Lunedì, 15 Luglio 2024
La nuova stagione

Al Rocco tutto pronto per la festa, è il giorno della Triestina

La nuova società ha organizzato l'evento che segna il calcio d'inizio della stagione. Partenza verso le 18:30, intrattenimento, chioschi e presentazioni della squadra femminile, della Primavera e della prima squadra. Il Pagante e le Donatella come ospiti. L'entusiasmo dei tifosi

TRIESTE - I tifosi rossoalabardati dovranno aspettare fino a circa le 22 di questa sera per assistere alla presentazione della prima squadra della nuova Triestina targata Giacomini. Nuova, sì, perché tutto ciò che è stato fatto da quel salvataggio compiuto in extremis ad oggi racconta di una linea totalmente diversa rispetto al recente passato. La Triestina di Mario Biasin possedeva il volto e la passione quasi esclusivamente di Mauro Milanese, mentre la società subentrata quest'estate parla attraverso la campagna acquisti gestita dal direttore sportivo Romairone e in virtù delle poche parole utilizzate dai vertici. "Puntiamo in alto" questo il senso di quelle dette dal presidente Giacomini qualche giorno fa. 

Una campagna acquisti che ha infiammato i tifosi e che li ha visti rispondere con la sottoscrizione di più di 3000 abbonamenti. Non sono numeri eccezionali per una piazza come Trieste, ma è altrettanto vero che nell'ultimo periodo la tifoseria aveva avuto a che fare con un abbassamento delle temperature mai così basse dalle parti di Valmaura. Le poche centinaia di supporters visti l'anno scorso contro la Pergolettese il 17 marzo dovrebbero rimanere scolpite nella memoria, come esempio negativo e da non ripetere, di chiunque ami l'Unione. Quindi ben vengano questi numeri, e ben venga il ritrovato affetto.

E' proprio Unione la parola che sembra ormai essere diventata il fulcro attorno al quale fare ruotare la prossima stagione, simbolo di un'idea di collettivo che i nuovi vertici hanno da subito sposato. Lavorano nella comunicazione social e nel marketing, ed anche lì, come in un film di Nanni Moretti di molti anni fa, "le parole sono importanti". C'è tanta voglia di ripartire. Sabato c'è già il primo impegno stagionale, in un derby contro il Pordenone spostato per non giocare in concomitanza della grande manifestazione a favore dei dipendenti della Wartsila. "Prima Trieste e poi la Triestina" hanno comunicato i vertici. Una scelta che i tifosi hanno salutato con entusiasmo. Una scelta fatta nel rispetto del lavoro, ma anche per dimostrare appartenenza. Ora manca solo il campo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Al Rocco tutto pronto per la festa, è il giorno della Triestina
TriestePrima è in caricamento