menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una Triestina che non molla mai attende l'Arezzo: tutti i numeri dell'ultima in classifica

Quindici punti, frutto di nove pareggi e sole due vittorie, questi i dati dei toscani. Il punto sull'Unione rinfrancata nel morale da due prestazioni gagliarde sotto il profilo del carattere

L'insidia del cosiddetto fanalino di coda non può e non deve fare paura ad una Triestina imbattuta da oltre un mese e rinfrancata nel morale dalle ultime due prestazioni di carattere. Gli uomini di Pillon attendono l'Arezzo (domenica 28 febbraio, calcio d'inizio ore 15, diretta tv su Elevensports e diretta Radio Attività ndr), ultimo in classifica in virtù dei suoi 15 punti in classifica maturati grazie a due vittorie e nove pareggi.

L'Unione ha invertito la rotta

Rispetto alla desolante prestazione dell'andata in terra toscana, l'Unione è decisamente un'altra squadra e sembra aver invertito la rotta. La vittoria in rimonta contro la Vis Pesaro e il pareggio acciuffato sempre in zona Cesarini sull'inviolato campo della Virtus ha regalato consapevolezza ad un undici che appare galvanizzato. La ricetta sta forse in quell'essersi riscoperto gruppo dopo troppo tempo, con lo stesso mucchio che si era visto al Rocco dopo il goal di Giorico e riproposto sotto gli occhi di Gigi Fresco. 

 Come sta la Triestina?

Sui singoli, gli innesti di Lopez e Lepore hanno portato i primi frutti con il primo abile nella copertura totale della fascia sinistra, ed il secondo tanto preciso nelle manovre quanto fortunato nella punizione che ha siglato il definitivo pareggio a Verona. Nel reparto difensivo va recuperato il miglior Capela, mentre Offredi ha dato continuità alle personali prestazioni. Sulla mediana Giorico sembra stare bene, Calvano è giocatore di sostanza e Procaccio può fare la differenza dalla trequarti in su. In attesa del rientro di Maracchi e dell'impiego di Rizzo, gli attaccanti risultano essere un capitolo a parte. Se Gomez non sbaglia quasi mai approccio alla gara e Litteri è molto spesso lo spauracchio delle difese, lo stesso non si può dire di Mensah e Sarno: il primo sembra essersi infilato in un tunnel emotivo (le ultime prestazioni negative coincidono con la notizia della sua firma con il Pordenone) mentre il secondo non è riuscito a sfruttare l'occasione che mister Pillon gli ha concesso dal primo minuto contro gli scaligeri. 

Gli avversari 

Peggior difesa del campionato con 51 reti subite, l'Arezzo di Stellone sarà orfano del centrocampista Altobelli e di Belloni. Gli aretini cercheranno di recuperare Cutolo e Cherubin (il capitano dovrebbe farcela, per il difensore molto dipenderà dal responso dei prossimi allenamenti ndr). In trasferta gli avversari hanno vinto una volta sola, mentre sono cinque i pareggi e sei le sconfitte. Undici i goal realizzati lontano dall'ex Comunale, 21 quelli subiti. 

La terna

La sfida del 'Rocco' sarà diretta da Andrea Bordin di Bassano del Grappa, codiuvato da Simone Teodori di Fermo e da Emilio Micalizzi di Palermo. Il quarto uomo sarà Sajmir Kumara di Verona. Il direttore di gara è al secondo anno in serie C e vanta uno score di 19 partite in Lega Pro tra campionato e Coppa Italia, con il dato di 109 cartellini estratti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

"Paga per sbloccare il pacco": la nuova truffa via sms

social

Porzina con senape e kren: la ricetta della tradizione triestina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TriestePrima è in caricamento