Domenica, 19 Settembre 2021
Sport

Triestina, Godeas firma con il Monfalcone: ecco la lettera d'"addio", «ma resto tifoso»

9.06 - Una scelta quella del bomber maturata dopo i sei giorni d'attesa e un confronto in famiglia

Denis Godeas non chiuderà la carriera al Rocco come lui stesso e i tifosi alabardati speravano. Non c'è stato l'incontro con Pontrelli (che il giorno dopo il preliminare d'acquisto della società lo aveva contattato) e così l'Ariete di Medea ha deciso di firmare con il Monfalcone (in Eccellenza) dove ha cominciato la preparazione atletica in attesa degli sviluppi societari della Triestina.

Godeas saluta così l'Unione, «ma solo da giocatorie - ci tiene a sottolineare-, resterò sempre un tifoso e magare tornerò al Rocco a vedere qualche partita». L'ormai ex capitano ha scritto un Facebook un "lettera d'addio" in cui spiega le sue scelte, «non dovute ai soldi, come qualcuno pensa (riferendosi al "mercenario" con il quale qualche tifoso lo ha etichettato, ndr)».

Non so neanche da dove cominciare...questo post qualche mese fa non lo avrei nemmeno immaginato o pensato ma la vita e' strana e riserva sempre tante sorprese, molte volte belle per fortuna in questo caso sicuramente no...ho deciso di firmare per il Monfalcone per vari motivi: logistici perché sono vicino a casa e non ha senso ora spostarmi( fortunatamente nonostante i 39 anni ho avuto anche troppe richieste ma chi per un motivo chi per un altro ho sempre declinato ) perché c'è gente seria , perché la categoria non conta , perché il lato economico fortunatamente ora non è così importante e perché amo questo sport ...ovviamente sono dispiaciuto perché lascio l'Unione ( ma solo come giocatore e non come tifoso ) ma in contraltare felice perché posso finalmente tornare a giocare a calcio che è poi e quello che ho fatto da sempre...da talmente tanti anni che non mi ricordo nemmeno quanti sono . Il calcio e stato la mia vita , mi ha dato molte soddisfazioni, mi ha realizzato come uomo e anche economicamente non lo nego...infatti in alcuni casi e stato motivo predominante in un paio di casi non mi nascondo ...ma nemmeno lo rinnego sopratutto oggi che ho bambini...mi ha dato la possibilità di vivere bene, di far vivere bene e in questo momento di poter valutare bene le cose che mi stanno attorno! Tante volte sono stato tacciato di essere insensibile alla causa e "mercenario" come si dice in gergo...lo posso ora capire ma per me il calcio oltre la mia passione e' sempre stato un lavoro e come tale lo valutavo ,dando comunque la precedenza allo stare nelle mie zone e nella mia squadra ...difetto di fabbrica ... In tutti questi anni ho avuto la fortuna di conoscere compagni , mister , presidenti ecc straordinari, ho giocato in europa, in campi prestigiosi guadagnato bene ma umanamente gli ultimi anni paradossalmente sono stati i migliori , sopratutto dal lato umano!!! Sopratutto nell'ultimo anno ho conosciuto meglio persone speciali e imparato a guardare il calcio più dal lato della gente e apprezzare tutte le persone che vi stanno attorno...gente che per pura passione e magari un pizzico di follia sacrifica famiglia e affetti per una maglia e 11 ragazzi che corrono...Per cui credo che ora non ci debba essere spazio a polemiche per quello che poteva essere e non è stato, per chi mi critica , per chi non mi conosce o non mi apprezza ma solo un immenso GRAZIE a tutta gente dell'unione, mi sentirò sempre in debito verso di voi per tutto ciò che ho ricevuto...cercherò in qualche modo di sdebitarmi ma sarà difficile farlo...e magari appena potrò verrò in curva a rivedere quello che è stato sempre la mia casa ...il Rocco Un tifoso speciale, col cuore Denis

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina, Godeas firma con il Monfalcone: ecco la lettera d'"addio", «ma resto tifoso»

TriestePrima è in caricamento