Sport

Ritorna al Rossetti "la Coscienza di Zeno" di Italo Svevo

Fino a domenica 16 febbraio Giuseppe Pambieri nei panni di Zeno Cosini   Successo al Politeama Rossetti per la prima rappresentazione de "La coscienza di Zeno" di Italo Svevo nella riduzione teatrale scritta dal triestino Tullio Kezich -...

Fino a domenica 16 febbraio Giuseppe Pambieri nei panni di Zeno Cosini


Successo al Politeama Rossetti per la prima rappresentazione de "La coscienza di Zeno" di Italo Svevo nella riduzione teatrale scritta dal triestino Tullio Kezich - scomparso nel 2009 - e diretta da Mauro Scaparro. Protagonista dello spettacolo il bravo Giuseppe Pambieri, che racconta allo psicologo le nevrosi di Zeno Cosini, la sua vita disordinata e piena di contraddizioni: corteggia la bella Ada Malfenti (Guenda Goria) per poi ripiegare sulla meno affascinante sorella Augusta (Antonia Renzella) e successivamente tradirla con Carla Greco (Marta Ossoli). Anche l'attività commerciale intrapresa con il socio (di maggioranza) e rivale in amore, in quanto sposo di Ada, Guido Speier (Francesco Wolf) si rivela deleteria causa l'inettitudine di quest'ultimo e finisce in tragedia.

Conclude lo spettacolo la drammatica riflessione di Zeno sulla Prima Guerra Mondiale che devasta il vicino Friuli - siamo nel 1915-1916 - ed il tragico presagio dell'utilizzo di "un esplosivo incomparabile" effettivamente lanciato su Hiroshima e Nagasaki durante il Secondo Conflitto Mondiale. Nel complesso una rappresentazione di facile comprensione, interpretata da un gruppo di attori affiatato e con uno sguardo all'attualità: nella prima parte, lo scambio di battute di argomento economico-finanziario, trattando della crisi del commercio di fine '800, rispecchia la difficoltà attuale di Trieste di rimettersi in moto dal punto di vista economico. Essenziali le scene curate da Lorenzo Cutùli: interni con richiami in stile Liberty; troppo minimalista lo scorcio di Trieste, che si limita al classico lampione del Molo Audace?forse il pubblico triestino si sarebbe aspettato la rappresentazione in scena di un angolo più caratteristico della città. Si replica fino a domenica 16 febbraio 2014.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ritorna al Rossetti "la Coscienza di Zeno" di Italo Svevo

TriestePrima è in caricamento