Sport

Si chiude in parità (21-21) l'esordio in campionato del Principe Pallamano Trieste contro la Forst Bressanone

21.15 - Con una buona difesa ed un immenso Thomas Postogna i biancorossi sfiorano la vittoria sulla quadrata formazione altoatesina

La prima giornata del campionato di pallamano di serie A1 – girone A 2017/2018 ha visto affrontarsi al Palasport di Chiarbola la Pallamano Principe Trieste, condotta da Giorgio Oveglia e la Forst Bressanone, guidata in panchina da Rene Kramer. Davanti al consueto caloroso pubblico triestino, con presenza di altrettanto rumorosi tifosi altoatesini, le due squadre hanno dato vita ad un incontro combattuto dall’inizio alla fine, che si è concluso 21-21.

Ampiamente rivoluzionata la formazione triestina, che ha visto la partenza di Radojkovic, accasatosi a Merano, di Bellomo trasferitosi in Spagna, di Anici che ha deciso di chiudere causa alcuni problemi fisici e di Michele Oveglia che ha giustamente deciso di dedicarsi interamente allo studio universitario presso la Facoltà di Medicina.

Dopo un inizio di marca altoatesina, con vantaggio esterno 3-1, è salito in cattedra un insuperabile Thomas Postogna che con le sue parate ha dato modo ai biancorossi giuliani di produrre un parziale di 5-0 andando a segno con Visintin, Di Nardo, Muran e due volte Udovicic (6-3). La Forst ha però ricucito lo svantaggio, trovando la parità grazie a due reti consecutive di Castro (8-8). Dovgan ha riportato avanti il Principe dopo che Udovicic era stato costretto ad uscire per un infortunio che ha creato apprensione tra i tifosi triestini. Nel finale di tempo pareggio di Castro su rigore e vantaggio al minuto 28.30 grazie ad una rete di Visintin, realizzazione con la quale si è chiuso il primo tempo sul punteggio di 10-9.

Nella ripresa, primo respiro di sollievo per gli spettatori, che hanno visto Udovicic recuperato e schierato in campo e partita sempre combattuta punto a punto con Bressanone che ha rimesso la testa avanti tra il quarto ed il settimo minuto con le reti di Lazarevic ed il tiro di rigore realizzato da Castro (12-13). Due reti consecutive di un ottimo Crespo Diego hanno ridato nuovamente il vantaggio ai ragazzi di Oveglia che però sono tornati nuovamente a inseguire dopo le due reti consecutive del solito Crespo. Trascinata dal pubblico, la formazione giuliana si è battuta con maggior grinta in difesa, riuscendo a confezionare un parziale di 3-0 grazie al tiro di rigore di Udovicic, Visintin ed ancora Udovic (19-17). Nei nove minuti finali gli altoatesini hanno trovato nuovamente la parità con Penn e Castro su tiro di rigore. Dovgan ha quindi trovato il nuovo vantaggio per Trieste con una grande conclusione tra palo e portiere, subito vanificato dal pareggio di Brzic. Ulteriori speranze di vittoria sono uscite dalle mani di Crespo Diego che ad un minuto e mezzo dalla sirena ha trovato la rete grazie ad un’incursione centrale. La gioia è durata lo spazio di una decina di secondi in quanto l’ennesimo pari è arrivato con Basic ad un minuto dalla fine. Nei concitati secondi finali il Principe, ben controllato dalla difesa ospite, è riuscito a procurarsi un tiro franco a tempo scaduto, affidato a Diego Crespo con conclusione che si è stampata sul palo decretando la divisione della posta tra le due formazioni.

Nel complesso una positiva prestazione della squadra triestina, uscita tra gli applausi, con gran merito di tutti – giovani e veterani - ma soprattutto di Thomas Postogna, autore di una gara superlativa a difesa dei pali giuliani.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si chiude in parità (21-21) l'esordio in campionato del Principe Pallamano Trieste contro la Forst Bressanone

TriestePrima è in caricamento