L'accordo

La Triestina travalica l'Isonzo, accordo con l'Asd Itala San Marco Gradisca a livello di settore giovanile

Per l'Ad Stella "occorre diffondere il nome della Triestina, e forse anche ricostruire un po’ la sua reputazione dal punto di vista del settore giovanile; il presidente gradiscano Forte ricorda che "abbiamo uno stadio, abbiamo quattro campi d'allenamento, e grazie anche alla Triestina siamo certi di poter migliorare le strutture"

TRIESTE - La Triestina si spinge oltre l'Isonzo. Presentanto presso la sala stampa del Rocco l’accordo di collaborazione tra Us Triestina Calcio e Asd Itala San Marco Gradisca a livello di settore giovanile. Alla conferenza sono intervenuti, tra gli altri, l’ad Sebastiano Stella, il presidente dell’Itala San Marco Gradisca Stefano Forte, il club manager Giambattista Domestici, il direttore del settore giovanile Bojan Kurjakovic, e l’assessore allo sport di Gradisca d’Isonzo Stefano Capacchione. “Stiamo cercando di espandere i nostri confini - così Stella - grazie alle collaborazioni, vista la difficoltà di trovare campi da calcio dove allenarsi. Abbiamo un settore femminile e un settore giovanile importanti e stiamo cercando di andare incontro al territorio e il territorio ci sta venendo incontro. Il segnale che vogliamo dare è forte: abbiamo bisogno di diffondere il nome della Triestina, e forse anche di ricostruire un po’ la sua reputazione dal punto di vista del settore giovanile. La relazione è di medio e lungo termine e l’idea è quella di mantenere i rapporti anche quando avremo il nostro centro sportivo”.

Soddisfatto il presidente della società gradiscana: “Per noi è di fondamentale importanza, per tutto l’Isontino e soprattutto per la cittadina di Gradisca d'Isonzo, che una società importante come la Triestina venga a collaborare con noi nel nostro centro sportivo. Abbiamo uno stadio, abbiamo quattro campi d'allenamento, e grazie anche alla Triestina siamo certi di poter migliorare le strutture, in un territorio dove c’è già comunque un grande interesse nei confronti della società”.

Obiettivo: travalicare l'Isonzo

“Dal punto di vista socio-geografico - spiega Domestici - il motivo principale dell’accordo con Gradisca è che l’interesse per la Triestina, anche come blasone e storia, non si ferma alla sponda giuliana dell'Isonzo. Per noi diventa un asset fondamentale dal punto di vista strategico territoriale, ed è dal primo giorno che parliamo di due concetti a me molto cari: inclusione, e umanizzare la nostra la nostra proprietà, perché noi siamo delle persone, non un fondo".

Naturalmente molto soddisfatto è l’assessore Capacchione: “L'amministrazione comunale è molto orgogliosa di questa collaborazione. Parliamo di formazione di giovani, di visibilità, di comunità, e quando il presidente Forte è venuto a parlarmi di questo progetto non nascondo di aver provato una certa emozione. La Triestina è una società che si sta ringiovanendo, con obiettivi importanti. Gradisca è una cittadina che ha ospitato molti campioni, e ancora adesso abbiamo tornei riconosciuti a livello internazionale. È bene che la Triestina faccia le sue attività anche in una struttura come quella di Gradisca, che merita questa grande collaborazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Triestina travalica l'Isonzo, accordo con l'Asd Itala San Marco Gradisca a livello di settore giovanile
TriestePrima è in caricamento