti alle Università Croate e Slovena, il TT diventa Transazionale, puntando alla genesi di una struttura apolitica e superpartes in grado di occuparsi delle problematiche energetiche nell'Alto Adriatico. "Perchè Italia, Slovenia e Croazia - ha spiegato ancora Bevilacqua - devono confrontarsi per ragionare assieme sulle strategie energetiche, tenendo presenti le necessità e le problematiche ambientali comuni a questi tre Paesi affacciati sull'Adriatico".


Gli esiti del lavoro del TTRT sono disponibili sul sito www.uilvvf.fvg/ttrt.


In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Rigassificatore a Trieste: Ambiente, Sicurezza, Territorio" giovedi' Pomeriggio all'Units

TriestePrima è in caricamento