Giovedì, 28 Ottobre 2021
Sport

Fast and Furio stravince la Trieste-San Giovanni in Pelago-Trieste

Secondo Barraonda di Lucio Provvidenti (Società Nautica Laguna) terzo il Farr 80 Anemos di Marco Bono (Società Velica Barcola Grignano)

Si chiude con un grande riscontro di partecipazione un’edizione di successo della Trieste – San Giovanni in Pelego – Trieste numero 60, regata valida quale prova offshore della Settimana Velica Internazionale per la flotta ORC e Open. La linea honours, ancora una volta come da pronostico, porta la firma del maxi 100 Arca SGR del Fast and Furio Sailing Team, il vero mattatore della scena offhsore e maxi in Mediterraneo in questo 2021 (sue le line honours, tra le altre, della 151 Miglia, Rolex Giraglia e Palermo – Montecarlo). Terza vittoria consecutiva per Arca SGR nella regata di casa dello Yacht Club Adriaco a due anni esatti dal proprio esordio su questo stesso campo di regata. Record di percorrenza solo sfiorato per Arca SGR con Furio Benussi che, nel vento leggero di questa edizione della regata,  per 15 minuti non è riuscito a riscrivere il primato che già gli appartiene dall’ormai lontano 2002.

Secondo sul traguardo nella classe Open Barraonda di Lucio Provvidenti (Società Nautica Laguna) che con una grande prestazione si lascia alle spalle il Farr 80 Anemos di Marco Bono (Società Velica Barcola Grignano). Completa la top five in reale lo sloveno Riedl Aerospace (vincitore dell’edizione 2018) di Matjaz France che precede Vola Vola Endevour di Riccardo Donò (Diporto Nautico Sistiana).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fast and Furio stravince la Trieste-San Giovanni in Pelago-Trieste

TriestePrima è in caricamento