menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Trieste Opicina Historic" 2015: 97 auto storiche al via, grande affluenza di pubblico (FOTO)

Sono stati 97 gli iscritti alla gara, a cui si aggiungevano una quindicina di espositori tra cui 9 moto, 2 bus e 3 mezzi militari per un totale di 125 veicoli storici a cui per il taglio del nastro in Porto Vecchio si sono aggiunti i mezzi di altri club in visita per 200 esemplari complessivi

Si è conclusa con un bagno di folla la “Trieste Opicina Historic” che domenica 27 settembre, ha visto l'arrivo della seconda tappa nel pieno centro di Trieste, in piazza Verdi, dove fin dalla mattina era in corso un'esposizione di auto d'epoca a cura del Club dei Venti all'Ora. La seconda tappa era partita alle ore 9.30 dalla Centrale Idrodinamica con sosta al Museo Ferroviario di Campo Marzio dalle 9.45 e prove cronometrate sul Carso triestino e al'Area di Ricerca. Alle ore 11.00 è seguito un passaggio al Montedoro Freetime e, dalle ore 12.30, l'arrivo delle vetture nel centro a Trieste in piazza Verdi, dove ha avuto luogo la premiazione dei club italiano ed estero più numerosi (rispettivamente Adria Club di Capodistria e MG Club).

Un riconoscimento speciale è andato al collezionista di moto da gara d'epoca Alessandro Altinier, recente vincitore del Concorso di Villa d'Este e di automobili Fabrizio e Nicola Livon. Consegnata la tessera e la spilla infine ai nuovi soci,  Jacopo ed Eugenia Sponza. 

Sono seguite infine le premiazioni della gara ufficiale alla Centrale idrodinamica.

Queste le classifiche:

Classifica Generale Finale:

1 Valerio Rimondi Liana Fava - Innocenti Mini Cooper 1300 (Scuderia Nettuno)

2 Paolo Grava Fulvio Martinelli - Lancia Fulvia (Club dei Venti all'Ora)

3 Dario Converso Federica Ameglio - Lancia Fulvia Coupe HF (Circolo Patavino)

4 Luigi Specogna Giorgio Scaravetto – Fiat 850 Sport Coupe (Forum Iulii Historic Club)

5 Carlo Rugo Paola Varaschini - Porsche 356B T6 (Club dei Venti all'Ora)

In precedenza, nella giornata di sabato, presso la Banca ZKB, alla presenza del presidente Adriano Kovacic e dell'assessore comunale allo Sviluppo economico, Edi Kraus, della presidente del Consorziom Centro In Via Insieme a Opicina – Skupaj na Op?inah, Nadia Bellina e Boris Bogatec e del presidente del Club dei venti all'Ora, Francesco Di Lauro, la giuria presieduta dal pittore Fulvio Cazzador e composta dal critico d'arte Walter Abrami e da Maria de Almerigotti del Club dei Venti all'Ora ha premiato le vetrine più belle, risultate quelle di Abbigliamento Verdementa, Cobez Snc e Mia Fashion Store rispettivamente al primo secondo e terzo posto. Premi anche i vincitori dell'ex tempore di pittura a cura  della Bottega d'Arte “Amébe” www.amebe.com e la mostra collettiva “Colors & Cars”:

1 Dilva Musizza

2 Susanna De Vito

3 Francesco Martinelli

Alla gara di regolarità per vetture storiche che rievoca la gara di velocità in salita “Trieste Opicina” disputata tra il 1911 e il 1971 hanno preso parte 97 vetture storiche con equipaggi provenienti da Austria, Slovenia, Croazia e Germania. Ricchissimo il corollario di eventi, condensati nella “Corsa Trieste Opicina Festeggiamenti”. La giornata di sabato a Opicina ha visto tenersi i concorsi per le più belle vetrine a tema, fotografici e video e l'ex tempore di pittura, oltre alle esposizioni di veicoli storici in via di Prosecco. Per l'occasione il centro di Opicina è stato pedonalizzato dalle ore 16.00 con apertura straordinaria serale dei negozi fino alle 22. Sia sabato che domenica, dalle 15 alle 18, grazie a Trieste Trasporti, si sono svolte cose speciali che hanno permesso a tantissimi di viaggiare a bordo della vettura storica del tram con percorso limitato all'Obelisco e ritorno alla stazione tranviaria.

Sono stati 97 gli iscritti alla gara, a cui si aggiungevano una quindicina di espositori tra cui 9 moto, 2 bus e 3 mezzi militari per un totale di 125 veicoli storici a cui per il taglio del nastro in Porto Vecchio si sono aggiunti i mezzi di altri club in visita per 200 esemplari complessivi.

La macchina più antica era del 1927, la più giovane una Youngtimer del 1991. Spiccava tra queste la Jaguar E-Type coupé conosciuta come “l'auto di Diabolik”. Tra le auto “veterane” si segnalavano Humber, Frazer Nash Boulogne, Austin Seven Supersports. Tra le vintage Fiat Balilla Coppa d'Oro, Fiat Balilla Garavini, MG J2, MG YB. Tra le classiche Lancia Aurelia B20 Berlinetta, Alfa Romeo GTA, Fiat 850 Nuerburgring, Fiat 2300 S, Mercedes 190SL, Fiat 124 Abarth, una rarissima Abarth Allemano Ellena 1600, Alpine Renault 1600, moltissime Fiat, Lancia e Alfa, MG, Porsche e Austin Healey degli anni '50 e '60. Tra le Youngtimer, Lancia Delta S4 stradale, Mercedes Cosworth 2.3 16v e TVR Griffith 4 litri e alcuni esemplari di Maserati. Una curiosità: nonostante le nove vittorie nella Trieste Opicina di velocità prima del 1971, non si è iscritta nemmeno una Ferrari.

Una menzione meritano le moto, che sono state esposte a cura del Motoclub Trieste 1906 e del collezionista Alessandro Altinier, che presentavano vari modelli rari, alcuni dei quali veramente unici: Vincent Black Shadow 1951 1000 c.c., Norton Manx 1962 500cc, la motocicletta da competizione più vittoriosa di tutti i tempi, Norton Manx 1958 350cc, AJS 7R 350cc 1958, soprannominata "Racer Boy", Matchless G50 1960 500cc, Norton Manx Twin 1954 500cc, preparata per le gare a Daytona, Moto Guzzi Condor 1938 500cc, Moto Guzzi Dondolino 1948 500cc, Gilera Piuma 1953 500cc, Brough Superior SS100 1931 1000cc, la moto di serie più veloce al mondo soprannominata la Rolls Royce delle motociclette.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento