menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Successo per la "San Giusto Fight Night" al Castello di San Giusto

11.00 - Vittoria-lampo nella boxe per Fabio Tuiach, che ha mandato al tappeto il suo avversario dopo 55 secondi di match

Sabato 8 luglio 2017, nella suggestiva cornice del Piazzale delle Milizie del Castello di San Giusto, si è tenuto il “Fight Night San Giusto”, organizzato da Alessandro Gotti con il patrocinio del Comune di Trieste in quanto evento compreso nel cartellone Trieste Estate 2017, che ha visto alternarsi sul ring incontri di Muay Thai, K1, MMA e boxe. Gli appuntamenti principali si sono tenuti nella seconda parte della manifestazione ed hanno riguardato l’assegnazione del titolo europeo di K1 -71 kg e del titolo mondiale di Muay Thai -67 kg. La sfida di boxe, certamente l’appuntamento più sentito in città ha visto il ritorno sul ring di Fabio Tuiach, pugile ed attuale consigliere comunale della Lega Nord, che ha combattuto con il croato Mihaljevi?. Buona la cornice di pubblico che ha seguito l’evento fino a tarda ora, con l’assessore Giorgio Rossi a rappresentare il Comune di Trieste.

Ad iniziare la serata sfida tutta italiana con Silvio Visentin che ha incontrato Alessandro Fiamengo nel K1 -81 kg; vittoria per quest’ultimo per ko tecnico al secondo round. È seguito l’incontro di MMA, disciplina che riunisce varie arti marziali, con calci pugni e ginocchiate ma anche leve, strangolamenti e blocchi a terra, tecniche tipiche della lotta. Nella categoria -85 kg. Hanno incrociato i guantoni il croato Ivan ?osi? e l’italiano Emanuele Palombi; in questa occasione la vittoria ai punti è andata al croato.

A seguire, per il Muay thai -81 kg., si sono esibiti il serbo Branislav Gr?karac ed il croato Martin ?arapina. Serbo vicino alla sconfitta per KO, contato a pochi secondi dalla fine del terzo round. Dopo un combattuto quinto round la vittoria è stata meritatamente assegnata al croato Martin ?arapina.

La prima parte della “San Giusto Fight Night” si è chiusa con l’incontro di K1 – 85 kg. Tra l’italiano Giuseppe De Domenico e lo sloveno Aleksander Stankov. Incontro vivace durante il quale i due contendenti non si sono certo risparmiati con vittoria ai punti conseguita da De Domenico, che nell’arco della sfida ha portato a segno un maggior numero di colpi.

La seconda parte della manifestazione è iniziata con l’incontro di boxe +95 kg., con il ritorno sul ring di Fabio Tuiach, opposto al croato Igor Mihaljevi?; per Tuiach presentazione accompagnata dalle note di “Andiamo a comandare” di Fabio Rovazzi. Vittoria per il pugile triestino ma delusione per il pubblico triestino perché l’incontro è durato solamente 55 secondi, il tempo per Tuiach per sorprendere Mihaljevi? e stenderlo al tappeto, tra lo stupore dei presenti e dello stesso Tuiach.

La parte finale del “San Giusto Fight Night”, quella più interessante tecnicamente, è iniziata con la sfida di Mhuay Thai -63 kg. tra il francese Sediri Hassen ed il thailandese Petchason. Incontro equilibrato con leggera supremazia del francese nel corso del quarto round; la vittoria finale ai punti è stata però assegnata a Petchason.  

Nell’incontro di Mhuay Thai tra il francese Rayan Mekki ed il thailandese Baggio era in palio il titolo mondiale -67 kg. Dopo un primo round equilibrato, ripresa a favore di Baggio con almeno tre colpi messi a segno; nel terzo round vivace scambio di colpi tra i due contendenti. Nella quinta ed ultima ripresa Baggio è partito subito all’attacco consolidando il vantaggio accumulato durante la sfida ed aggiudicandosi ai punti la cintura di campione del mondo, consegnata da Alessandro Gotti, patron della manifestazione.

L’ultimo appuntamento della serata, probabilmente il più importante, ha visto salire sul ring il francese Jalal Mabel opposto al russo Vladislav Tuinov per un incontro valido per il titolo europeo di K1 -71 kg. Nelle prime tre riprese supremazia dell’atleta russo. Dopo un quarto round pressoché equilibrato, la ripresa finale è stata decisamente vivace con i due sfidanti che non si sono risparmiati, con scambio pesante di colpi. Il verdetto dei giudici ha sancito la meritata vittoria al russo Tuinov, premiato da Alessandro Gotti e dall’assessore Rossi.

In chiusura della manifestazione l’assessore Rossi ha chiesto un applauso per tutti i contendenti e si è complimentato per la perfetta organizzazione della manifestazione che, dopo essere stata presentata pochi mesi fa nel Salone degli Incanti (ex Pescheria) sulle rive, ha trovato degna e ripetibile cornice nel Castello di San Giusto. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Arredare

Appartamento piccolo? I segreti per farlo sembrare più grande

Alimentazione

Utensili e stampi da forno in silicone: rischi per la salute

social

Il Monviso fotografato da 270 chilometri: la foto è subito virale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Veicoli Commerciali

    Mezzi pesanti: regole e limiti di velocità

  • Scuola

    Metodo di studio: i consigli per memorizzare in poco tempo

Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento