menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si chiude a reti inviolate l'incontro tra l'Unione Sportiva Triestina Calcio ed il Vicenza

Molto agonismo in campo ma poche le occasioni create dai giocatori rossoalabardati

La 29ª giornata del campionato di calcio di Serie C – girone B 2017/18 ha proposto il sentito derby triveneto tra l’Unione Sportiva Triestina Calcio ed il Vicenza Calcio. Formazione rossoalabardata guidata oggi da Lotti per la squalifica di mister Princivalli alla ricerca dei tre punti per puntare alla zona nobile della classifica; Vicenza, squadra che un mese fa era molto vicina al fallimento, che ora sta recuperando e si trova a soli tre punti dalla zona play-off. Davanti ad una degna cornice di pubblico, con circa 7000 spettatori compresi circa 400 tifosi giunti da Vicenza e sistemati in curva Trevisan, Triestina e Vicenza hanno chiuso sul punteggio di 0-0 (terzo 0-0 consecutivo per l’Unione). Mister Lotti, che ha confessato l’emozione iniziale per l’importante cornice di pubblico, ha affermato che nel primo tempo è mancato un po’ di coraggio, coraggio che si è manifestato nella ripresa ma è mancata la fase realizzativa. La squadra deve acquisire una mentalità vincente ed attaccare più alto, cercando di conquistare opportunità su punizione dal limite, come peraltro ha fatto il Vicenza nella ripresa in un paio di occasioni. Per il mister del Vicenza Zanini è stata una partita maschia contro una buona squadra; è contento della prestazione dei ragazzi nel primo tempo, che si poteva anche chiudere in vantaggio mentre nella ripresa la squadra ha subito di più le iniziative della Triestina. Lotti schiera, al fischio iniziale del signor Nicoletti di Catanzaro, la stessa formazione impegnata domenica scorsa nella sfida con il Bassano ovvero: Boccanera tra i pali e difesa composta da Libutti, Codromaz, Lambrughi e Pizzul; centrocampo affidato a Porcari Coletti e Bracaletti e trio d’attacco composto da Arma punta centrale con i due esterni Bariti e Mensah. Come in tutti i campi, anche al “Rocco” osservato un minuto di silenzio per onorare la scomparsa di Davide Astori, capitano della Fiorentina: un applauso durato un minuto è risuonato dagli spalti sul campo. Al secondo minuto la Triestina conquista un calcio di punizione dal vertice sinistro dell’area vicentina: il cross è per la testa di Mensah che non riesce però a colpire con precisione, consentendo la facile presa alta di Valentini. Il gioco si sviluppa in prevalenza nella zona centrale del campo mentre le due tifoserie replicano dalle rispettive curve. Si arriva al 17° per vedere un tiro dal limite di Bracaletti con palla sul fondo. Un minuto dopo lo stesso capitano rossoalabardato si procura un angolo al termine di una buona iniziativa sulla fascia sinistra. Al 36° occasione per gli ospiti grazie ad un tiro dal limite di Ferrari che la difesa rossoalabardata riesce a deviare in angolo. Un minuto dopo ancora Ferrari con un tiro dal limite che non impegna Boccanera. Si arriva così fino al 47° con il duplice fischio del signor Nicoletti che manda le due squadre a riposo. Nella ripresa l’Unione cerca di rendersi pericolosa al sesto minuto con una buona ripartenza, chiusa però da Coletti con un tiro altissimo sopra la traversa. Lotti cambia in attacco inserendo prima Pozzebon per Bariti e poi Petrella per Arma, che non ha ancora ritrovato la vivacità di inizio stagione. Nonostante questi innesti in attacco l’Unione costruisce tanto ma concretizza poco e non crea pericoli di rilievo a Valentini. Al spazio a Troiani ed Acquadro rispettivamente per Libutti e Bracaletti. Qualche apprensione in area alabardata per due punizioni dal limite battute da De Giorgio. Al 37° spazio a Troiani ed Acquadro rispettivamente per Libutti e Bracaletti ma il risultato non cambia: finisce 0-0 con le due squadre che vanno a ringraziare le rispettive tifoserie. Nel prossimo turno la Triestina giocherà a Sant’Arcangelo di Romagna contro la penultima in classifica: partita difficile ma ghiotta occasione per conquistare tre punti importantissimi per il morale e la classifica.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento