menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sport e turismo, Serracchiani e Torrenti: bicicletta volano per il Fvg

In vista del Campionato Italiano di Ciclocross la presidente della Regione Debora Serracchiani e l'assessore allo Sport Gianni Torrenti confermano l'importanza guadagnata dagli sport a due ruote negli ultimi anni in FVG. Il "turismo della bicicletta" sta avendo ottimi risultati, Serracchiani: «Per questo stiamo investendo anche sulle infrastrutture»

«La Regione sta facendo un investimento serio e di sistema sul prodotto bicicletta, con l'intenzione di farlo consolidare come forte motivo di attrazione per un Friuli Venezia Giulia che si candida a diventare luogo privilegiato del turismo sportivo». Lo ha affermato la presidente della Regione Debora Serracchiani in occasione della presentazione del Campionato Italiano di Ciclocross che si terrà sull'altopiano di Monte Prât di Forgaria nel Friuli i prossimi 9 e 10 gennaio 2016.

Il programma della manifestazione è stato illustrato a Feletto Umberto di Tavagnacco (Ud) nel corso di una serata organizzata dal negozio Cussigh Bike, alla presenza dell'assessore allo Sport Gianni Torrenti e del presidente del Consiglio regionale Franco Iacop. «Si tratta di un evento che qualifica il Friuli Venezia Giulia non solo dal punto di vista sportivo, ma anche da quello dell'attrattività e della promozione turistica» ha commentato la presidente della Regione, ricordando come proprio il segmento del "turismo della bicicletta" abbia registrato il maggiore exploit tra i vari pacchetti e prodotti dell'offerta del Friuli Venezia Giulia. «Per questo - ha aggiunto Serracchiani - stiamo investendo anche sulle infrastrutture, con lavori importanti che stanno dando finalmente risultati positivi».

«Un percorso a tappe, quello dello sviluppo di tutti gli eventi legati allo sport su due ruote che continuerà puntando sulla qualità e il coinvolgimento» ha sottolineato l'assessore Torrenti. «La disputa del campionato italiano porrà il Friuli Venezia Giulia al centro del ciclismo sportivo riconoscendo un luogo primario a questa regione nella consapevolezza che oltre a soddisfare le attese di numerosi atleti e appassionati, saprà attraverso una forte presenza mediatica attirare l'attenzione degli sportivi di tutto il mondo» ha aggiunto Torrenti.

A presentare tracciato (2.570 metri con un dislivello di 55) e i numeri - sono attesi 800 partecipanti e un indotto di 4 mila persone - del campionato è stato Daniele Pontoni, già campione del mondo di ciclocross e testimonial dell'evento, organizzato dall'associazione DP66. La serata, introdotta dai titolari di Cussig Bike Enzo Cussigh e Cesare Floreani, è stata occasione per fare anche il punto della situazione sul mondo del ciclocross che sta crescendo in Italia con numeri esponenziali in termini di atleti al via delle gare del calendario nazionale, suddivisi in categorie giovanili, amatori, donne, under 23 ed elite. A confermarlo anche il presidente della Federazione Ciclistica, Renato Di Rocco.

Cinque i riconoscimenti assegnati per il "Premio Fun Bike" e che sono andati a Moreno Argentin, campione del mondo a Colorado Springs, ai gemelli Paolo e Giorgio Viberti, giornalisti apprezzati e seguiti dal pubblico delle due ruote sulle pagine di Tuttosport e La Stampa, a Franco Acerbis, importante industriale bergamasco nel mondo del ciclismo e del motociclismo e all'ex calciatore juventino Gigi De Agostini. Alla serata sono intervenuti, tra gli altri, il sindaco di Tavagnacco Maiarelli, quello di Forgaria Pierluigi Molinaro, il presidente della Provincia di Udine Pietro Fontanini, oltre a tanti ospiti dello sport tra cui Gabriella Paruzzi, Chiara Cainero, Davide Cimolai, Edi Orioli e il commissario tecnico della Nazionale ciclismo su strada Rino De Candido.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Controlli gratuiti per le donne: torna l'H-Open Week di Onda

social

Storie del territorio: perché il Friuli Venezia Giulia non è "il Friuli"

social

Risi e bisi: la ricetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento