Venerdì, 22 Ottobre 2021
Sport

Triestina lenta ed impacciata, contro il Gubbio va in scena l'ennesimo pari

Contro il Gubbio di Torrente l'undici di Pillon non riesce ad imprimere ritmo alla gara e le poche occasioni da goal sono frutto più delle intuizioni personali che del lavoro di squadra. Prossimo impegno domenica contro l'Imolese

L’Unione non sa più vincere. Nonostante alcune isolate fiammate prodotte più dall’istinto che dalla manovra, il primo tempo contro il Gubbio mette in mostra una Triestina macchinosa, prevedibile ed incapace di sfruttare le poche occasioni da goal. Dopo pochi minuti, sono gli ospiti a rendersi pericolosi con Hamlili che dopo una bella azione corale alza la mira col pallone che finisce in curva Furlan. La risposta dei greghi è affidata a Procaccio che ci prova dal limite dell’area ma la conclusione sfila a lato.

A fatica la Triestina tenta di tessere la trama del gioco a centrocampo ma si espone alle ripartenze della squadra dell’ex Genoa Torrente. In una di queste occasioni è Giorico ad essere costretto al fallo, guadagnando il record negativo della quattordicesima ammonizione stagionale. Al 14’ è Maracchi ad avere sui piedi l’occasione giusta per portare i suoi in vantaggio ma la girata verso la porta di Zamarion finisce sull’esterno della rete. Un giro di lancette ed è Lopez a sparare verso la porta ospite con il numero uno degli umbri abile a bloccare a terra.

Ogni minuto che passa il ritmo della gara rallenta e la Triestina si affida alle poche giocate personali. Al 20’ è di nuovo Maracchi, imbeccato da Rapisarda, a rendersi pericoloso sottoporta ma il colpo di testa finisce in curva. Tranne l’ammonizione di Rizzo, la partita non fa registrare alcuna emozione fino al 40’ quando Mensah ha l’occasione per siglare il vantaggio ma spreca clamorosamente da due passi.

Le pagelle: poche le sufficienze, la Triestina non sa più vincere

La ripresa

All’inizio del secondo tempo Pillon cambia Maracchi (opaca la prova del “mulo”) ed inserisce Sarno per tentare di dare verve alla spinta offensiva. Passano 12 minuti ed è Gomez a non inquadrare lo specchio della porta con un’incornata che finisce di poco fuori. Sarno imprime ritmo alla gara e al 60’ una sua punizione mette in crisi la difesa umbra che rischia l’autogoal. Dopo due minuti, è ancora il trequartista a rendersi protagonista con uno scambio preciso con Lopez ed una conclusione che esce di poco a lato.

Sul ribaltamento di fronte è Ligi a salvare da una insidiosa incursione del Gubbio e Offredi dimostra sicurezza nelle prese alte. Il secondo tempo scivola via così, con l’Unione che tenta inutilmente di trovare il vantaggio e gli ospiti che si difendono ordinati. Pillon si decide a cambiare in attacco e butta nella mischia Litteri. È proprio l’attaccante a girare bene di testa ma il pallone si stampa, senza fortuna, sulla traversa. Il forcing finale non produce gli effetti sperati e il Gubbio strappa il pari. La Triestina non sa più vincere, per portare a casa i tre punti contro l’Imolese domenica prossima servirà molto, molto di più.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Triestina lenta ed impacciata, contro il Gubbio va in scena l'ennesimo pari

TriestePrima è in caricamento